Home » Articoli » Pillole di pesca in apnea: la pesca della corvina

Pillole di pesca in apnea: la pesca della corvina

| 22 novembre 2010 | 1 Comment
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

La corvina è senza dubbio uno dei pesci più belli ed eleganti con cui tutti si sono misurati almeno una volta. Tipico abitante di cunicoli scavati tra roccia e posidonia, spesso inespugnabili, appare dal nulla come un fantasma e come tale si dilegua nell’oscurità o tra i lunghi steli della sua pianta simbionte. Il lento e sinuoso incedere, la finta immobilità quasi ipnotica e i brucianti scatti in grado di schivare la freccia in arrivo, ne fanno la vera e propria croce e delizia del pescatore in apnea. Raggiunge una taglia notevole, e se gli esemplari preistorici sono una rarità, quelli fino ai 2 kg abitano ancora in abbondanza i nostri fondali, e spesso non nell’abisso come sarebbe facile pensare, ma nelle pozze d’acqua snobbate dai più. Catturare una grossa corvina può essere un colpo di fortuna; avvistarle, avvicinarle e portarle a paiolo con regolarità significa invece essere un grande conoscitore delle sue abitudini e un esperto cacciatore di questa specie.

In questa seconda clip l’abile Tommaso Gionni Marti, campione italiano a squadre di pesca in apnea e storico video operatore di Apnea Magazine, ci guida alla scoperta delle tecniche e delle malizie per insidiare con successo questo scienide. Diretta principalmente ai neofiti, contiene anche astuzie che, presentate attraverso le immagini di catture davvero emozionanti, potranno giungere nuove perfino a pescatori non di primo pelo. Con l’inverno alle porte, quale migliore occasione di sperimentare subito i consigli e i trucchi di questa realizzazione?

Nell’augurarvi buona visione vi anticipiamo che sono già in lavorazione altri coinvolgenti filmati. Ci vediamo alla prossima con un altro splendido pesce che spesso nobilita i nostri carnieri…

Tags: ,

Category: Articoli, Pesca in Apnea, Pesca in apnea: Tecniche e attrezzature

Leave a Reply