Home » Rubriche » Rivista pesca in apnea » Pesca in Apnea n° 92 – Ottobre 2010

Pesca in Apnea n° 92 – Ottobre 2010

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Presentiamo agli amici di Apnea Magazine il numero di ottobre di “Pesca in Apnea’ appena uscito e ora in edicola. Lo facciamo attraverso un servizio, che appare alle pagine 33-35, scritto da Stefano Navarrini e che lui stesso intitola “Profondo Blu’.

La copertina del numero 92 di Pesca in Apnea

Questa volta, a differenza del passato, diamo all’autore il mandato di introdurre il suo servizio, pubblicandone la premessa che appare sulla rivista con un gioco di domande e risposte nel quale Navarrini e´ maestro.

Difficile per un pescatore resistere al fascino della profondita´, spesso considerata un titolo di prestigio, dimenticando che il fine e´ quello di prendere pesci e non di fare un record. Sara´ pero´ bene non dimenticare mai la prudenza e la preparazione necessarie per affrontare la profondita´ in piena sicurezza.
Soprattutto oggi che i cambiamenti climatici stanno rivoluzionando i ritmi stagionali, il primo autunno, piu´ che la vigilia dell´inverno, e´ ormai diventato il naturale prolungamento dell´estate.
Questo vuole dire arrivare a ottobre con alle spalle il notevole allenamento frutto delle tante pescate estive e ritrovarsi in un mare ancora caldo e accogliente, tanto piu´ che il termoclino sara´ a quel punto sceso oltre i livelli per noi interessanti e che i pesci, tranquillizzati (come noi!) dalla fine del traffico diportistico, saranno di certo piu´ presenti e disponibili.
In altre parole, mai come in questo periodo saremo pronti ad affrontare la profondita´, una dea di innegabile fascino, che pero´ richiede la necessaria prudenza e un´altrettanto necessaria preparazione tecnica e fisica.

1) Pag. 14: AMBIENTI / IL POSTO PERFETTOdi Marco Bardi

E´ il sogno di tutti i pescatori in apnea, ma per trovarlo occorre anche una buona conoscenza del mare.

… La secca vergine e´ oramai una speranza remota, perche´ non esistono piu´ zone cosi´ poco battute da inglobare una secca non conosciuta.
Le strumentazioni elettroniche sono talmente sofisticate che permettono a tutti di cercare con facilita´ ovunque si voglia…
… Il pesce si sposta quando e´ disturbato dalla confusione. Si allontana e scende in profondita´ per poi ritornare a fine stagione, quando tutto si calma e puo´ vivere piu´ tranquillo lungo i fondali. In altri casi puo´ essere l´acqua meno ossigenata, come le correnti di acqua piu´ fredda, a farlo allontanare…
… Ecco che dal fondale inaccessibile salgono numerosi saraghi, tornano le corvine e tutti i pesci stanziali. Dopo aver trascorso interi mesi a profondita´ proibitive, appena si avvicinano alla costa sono piu´ tranquilli e piu´ facili da catturare…

2) Pag. 20: ATTREZZATURE / LA MUTA DEI DESIDERIdi Stefano Navarrini

L´evoluzione dei materiali, unita all´invidiabile sartorialita´ raggiunta oggi dalle aziende, offre un panorama qualitivo e quantitavo che al momento della scelta di una muta puo´ creare qualche imbarazzo. Saperne qualcosa di piu´ non puo´ che renderci piu´ consapevoli nelle nostre valutazioni.

… Ragazzi d´oggi, sentitevi dunque fortunati, perche´ i prodotti attualmente sul mercato potranno certamente essere migliorati in futuro, ma vantano gia´ caratteristiche tecniche di assoluto rilievo…
… Per questo un tanista scegliera´ necessariamente una muta foderata, almeno esternamente, e meglio se rinforzata nei punti di maggiore contatto…
… Qui ognuno dovra´ fare le sue scelte, anche in base alla zona di pesca. La presenza del termoclino, o comunque gli effetti della pressione idrostatica, possono infatti influenzare sensibilmente la scelta della muta, sia a livello di spessore sia di densita´ di neoprene…
… Una categoria a parte, quella del principiante, le cui tecniche iniziali saranno presumibilmente legate alla pesca in tana o comunque a pesci facili, ma che avra´ come prima esigenza quella di familiarizzare con l´attrezzatura…

3) Pag. 25: CHI SIAMO / RICCARDO MOLTENIdi Alberto Balbi

Che la pesca in apnea sia uno sport longevo e´ noto, ma pochi possono vantare le prestazioni e lo status atletico di Riccardo Molteni, un campione per il quale gli anni sembrano non passare mai.

… Riccardo ama pescare vari tipi di prede, che classifica a seconda della stagione. In inverno-primavera le prede piu´ ricorrenti sono il sarago, la spigola, la salpa, il cefalo, l´orata, mentre nei periodi estivo e autunnale sono presenti indubbiamente il dentice, il dotto, la cernia al libero, la tanuta e la ricciola…
… Non e´ stato semplice, soprattutto nei primi tempi, abituarmi a un recupero in superficie di 4 o 5 minuti dopo un´apnea di 2 minuti a una certa profondita´, quando in realta´ gia´ 50 secondi dopo il tuffo senti di essere pronto per quello successivo…

4) Pag. 30: LE ATTREZZATURE / IL “CORTO’ CHE PIACEdi Alessandro Martorana

… E´ probabilmente il piu´ usato tra i fucili oleopneumatici, sia in gara sia nella pesca di tutti i giorni, ma perche´ sia sempre al massimo della sua efficienza e´ necessario curarne lo stato di salute con un´opportuna manutenzione…
… Cominciamo innanzitutto ad analizzare i campi operativi d´elezione del corto ad aria compressa introducendo un´ulteriore differenziazione in rapporto alla lunghezza del fucile: una cosa e´ infatti pescare con un 50 e un´altra e´ utilizzare un 70, magari armato con tahitiana…
… La punta della tahitiana, come qualsiasi altro fucile subacqueo, deve essere appuntita come uno spillo e, a tale scopo, non sarebbe male tenere sempre in gommone una bella lima…

… Questa valvola presenta la filettatura che serve ad avvitare la pompa fornita in dotazione dovremo sempre curarci che tra il tappo di plastica dotato di guarnizione e la valvola stessa non ristagni mai acqua salata…

5) Pag. 36: ESPERIENZE / L´AVVENTURA: CEFALI IN FUGAdi Marco Bardi

Il rumore dell´impatto rimase l´unica nota anomala, perche´ non si integrava con l´atmosfera liquida. Mentre il mulinello scorreva freneticamente, mi accorsi che la sagola stava terminando. Le rocce fitte e aguzze sulle quali scorreva la sagola lanciavano cattivi presagi sul combattimento. La paura di perdere la sfida era come uno spettro che attendeva un minimo dettaglio per calare il sipario.

6) Pag. 40: TATTICA / COMPORTAMENTO DEI PESCI E STRATEGIA DI PESCAdi Pietro Milano

Esistono le regole e le eccezioni, e per la pesca in apnea sono innumerevoli queste situazioni imprevedibili. Esaminiamole, a partire dalla famiglia degli sparidi.

… Solitamente, se si presenta una tale fattispecie, il sarago e´ “fregato’, perche´ la nostra superiore esperienza ci fara´ fare una fluida capovolta, seguita da una discesa dal lato coperto, fino a giungere a tiro…
… In profondita´ l´aspetto al sarago e´ meno difficile che nel bassofondo: sara´ perche´ non e´ abituato a un simile approccio, sara´ per altre cause (dovendo disporre di una buona apnea), sussistono comunque ottime probabilita´ di successo…
… Conosciuto in tutta Italia con vari nomi dialettali, e´ un pesce abbastanza facile, ma di dimensioni non particolarmente allettanti. Gli esemplari di media pezzatura sono tra i 2 e i 3 etti e quindi poco appetibile per il pescatore serio…

7) Pag. 43: NUOVE TENDENZE/ AGGUATO CON LA TELECAMERAdi Alberto Balbi

Rivivere un´emozione, ma soprattutto poterla condividere con gli amici e con i compagni di pesca. E´ questa la molla che spinge sempre piu´ i pescatori in apnea a documentare con la telecamera le loro piccole-grandi imprese. Ma se il problema tecnico e´ oggi facilmente superabile, c´e´ qualcos´altro che…

… Oggi andare a pesca con la telecamera e´ diventata un´abitudine comune tra gli apneisti, che nella maggior parte dei casi si accontentano di brevi clip a ricordo delle catture piu´ importanti…
… I materiali utilizzati per i moderni scafandri sono principalmente due: lega di alluminio e prodotti plastici trasparenti o opachi modellati e dedicati alle varie telecamere in commercio (soluzione certamente piu´ economica)…
… L´importante e´ essere sempre critici e tagliare il piu´ possibile, perche´ se in pubblicita´ riescono a dare un messaggio in meno di tre minuti, voi potreste essere efficaci senza annoiare in un tempo ragionevolmente breve…

8 ) Pag. 47: IN PRATICA / A PESCA NEL TORBIDOdi Antonio Mancuso

Con la scarsa visibilita´ in acqua, il pescatore in apnea puo´ occultarsi meglio alla vista delle proprie prede. Grazie all´acqua torbida, le condizioni di pesca sono solo apparentemente sfavorevoli, perche´ anche il pesce ha difficolta´ nel percepire la presenza dell´uomo in immersione.

… Per fare questo ci viene in aiuto la maschera subacquea, la quale, interponendo uno strato di aria tra l´acqua e la cornea, ristabilisce le normali condizionidi funzionamento dell´occhio, permettendo una visione chiara anche nell´ambiente subacqueo…
… Cio´ premesso, specifichiamo che le condizioni tipiche in cui il mare si presenta torbido possono essere suddivise, per sommi capi, in due distinte situazioni: quella in cui l´acqua del tratto di mare interessato si presenta quasi costantemente torbida e quella in cui la torbidita´ dell´acqua e´ dovuta alle particolari situazioni del momento…

9) Pag. 50: NORMATIVE & C. / LEGGE, ETICA E DINTORNIdi Giorgio Volpe

Prendiamo le giuste posizioni nei confronti degli atteggiamenti negativi e dei pregiudizi che molti nutrono verso la pesca in apnea e i suoi praticanti.

… Al di la´ di quello che i giornali generalisti scrivono su di noi, spesso inconsapevoli del fatto che in Italia sono ormai trent´anni che la pesca subacquea puo´ essere esercitata unicamente in apnea…
… In ragione dell´illegalita´ diffusa, vera o supposta che sia, si elaborano norme sempre piu´ restrittive, che colpiscono unicamente gli onesti cittadini e avvantaggiano inconsapevolmente i bracconieri, liberi di dare il massimo sfogo alla propria rapacita´ senza la concorrenza degli appassionati onesti e in totale assenza di controlli…
… Ognuno ha il pieno diritto di seguire le proprie inclinazioni e agire nel rispetto dei propri principi etici, ma nessuno puo´ avanzare la pretesa di imporre il proprio personale codice etico al prossimo. Diversamente, si otterrebbe un risultato pessimo: sommando le regole di condotta etica individuali, infatti, si realizzerebbe una selva di prescrizioni che impedirebbe, di fatto, di pescare…

10) Pag. 53: AGONISMO / GARE: LA PESCA SI EVOLVEdi Antonio Mancuso

Rispetto al recente passato, quando il regolamento prevedeva l´utilizzo del gommone, le strategie di gara sono oggi molto differenti. Gli atleti, infatti, si sono dovuti adeguare
a nuove regole e al mutato comportamento delle prede. Vediamo come.

… Per fare il punto su come sia cambiato il modo di affrontare le competizioni, abbiamo voluto sentire il parere di tre atleti provenienti da tre diverse regioni della nostra penisola, cosi´ da farci descrivere come, secondo il loro parere, sia mutato l´atteggiamento comportamentale di quelle prede che notoriamente fanno parte dei carnieri di un agonista e come riescono a insidiarle tenendo conto delle nuove regole in vigore nei campionati di pesca in apnea. Adesso sentiamo il parere di due atleti, Giovanni Mangano e Luca Limongi…
… La corvina e´ un pesce che si puo´ catturare sia in tana che nelle praterie di posidonia, dove riesce a sfuggire molto facilmente al pescatore. Nonostante tutto e´ proprio in questo, che e´ il suo ambiente preferito, che in gara cerco di catturarla con fucili lunghi (almeno da 90 cm di affusto)…
… Per il sarago, quando ancora si poteva effettuare lo spostamento con il gommone, si individuava la tana buona, si catturava la preda, ci si spostava in quella successiva e cosi´ via…

11) Pag. 56: AGONISMO / COPPA PUGLIA 2010di Antonio Mancuso

Nelle acque di Mola di Bari, si e´ tenuto il II Campionato Italiano a Coppie Open di Pesca in Apnea, vinto da Francesco Annoscia e Savino Vitantonio.

… L´11 luglio scorso, nelle acque del Golfo di Taranto, si e´ disputata un´importante competizione regionale di pesca in apnea a squadre, perfettamente organizzata dal Best di Taranto, ma che ha visto prevalere il Club Sommozzatori Bari…

12) Pag. 58: L´EVOLUZIONE DEL PESCAPNEISTA / IL SALTO DI QUALITA´di Roberto Tiveron

Premesso che per ognuno occorre un tempo diverso per raggiungere livelli elevati, e´ comunque fondamentale non perdere mai di vista gli elementi cardine che possono velocizzare la fase di sviluppo.

