Home » News » News Normative » Quota Tonno Rosso pesca ricreativa: a quanto siamo?

Quota Tonno Rosso pesca ricreativa: a quanto siamo?

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 7    Media Voto: 2.1/5]

Nelle scorse settimane si erano diffuse delle voci del tutto ingiustificate sul raggiungimento della quota di pesca del Tonno Rosso assegnata alla pesca ricreativa, con conseguente immediato stop anticipato della stagione di prelievo 2016. Alcune testate giornalistiche on-line, e anche qualche ufficio locale delle Capitanerie di Porto, avevano erroneamente interpretato il decreto nel quale si comunicava il blocco delle catture accessorie consentite alla pesca professionale con il metodo del palangaro.

tonno2016

Per evitare il diffondersi di altre dicerie, la FIPSAS si è mossa per verificare lo stato attuale di “utilizzo” del misero contingente di 13 tonnellate assegnato quest’anno ai ricreativi. Dalla scorsa settimana sono iniziati a pervenire al Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali i verbali di sbarco delle catture affettuate dai titolari di regolare autorizzazione. In base ai dati forniti dalle Capitanerie di Porto risulta pescato (al 20 luglio 2016) poco meno del 10% del quantitativo disponibile. Non ci vorrà molto ad esaurire queste briciole, ma ci sono buone possibilità che, la chiusura anticipata, ques’anno giunga ad agosto e non più entro luglio come i due anni passati.

Quota Tonno Rosso pesca ricreativa: a quanto siamo? scritto da Redazione Apnea Magazine media voto 2.1/5 - 7 voti utenti

Tags: , ,

Category: News, News Normative, News Pesca in Apnea

Leave a Reply