Home » News » News Pesca in Apnea » Pescatore in apnea ucciso da imbarcazione pirata in Provincia di Lecce

Pescatore in apnea ucciso da imbarcazione pirata in Provincia di Lecce

| 21 settembre 2006 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Ennesimo tragico investimento in mare causato da un pirata alla guida di una imbarcazione.
Giulio Martina di 26 anni residente a Lizzanello si era recato in mare presso San Foca (Lecce) per una battuta di pesca in apnea.Il giovane, istruttore in una palestra e con l’hobby dell’animazione, era uscito in mare con la sua barca in vetroresina nella mattinata del 18 settembre, l’aveva ancorata e poi si era immerso.
Giulio aveva con se la boa di segnalazione dotata della regolamentare bandiera di subacqueo in immersione.
Dopo l’allarme lanciato dai familiari per il mancato rientro serale si sono subito attivate le ricerche in mare. Il suo corpo è stato ritrovato dai Carabinieri di Melendungo a una decina di metri di profondità.
La salma presentava una profonda ferita alla testa e la maschera era spezzata in due.
Quasi certamente una imbarcazione pirata ha investito il giovane, colpendolo con l’elica, e allontanandosi senza prestare alcun soccorso.

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply