Home » News » News Pesca in Apnea » Pescasub 38enne muore nelle acque di Venezia

Pescasub 38enne muore nelle acque di Venezia

| 5 settembre 2016 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 41    Media Voto: 3.2/5]

danilo ciolinoNella tarda mattinata di ieri un gruppo di amici si era dato appuntamento per una battuta di pesca in apnea nelle acque di Venezia, al largo di Malamocco, nella zona conosciuta come “lunata sud”. Ma poco dopo le 13 la pescata di gruppo si è trasformata tragedia: alcuni componenti si sono allarmati non vendendo risalire, da un tuffo a circa 10/12 metri, il loro amico Danilo Ciolino. Dopo una decina di minuti di frenetiche ricerche il corpo del 38enne, ricercatore universitario residente a Padova, è riaffiorato e i compagni lo hanno scorto mentre galleggiava in direzione della bocca di porto.

Sono stati immediatamente allertati i soccorsi, Danilo è stato raggiunto da un ragazzo della comitiva che lo ha sorretto con la testa fuori dall’acqua fino al tempestivo arrivo del veloce gommone della capitaneria di porto con a bordo i sanitari del SUEM (Servizio di Urgenza e Emergenza). Purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare, vani sono risultati i tentativi di rianimarlo e ai soccorritori non è rimasto che constatare il decesso. L’appassionato pescasub lascia una moglie e un bambino di soli 3 anni.

 

Riceviamo via mail, e volentieri pubblichiamo, questa lettera di Ennio Simion, amico di Danilo e presidente dell’Associazione ASD Veneto Apnea:

“Per me non è facile scrivere queste poche righe per avvertirvi tutti, per darvi una dinamica più chiara, per rispetto…avrei preferito ridere davanti a una birra come sempre tra di noi…

enniosimionletteraOggi è un giorno molto vuoto, senza il nostro Danilo Ciolino…alla notizia ieri abbiamo provato a supportare Thomas che non riusciva più a trovare il suo compagno di pesca in una tranquillissima domenica di relax, preparandoci con i numeri telefonici di emergenza solo per precauzione; pensando semplicemente come spesso avviene, di averlo perso di vista nelle lunghe distanze di percorrenza della lunata, abbiamo avvertito tramite il nostro gruppo chat e altri pescatori le barche che erano fuori nella zona degli alberoni e tutti gli amici che sono corsi a dare una mano: Andrea Bacco, Sorrentino Luigi, Alessandro Vannozzi…abbiamo sperato per un pò che stesse continuando a praticare la sua passione, con l’entusiasmo che lo ha sempre contraddistinto e come a volte avviene con tutti i pescatori si fosse un po’ allontanato tranquillamente.

Purtroppo ad un certo punto, dopo alcune perlustrazioni in barca, cercando in superficie sperando di veder riemergere le pinne o la testa come sempre accade, Andrea si è deciso ad immergersi a cercarlo e lo ha trovato a -5 metri, vicino a dove era stata recuperata in precedenza la sua boa con pedagno, nel lato esterno della lunata della bocca di parto di Malamocco, mentre nello stesso istante Sorrentino Luigi, con cui eravamo in contatto telefonico, accompagnava la guardia costiera in loco e che lo stesso Thomas aveva chiamato telefonicamente. La probabile causa dovrebbe essere una sincope, dalle informazioni mediche, ma attendiamo notizie più certe e faremo sapere a tutti la data del funerale.

Siate garbati negli eventuli messaggi e rispettosi della famiglia!!!

Non è facile scrivere…Danilo Ciolino aveva una grande passione, la pesca in apnea, era un pescatore esperto, interessato, attivo, amava il mare e lo rispettava, era sempre presente alle noste goliardiche cene, una persona buona e di compagnia, intelligente e attento. Il suo pacato modo di presentarsi e parlare nn bastava a coprire la sua grande presenza e personalità fra tutti i componenti della “asd veneto pesca in apnea” e tutti gli altri amici perchè ci riempiva di gioia con i suoi assoli di chitarra, le sue dediche il suo condividere esperienze passioni e tecniche sui materiali del nostro sport con competenza, entusiasmo!… Danilo Ciolino ci manchera troppo, uno spirito puro gioioso, attento e sensibile che aveva trovato nel mare una passione viva e sarà sempre una parte viva, gioiosa piena di passione e di impegno dentro di noi.

Siamo vicini e mandiamo un grande abbraccio alla moglie Marzia e il figlio Ruggero, ci siamo per qualsiasi cosa.”

Pescasub 38enne muore nelle acque di Venezia scritto da Redazione Apnea Magazine media voto 3.2/5 - 41 voti utenti

Tags: ,

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply