Home » Articoli » Pesca in Apnea n°120 Marzo Aprile 2013

Pesca in Apnea n°120 Marzo Aprile 2013

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 2    Media Voto: 5/5]

DIECI ANNI CON “PESCA IN APNEA”: DALLA CARTA AL DIGITALE… E RITORNO!
Per parlare dei dieci anni di “Pesca in Apnea” abbiamo preso in prestito alcuni concetti che avremmo dovuto pubblicare (e che invece pubblichiamo in questa pagina) nel servizio dedicato al cambiamento di Internet, in questi ultimi anni, in relazione, naturalmente, alla pesca in apnea e che trovate in questo numero della rivista a pagina 48. Il primo di questi concetti e’ espresso chiaramente da Giorgio Volpe: «nel marzo 2003, esattamente dieci anni fa, il primo numero di “Pesca in Apnea” si affacciava in edicola.

La copertina del numero 120 di pesca in apnea, che celebra il decennale del mensile

Tra gli elementi di novita’ introdotti dalla rivista c’era senza dubbio l’attenzione alla dimensione digitale della pesca in apnea, che al tempo era molto giovane e immatura, ma gia’ forte di numeri interessanti. Da allora e’ passata molta acqua sotto i ponti e “Pesca in Apnea” non ha mai smesso di osservare l’impatto che la rivoluzione digitale ha sviluppato nei confronti del nostro piccolo mondo, agendo in qualche modo da raccordo tra ambienti tradizionali e nuove community della pescasub e diventando, di fatto, uno dei depositari della memoria di questo importante capitolo della storia della pesca in apnea. In occasione del decennale della rivista, ci sembra doveroso fare una riflessione su questa realta’ che, oggi, pur presentando dei punti di contatto con quella del 2003, appare fortemente diversa grazie allo sviluppo tecnologico e all’avvento dei social media». Dunque, “Pesca in Apnea” compie dieci anni e segnaliamo l’importanza del digitale.Ma in questo stesso articolo dedichiamo alcune pagine alle recensioni di alcuni interessanti video visti su YouTube e, come scrive l’autore, Alessandro Martorana, «le riprese video sono anche potenzialmente molto valide sotto il profilo promozionale. Alcuni produttori hanno capito l’importanza di questo veicolo e realizzano o fanno realizzare video in cui i loro prodotti vengono presentati in azione, riprendendo in mare le loro potenzialita’. In questo modo si ha la possibilita’ di apprezzare appieno le caratteristiche di questo o quel prodotto, con in piu’ il piacere di vederlo utilizzato da un professionista del settore. I prossimi sviluppi di questo utilizzo dei video di pesca sono sicuramente indirizzati a “spingere” vari prodotti, dimostrando, per esempio, il reale mimetismo di una muta o le capacita’ di segnalazione di una boa segnasub». Ecco, dunque, un nuovo fronte comunicativo e pubblicitario: quello dei video (ma non solo). E’ proprio in questo solco che sta avvenendo la trasformazione di “Pesca in Apnea”, cosi’ come spiegata nell’editoriale dello scorso numero, dedicato all’evoluzione della rivista e al suo “raddoppio” con la dimensione digitale. Tuttavia non si puo’ dimenticare che la nostra passione viene vissuta – ed e’ da vivere – soprattutto sul campo, cioe’ in mare, sia che vogliamo fare dell’agonismo sia che vogliamo semplicemente stare bene in una dimensione “altra” rispetto alla quotidianita’. In questi dieci anni, “Pesca in Apnea”  ha cercato di stare sempre piu’ vicino ai pescapneisti e questo continuera’ a fare. E allora, grazie a tutti quelli che ci hanno seguito in tutto questo tempo e a quelli che ci seguiranno sia sulla carta sia nelle varie forme digitali! Buona lettura e vi aspettiamo in edicola i primi giorni di giugno!

1) Pag. 6: LA POSTA La capacita’ polmonare; Dolore alle orecchie; Se si e’ in difficolta’; Scarpe e scarpette; Fipia e capitanerie.

2) Pag. 10: TECNICA / PREDE E PREDATORI – di Marco Bardi
La lotta per la sopravvivenza determina precise strategie combattute su due fronti opposti: quello di chi caccia e quello di chi e’ insidiato.

3) Pag. 18: PREPARAZIONE / A OGNUNO IL SUO ABISSOdi Roberto Tiveron

Da quando esiste la pesca in apnea, la profondita’ e’ stata la meta agognata dei pescatori: per trovare piu’ pesci o, semplicemente, per soddisfare le proprie personali ambizioni. Ma la profondita’, e’ bene ricordarlo, si conquista metro per metro, esperienza dopo esperienza, valutando con la massima attenzione le proprie condizioni psicofisiche e utilizzando l’attrezzatura piu’ adatta. Il rischio da pagare in caso di errore, infatti, non vale la candela.

4) Pag. 24: CONSIGLI DI MARCO BARDI / AFFINIAMO LE TECNICHE DI PESCA

Un’ottima apnea serve a poco se poi le tecniche lasciano a desiderare. Lavoriamo, allora, sui fondamentali.

5) Pag. 27: PERSONAGGI / JODY LOT, UN CAMPIONE – di Alberto Balbi
Il portoghese Jody Lot ha vinto l’ultimo mondiale e l’ultimo campionato euroafricano. Qui si racconta come atleta, quali sono le sue tecniche di pesca, che attrezzature usa. E chiarisce il perche’ ha vinto a Vigo in modo pulito.

6) Pag. 36: NEL MIRINO / CORVINA (SCIAENA UMBRA)di Roberto Tiveron
Si presta molto alla pesca in tana con armi corte con fiocina. Puo’ arrivare a una lunghezza di 40 cm e a un peso di 4 kg, benche’ certe volte possa raggiungere i 60 cm e i 6 kg.

7) Pag. 39: TECNICA / EMOZIONI NEL GOLFOdi Stefano Navarrini
Anche nelle acque di casa il blue fishing puo’ riservare grandi emozioni. Le nostre prede non saranno i giganteschi marlin oceanici, ma e’ certo che anche un tonno rosso di 40-50 kg puo’ regalare impressionanti scariche di adrenalina, mettendo alla prova il nostro sangue freddo e la nostra attrezzatura. Ne parliamo con Valerio Tucci, che da qualche anno si dedica con passione a questa pesca.

8) Pag. 46: IN PRATICA / ATTREZZATURE: IL GUANTO DA CECCHINO CONTRO IL FREDDO – di Roberto Tiveron
Ecco come rendere ancora piu’ sensibili i guanti, in particolare il dito indice, che sara’ a contatto con il grilletto. Saremo protetti dal freddo, ma miglioreremo anche l’azione di sparo.

9) Pag. 48: ON-LINE / INTERNET: MA QUANTO SEI CAMBIATO! – di Giorgio Volpe
Sin dal primo numero, la nostra rivista – ora sbarcata anche nel mondo digitale – ha sempre prestato grande attenzione all’evoluzione della rete e per questo il decennale rappresenta l’occasione ideale per una riflessione sui vistosi cambiamenti che hanno interessato il web della pesca in apnea.

10) Pag. 57: LA PROVA IN MARE / FUCILE CYRANO EVO HFD 110 MARESdi Alessandro Martorana
Un nuovissimo fucile ad aria compressa Mares che mantiene il collaudato sistema a “canna allagata”, ma che, grazie a una sapiente rivisitazione di molti particolari, e’ stato reso piu’ funzionale, offrendo, comunque, una grande robustezza.

11) Pag. 61: LA PROVA IN MARE / ARBALETE ROLLER NEPTUNE 105 CONTESUBdi Alessandro Martorana
Un roller di alta classe, progettato e costruito con grande maestria. A dispetto delle dimensioni “importanti”, si maneggia con grande facilita’. Impressionante il rapporto tra facilita’ di caricamento e potenza sprigionata. Bassissimo il rinculo.

12) Pag. 66: BLOCK NOTES SUB – Fatti, notizie, opinioni, informazioni, suggerimenti, commenti, progetti, consigli, chiarimenti, interpretazioni, proposte, idee per il pescatore in apnea

IL BRAVO PESCATORE IN APNEA – di Marco Bardi
Il compagno giusto; Si’ allo schienalino; Lo scorfano rosso; I pesci e la mucillagine; Il tempo di apnea.

LE MIE ATTREZZATURE PER LA PESCA IN APNEAdi Alessandro Martorana
L’arbalete Moicano Cressi; La nuova Quadra Tec Mares; Dalla Seatec il Geko Katyusha; Cayman E.T. Roller Omer; Virgo, la nuova maschera Salvimar; La muta Supercaccia di Top Sub.

STAR BENE ANDANDO SOTT’ACQUA di Roberto Tiveron
Come gestire la vertigine alternobarica; Non e’ il cinghiolo troppo tirato a frenare l’entrata dell’acqua nella maschera; Cosa fare quando si forma un tappo di cerume nelle orecchie; Bruciori allo stomaco durante l’apnea.

SICUREZZA E PROTEZIONE di Antonio Mancuso
Pesci contaminati e malattie gastrointestinali; Curarsi con I funghi; Il pesce prete (Uranoscopus scaber); La torcia del pescapneista.

13) Pag. 74: LA VETRINA DEGLI ARTIGIANI
Seawolf: roller Mako; Hunt Tecnology: arbalete Randall Ergo; Pathos: calcio D’Angelo; Polo Sub: mute lisce mimetiche; Stc: sistema X-Power Stc; LG Sub: nuova testate LG; Tecnoblu: mute su misura; Marea Sub: mute di qualita’.

14) Pag. 76: CAMPIONI&CAMPIONATI / A PESCA CON STEFANO CLAUT – di Marco Bardi
Nel solco della forte scuola triestina, un atleta che, nonostante la sua giovane eta’, ha molto da raccontare sulle sue esperienze, dando anche utili consigli.

15) Pag. 78/80: GUIDA TECNICA   SALVIMAR / CINTURE IN GOMMA: un prodotto che rispecchia la filosofia della ditta: l’evoluzione e’ determinante anche nelle piccole cose. 
SEAC SUB / COLTELLO DEVIL: nato per la pesca in apnea, ha un sistema di bloccaggio nel fodero che consente l’estrazione con una mano. SPORASUB / PLANCETTA DISCOVERY: Una boa plancetta dalle mille sorprese, progettata all’insegna della sicurezza.

16) Pag. 99: BOTTA&RISPOSTA / OMER: ADESIVI MIMETICI 3D
Mimetizziamo le attrezzature e misuriamo il pesce.

17) Pag. 82: L’ANGOLO DELL’ARTIGIANO / MAREA: “MADE TO MEASURE”
Produce in Puglia mute su misura di qualita’, ma le distribuisce in tutto il mondo…

18) Pag. 84: A COLPO SICURO TOSCANA / PESCARE A ISCHIA – di Antonio Mancuso
Nei pressi del Regno di Nettuno.

19) Pag. 85: A COLPO SICURO SARDEGNA / CAPO SANDALO E L’ISOLOTTO DEL CORNOdi Antonio Mancuso
Un tuffo nelle acque di San Pietro.

20) Pag. 86: INSIEME / PASQUALE BARNABA’
Pasquale e’ un appassionato che vive con la moglie e i due figli a Nova Siri, in provincia di Matera, dove e’ nato trentotto anni fa. Appassionato di pesca in apnea, dalla spiaggia Pasquale pesca abitualmente nei fondali della Calabria settentrionale, ma non disdegna puntate nel barese, nel tarantino e nel cosentino.
Proprio mentre il numero che ospitava il suo profilo era in edicola, Pasquale Barnaba’ ha perso la vita durante una battuta di pesca. Il fatto ha suscitato grande commozione nell’ambiente digitale, dove Pasquale era conosciuto ed ammirato per le sue doti di pescatore e la sua umanità. Vi lasciamo le sue parole di chiusura del profilo: “Il consiglio che mi sento di dare ai colleghi pescasub è che il mare va vissuto con occhi aperti, rispetto e gratitudine per i regali che sa ancora farci. Il motto per tutti noi dovrebbe essere: ‘meglio un cappotto che un avannotto’. Buon blu a tutti.”.
21) PAG. 90: IL SALOTTO DEL SUB
Eudishow 2013; L’Assemblea annuale Istruttori Apnea Academy; La Fipsas all’Eudi; Iniziative Dan; Ssi a Milano; Le attivita’ della Fipia all’Eudishow 2013; A Grosseto con Marco Bardi; Spearfishing with Tiveron: il nuovo dvd by Omersub; Nuovi atleti nel team Omer/Sporasub; A Ostia il team Security Apnea 2013; Katabasis e la didattica Ssi quando apnea si dice Freediving Isola d’Elba 2013.

22) Pag. 96: IL MEDICO / I PERICOLI DELL’APNEA / 1 – di Massimo Malpieri
Nella pratica dell’apnea, la consapevolezza e un’approfondita conoscenza delle modificazioni fisiologiche in immersione contribuiscono a una maggiore sicurezza.

 

 

Pesca in Apnea n°120 Marzo Aprile 2013 scritto da Redazione Apnea Magazine media voto 5/5 - 2 voti utenti

Tags: , ,

Category: Articoli, Rivista pesca in apnea, Rubriche

Leave a Reply