Home » News » News Pesca in Apnea » Pescasub 35enne muore nelle acque di Oristano

Pescasub 35enne muore nelle acque di Oristano

| 13 aprile 2015 | 0 Comments

coppia_279181443

In acqua è sempre meglio essere in due, quando possibile (foto A.Balbi)

Si chiamava Emilio Gessa il pescatore subacqueo deceduto sabato scorso durante una battura di pesca con gli amici, nelle acque sarde di Capo Frasca, costa ovest dell’isola, vicino Oristano. Emilio si era appassionato alla pesca in apnea da poco tempo, e da circa un anno si era aggregato al gruppo di pescatori con cui aveva raggiunto la borgata marinara di Marceddì per la solita pescata del fine settimana.

Dal porticciolo erano partiti due equipaggi su altrettanti gommoni, raggiunta la zona prescelta i ragazzi avevano iniziato a pescare scorrendo il fondale, quattro in acqua e due barcaioli a seguirli con i natanti a distanza di sicurezza. Solo alle 12, risaliti tutti in barca, si sono accorti che Emilio non era stato puntuale. Le ricerche sono scattate subito e in breve il giovane è stato ritrovato a galla ma privo di sensi, a poche centinaia di metri dalla costa.

La Guardia Costiera, prontamente allertata dagli amici del 35enne, è rapidamente intervenuta in coordinamento con una medicalizzata del 118 che attendeva in porto. Purtroppo tutti i tentativi di rianimare il giovane sono risultati inutili, i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Il medico del 118 ha confermato che si sia trattato di sincope, tra le ipotesi anche quella che sia stata scatenata da una congestione. Sarà il magistrato di turno a stabilire se sarà necessario effettuare l’autopsia o si potrà restituire quanto prima la salma ai familiari.

Tags:

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply