Home » Articoli » Pinne Sporasub Spitfire: estetica ed efficienza

Pinne Sporasub Spitfire: estetica ed efficienza

| 27 aprile 2012 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 6    Media Voto: 2.7/5]

Tra le tante novità presenti nel catalogo Sporasub 2012 troviamo le pinne Spitfire a pala intercambiabile che si caratterizzano per delle nuove scarpette in bi-materiale e per delle pale in tecnopolimero decisamente innovative.
Il risultato è una pinna che associa a prestazioni di assoluto rilievo un’estetica piacevole e molto curata.

La Spitfire nella versione con pala mimetica (foto S. Rubera)

La scarpetta è realizzata in termogomma utilizzando due mescole con durezza decisamente diversa.
La mescola nera, con durezza di ben 90 Shore, viene usata in tutte quelle parti della scarpetta a cui viene demandata la trasmissione della forza proveniente dalla gamba e diretta alla pala.
La mescola verde, con durezza di soli 40 shore, viene invece utilizzata per le zone della scarpetta che determinano maggiormente il comfort durante l’utilizzo, quali la zona intorno alle dita e la parte intorno al collo del piede.

A dimostrazione dalla cura per i dettagli, oltre ad un bel logo verde in rilievo, sono stati stampati sotto il tallone degli inserti di materiale verde che migliorano il grip evitando spiacevoli scivolate sul gommone o durante l’ingresso e l’uscita dall’acqua quando si parte da terra.
L’inclinazione tra pala e scarpetta è di 20° ed i longheroni sono decisamente “affusolati”. Il tutto è stato studiato per ottimizzare l’efficienza anche in vista di un futuro arrivo di pale in carbonio specifiche per queste scarpette.

La pala delle Spitfire ha le misure classiche delle pale da apnea e presenta delle leggere nervature su tutta la lunghezza. La parte terminale è a coda di rondine appena accennata.

La scarpetta doppia mescola che coniuga rigidità e confort

La caratteristica che contraddistingue maggiormente queste pale è data dai due “water rails”, realizzati con un materiale più morbido, stampati insieme alla pala così da renderli un tutt’uno con la pala stessa.

La funzione di questi profili è quella di “incanalare” l’acqua durante la fase di spinta della pala in modo da aumentare in maniera significativa l’efficienza nella spinta e allo stesso tempo evitare l’effetto derapage.
Il materiale utilizzato per questi profili è molto morbido ed elastico così da non irrigidire la pala che, se provata a secco potrebbe sembrare di durezza media, provata in acqua sorprenderà per la sua morbidezza e per la capacità di non affaticare le gambe anche dopo ore di utilizzo.

I "water rails" vengono stampati insieme alla pala


La Spitfire è disponibile in due versioni: con pala nera o con pala mimetica, ottenuta grazie ad una sottilissima pellicola riportante la fotografia di un fondale, che viene inserita direttamente all’interno dello stampo per impedire che con l’utilizzo si possa rovinare.
Per questa stagione le pinne Spitfire saranno disponibili a partire dalla fine del mese di aprile in 5 misure: 39/40, 41/42, 43/44, 45/46 e 47/48. In Sporasub si sta già lavorando affinché per la stagione 2013 possa essere disponibile anche la taglia 37/38, specifica per il gentil sesso.
Presso i rivenditori autorizzati Sporasub sarà possibile acquistare queste pinne ad un prezzo di circa 90,00 € per la versione nera e circa 105,00 € per la versione mimetica.

Le due versioni, nera e mimetica, a confronto (foto S. Rubera)

Pinne Sporasub Spitfire: estetica ed efficienza scritto da Sporasub media voto 2.7/5 - 6 voti utenti

Tags: , , , ,

Category: Articoli, Pesca in Apnea, Pesca in apnea: Tecniche e attrezzature

Leave a Reply