… Quando si ha consapevolezza del modo in cui cambia la fisiologia del proprio organismo durante un´immersione in apnea e in funzione delle proprie azioni, si potrebbe dire che si lascia poco al caso: il condizionale, pero´, e´ d´obbligo, visto che ci troviamo in un ambiente che puo´ variare in pochissimo tempo…
… osservazione consente spesso di salvarsi in calcio d´angolo. Quando si va in mare, non si deve tralasciare nulla e sin dal primo momento occorre ricercare i particolari: le condizioni meteo, la provenienza e l´intensita´ del vento, la direzione e l´intensita´ della corrente…

13) Pag. 59: BLOCK NOTES SUB

IL BRAVO PESCATORE IN APNEAdi Marco Bardi
Come avvicinarsi ai pesci; La buona gomma – Come testare la qualita´ degli elastici del fucile; Fondali ricchi – Dove funziona l´ecosistema c´e´ grande varieta´ di vita; Il barracuda; Pesca in tana e velocita´ – Avvicinamento e cattura sono i due momenti importanti dell´azione; Controllo & precisione – Come far convivere la potenza del tiro e la sua precisione.

LE MIE ATTREZZATURE PER LA PESCA IN APNEAdi Alessandro Martorana
Dalla Seac la maschera Angel; Lo schienalino in gomma Saplast; Vela, le pinne della Seatec – Pale smontabili in polimeri di qualita´ e ben profilate per un buon rendimento; Mares Razor carbon – La pala in carbonio entra con questo modello nella produzione delle pinne Mares; Una sagola per boe tra gli accessori Omer; Killer Cressi-sub.

STAR BENE ANDANDO SOTT´ACQUAdi Roberto Tiveron
Il sudore come indice del grado di allenamento; L´igirene della muta; Una vestizione facilitata; Cefalea da sforzo – Un fastidio diffuso, ma di semplice soluzione; I gas dell´apnea.

SICUREZZA E PROTEZIONEdi Antonio Mancuso
Il ruolo biologico del sale – Parliamo di un elemento essenziale per la nostra vita, presente in gran parte dei tessuti e dei fluidi; Invasione di meduse – La diminuzione di specie predatrici nei nostri mari sta portando a una grande proliferazione di meduse; Le proprieta´ curative dell´acqua di mare; Il riflesso mammifero da immersione; L´alga killer.

IL NEGOZIANTE DI FIDUCIA
Atlantide, Torre a Mare (Bari); MondoSub, Roma.

14) Pag. 72: CAMPIONI&CAMPIONATI / I CONSIGLI DEI CAMPIONI COSA SERVE PER VINCERE/8di Marco Bardi

Abbiamo intervistato tre nuovi atleti di massimo livello per capire quali sono, secondo loro, le componenti piu´ utili per raggiungere i migliori risultati.

15) Pag. 75: FUCILI: LA PROVA IN MARE / OMERSUB ARBALETE CAYMAN ET CAMU3D 105

Vi presentiamo un arbale´te particolare, con l´asta che scorre in un tunnel: un sistema studiato ad hoc. In queste pagine, i risultati delle nostre prove.

16) Pag. 81/87: PRESENTAZIONE TECNICA

BEUCHAT/BORSE ANTILLES DRY: Un set di tre borse, realizzate con grande cura ed eleganza, per trasportare le nostre attrezzature.

SEATEC/ARBALETE GUACO: Nell´ampia gamma degli arbale´te Seatec non puo´ mancare un modello per chi voglia un fucile classico, dal prezzo contenuto, ma di qualita´. Le sue misure coprono tutti i tipi di pesca.

SPORASUB/GILET A SGANCIO RAPIDO: Uno schienalino gilet che si differenzia da altri modelli per il sistema di sgancio rapido.

ROFOS SUB: MUTA SPACCATA FODERATA MEGA STRETCH 5 MM: Una muta che coniuga robustezza e comfort con cura artigianale e buon rapporto qualita´/prezzo.

CRESSI-SUB/TORCIA FROGMAN: Una nuova lampada compatta, ricca di interessanti caratteristiche in quanto a luminosita´ e autonomia.

OMERSUB/ PIOMBO PEDAGNO A SGANCIO RAPIDO: Un piombo a sgancio rapido per ancorare la boa.

17) Pag. 88: A COLPO SICURO CALABRIA 1 / SUL BANCO AMENDOLARAdi Antonio Mancuso

Per pescapneisti molto esperti.

18) Pag. 89: A COLPO SICURO SICILIA 2 / NEL MARE DIMESSINA: CAPO PELOROdi Antonio Mancuso

In un mare di correnti.

18) Pag. 90: INSIEME / SIMONE BELLONI PASQUINELLI DA… LA SPEZIAdi Giorgio Volpe

Sportivo per antonomasia, essendo anche appassionato di tennis e caccia, Simone pesca da circa trent´anni e nel mare trova quel relax necessario per caricarsi e affrontare la vita di tutti i giorni.

Tags: ,

Category: Rivista pesca in apnea, Rubriche

Leave a Reply