Home » News » News Apnea » Prima edizione del Trofeo Citta’ di Siena di Apnea

Prima edizione del Trofeo Citta’ di Siena di Apnea

| 24 aprile 2009 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

L’apnea agonistica entra anche a Siena; lo fa passando per la porta principale. L’occasione è la prima edizione del “Trofeo Città di Siena”, competizione a carattere nazionale che il nostro circolo, l’ASD Gruppo Apneisti Senesi “l’Arbalete”, ha organizzato il 29 Marzo scorso.

Cominciamo col descrivere la fase di organizzazione della manifestazione, quella che appassiona maggiormente chi ne è coinvolto e che permette di apprezzare l’impegno che consente ad un atleta di effettuare una competizione, a prescindere dal gesto atletico, dalle vittorie e dalle sconfitte.

Ci siamo subito resi conto che, per un evento del genere, occorre la disponibilità di oltre venti persone che si protrae fino al giorno della Manifestazione, ma ognuno può dare il proprio contributo anche semplicemente spostando una sedia al momento giusto.
Per il circolo organizzatore l’unica figura ‘esterna’ è rappresentata dal Giudice Capo, individuato dal competente organo FIPSAS.
A noi toccava definire i compiti e individuare le figure del Direttore di Gara, di due cronometristi ed un Giudice di sponda per ciascuna delle due Corsie di gara; a questi si sono aggiunti sette o otto Assistenti di superficie per seguire gli atleti sotto sforzo, i responsabili della parte informatica (determinanti per la corretta compilazione degli ordini di partenza e delle classifiche), il Medico ufficiale ed il servizio di soccorso, il responsabile dell’ingresso in vasca e lo speaker che chiama l’esatto ordine di partenza.

Un atleta impegnato durante la gara

A tutto questo ci sembrava corretto aggiungere delle figure che documentassero visivamente lo svolgimento delle prove, compito per cui abbiamo approfittato della disponibilità di alcuni amici per la realizzazione di foto e filmati subacquei.
Avremo avuto poi la conferma che questa sarebbe stata la ‘ciliegina’ su una torta ben cucinata.

Come molti sapranno solo con le proprie risorse non si può mai portare a termine in modo ottimale nessun impegno del genere ed allora ci abbiamo cercato all’esterno gli aiuti necessari a cominciare dal Comune di Siena che ci ha concesso il suo prezioso Patrocinio, proseguendo con gli sponsor che hanno dato il solo sostegno economico e gli amici del Bora Bora Diving Club del cui contributo parleremo più avanti.

Dopo numerose riunioni arriva il tanto atteso giorno della gara.
Svolte le formalità di rito, ciascuno va ad occupare la propria ‘postazione’ di lavoro e, dopo un briefing fra il Giudice Capo ed i Capitani delle Squadre, tocca finalmente ai protagonisti: gli atleti!
La cronaca della gara inizia con la categoria ‘esordienti’ maschile, visto che fra le donne iscritte non ci sono appartenenti a questa classe.
Il primo a partire è il nostro Davide Rapezzi che con una condotta di gara regolare, provata solo pochissime volte in allenamento, porta a termine i 50 mt esattamente nel tempo dichiarato di 1’00’.00 consapevole che nessun’altro potrà toglierli la vittoria. Ottimo anche il secondo posto dell’altro atleta di casa Andrea Lisi che compie la sua prestazione in 40′.5. A chiudere il gruppetto dei portacolori del GAS ci pensa Giacomo Butini che, forse per l’emozione dell’esordio, si impone un ritmo un po’ più veloce del previsto che gli porta uno scarto di 6′.40 dal tempo dichiarato.

La premiazione della Prima categoria maschile

Si passa poi alla seconda categoria femminile, dove c’è una sfida al decimo di secondo fra la nostra Lara Carapelli e Tiziana Goti del Barracuda Sub Pistoia; la spunta quest’ultima per solo 1′.3 e la rivincita è dichiarata per la domenica successiva, nella gara che si svolgerà proprio a Pistoia.
Nella terza categoria maschile, nessuna difficoltà a dichiarare la vittoria di Niccolò Palmucci del Monsub Jesi in quanto unico partente.
In seconda categoria maschile, la spunta Federico Bravi del Monsub Jesi, che riesce a percorrere i 100 mt previsti con uno scarto di 2′, uno in meno di Ugo Dionoro del Barracuda Sub Pistoia.
Per la prima categoria femminile, sfida in famiglia fra Sara Venturini e Laura Banderali della Lega Navale Genova Quinto con quest’ultima che non riesce a raggiungere i 100 mt previsti a differenza della sua compagna di Club.
Si comincia a parlare di lunghe distanze con i 125 metri da compiere per la prima categoria maschile, dove c’è grande attesa per Sauro Sampieri, atleta del G.A.S. Siena; nonostante la grande pressione addosso, che in uno sport come l’apnea ha un peso determinante, l’ottimo Sauro chiude la distanza con uno scarto di soli 40/100 dal tempo dichiarato tra l’entusiasmo del pubblico presente.
Degli altri partenti solo Sotgiu (Dive Free Roma) percorre la misura prevista ma lo scarto di 5′ gli vale la seconda posizione finale.

Tocca infine alla categoria Elite che, a differenza delle altre, non prevede una classifica giocata sullo scarto determinato fra il tempo dichiarato ed il tempo realizzato, ma elegge il vincitore in base alla maggiore distanza percorsa.
Fra le donne c’è un’altra sfida in famiglia, questa volta fra le marchigiane Federica Colombo e Annamaria Boccolini. Vince la Colombo con 10 mt in più della compagna di squadra.
La gara termina con la ‘Elite’ maschile dove si registra l’ottima prestazione di Alessandro Gonfiantini (Barracuda Sub Pistoia) che chiude con 137 metri, misura che gli permette di conquistare il terzo posto; seconda posizione per Luigino Ceppi (Monsub Jesi) che, nonostante abbia superato gli ‘anta’ da un bel po’, ci regala 150 metri con una tranquillità invidiabile.
La vittoria va a Diego Gentili (Dive Free Roma), autore di una prestazione di assoluto valore, portata a termine utilizzando una tecnica molto particolare che esalta l’autocontrollo e lo sfruttamento massimo del movimento: per lui 179,77 metri nel tempo di 2’40’,00 che lasciano stupiti ed ammirati tutti i presenti. Complimenti davvero!

Il podio della categoria Elite maschile

Questi bellissimi risultati tecnici gratificano anche noi organizzatori che, già dalla prima edizione, possiamo iscrivere nell’albo d’oro una bella pagina di sport.
La cerimonia premiazioni si svolge presso l’Auditorium della ‘Banca Monteriggioni’, che ha gentilmente messo a disposizione per l’occasione questa bellissima struttura.
Dopo i ringraziamenti di rito, gli atleti ‘medagliati’ vengono premiati con la consegna dei premi offerti dalla FIPSAS e dai vari sponsor.
Sullo schermo gigante alla spalle del podio vengono intanto proiettate le immagine della gara, montate a velocità supersonica da Amira e Michele Rapezzi, cui va il nostro ringraziamento; gli atleti possono così rivedersi e commentare la prestazione ottenuta.

Ovviamente, dopo lo sforzo, c’è bisogno di reintegrare energie e qui ci vengono in aiuto gli amici del ‘Bora Bora’ che hanno curato il rinfresco: si comincia con la porchetta passando attraverso crostini, pizzette, affettati, pastasciutta, dolci ed ogni altro ben di Dio!
Bisogna ammettere che più che ad una gara sembrava di essere ad un matrimonio!
Adesso possiamo veramente dire che tutto è filato liscio e la manifestazione è riuscita nel migliore dei modi.
Al momento del commiato, i partecipanti si sono già prenotati per il prossimo anno e questo è senz’altro un buon motivo per sentirci ripagati di tutti i nostri sforzi.
Appuntamento al 2010!

La manifestazione si è svolta grazie al sostegno di:
· Banca Monteriggioni Credito Coop.
· C.I.T.I.S.,Cons. Installatori termoidraulici
· Polo Sub mute ed accessori
· Seatec articoli subacquei
· Olio Maroni
· Music Service di Aloisio
· Minucci Fabio di Minucci Silvia

Tags: , ,

Category: News, News Apnea

Leave a Reply