Home » Pesca in Apnea » Acqua dolce » Pesca subacquea nel Garda: limitazioni

Pesca subacquea nel Garda: limitazioni

| 7 settembre 2001 | 1 Comment
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Nuovi divieti

Nuove norme di rispetto per i periodi riproduttivi della fauna lacustre sono entrati in vigore sul Benaco.

Allo scopo di semplificare la già difficile pratica del nostro sport sul Garda pubblichiamo i nuovi divieti e le misure minime previste per le principali specie d’acqua dolce gardesani.

I periodi sotto elencati sono in vigore in tutto lo specchio del Benaco,senza distinzioni riguardanti le tre province che si affacciano sul Garda: Brescia, Verona, Trento.

Sono entrati in vigore limiti riguardanti anche il numero delle catture giornaliere di lucci, carpioni, trote e persici reali:

N° 3 lucci;

N °3 carpioni;

N° °6 trote;

N °20 persici reali.

Resta fermo il limite di 5 chilogrammi di pescato giornaliero. La situazione rimane purtroppo stazionaria per quanto riguarda l’obbligatorietà dell’imbarcazione appoggio per coloro che praticano immersioni nel Garda [SITUAZIONE CAMBIATA AL 12/2001 – vedi qui], anche se bisogna ricordare che la normativa non prevede la presenza del barcaiolo.

A questo proposito abbiamo contattato Roberto Palazzo, il quale ci ha annunciato nuove iniziative per tentare di risolvere l’annoso problema.

Specie Misura minima Divieto da a
ANGUILLA 40
CARPA cm. 30 05/06 25/06
CARPIONE cm. 30 15/11
e dal 20/06
31/01
al 20/08
LUCCIO cm. 40 22/02 31/03
PERSICO R cm. 18 15/04 15/05
TINCA cm. 25 05/06 25/06
TROTA L. cm. 30 15/10 15/01

Forse ti interessa anche...

Category: Acqua dolce, Articoli, Pesca in Apnea

Commenti (1)

Trackback URL

  1. Marco BL scrive:

    Salve, volevo sapere se potreste comunicarmi che burocrazie dovrei rispettare per poter far pesca subacquea nel lago di Garda.. dovrei pagare la licenza.. credo di aver intuito la B ed e’ effettivamente necessario il tesseramento FIPSAS?

    Grazie a tutti anticpatamente

Leave a Reply