Home » Articoli » Pesca in apnea n° 107 Gennaio 2012

Pesca in apnea n° 107 Gennaio 2012

| 10 gennaio 2012 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Cari amici pescatori, ecco i principali argomenti trattati nel numero di gennaio di PESCA IN APNEA (oltre a tanti altri). Anche se con un po’ di ritardo, vi auguriamo un felice anno nuovo.

La copertina del numero 107 di Pesca in Apnea

1) Pag. 10: TECNICA / SPECIALISTI NEL BASSO FONDALEdi Marco Bardi

Nei primi 4 metri spesso si possono vivere belle emozioni, ma bisogna essere ben preparati e non improvvisare.

2) Pag. 16: CONSIGLI / L’ARTE DI IMPARAREdi Giorgio Volpe

Buona parte degli appassionati non riesce ad acquisire continuità nelle prestazioni e confrontarsi con un’alta percentuale di cappotti. Fare il salto di qualità, però, è sempre possibile, anche dopo molti anni di abitudini sbagliate: basta, in fondo, correggere i propri errori. Ecco la storia di due fratelli: uno è il maestro, l’altro è l’allievo.

3) Pag. 22: ESPERIENZE / CARPE DIEMdi Marco Bardi

Esiste sempre l’attimo ideale da cogliere senza ripensamenti. La storia racconta di una grande cernia che viveva sotto un alto ciglio molto profondo, un luogo che le permetteva di procurarsi qualsiasi tipo di cibo e, al tempo stesso, di sprofondare alla base, dove caverne e meandri diventavano rifugi inaccessibili. La profondità molto elevata dava alla cernia una sicurezza in più e per tutta l’estate si era divertita a prendere in giro pescatori in apnea che, dopo averla vista, tentavano l’avvicinamento. Il più delle volte non riuscivano nemmeno ad arrivare sullo scalino del ciglio e, quando qualcuno riusciva a scendere quel poco in più, lei si inabissava e scompariva dentro una grotta.

4) Pag. 27: CHI SIAMO / CHRISTIAN MORTELLAROdi Alberto Balbi

La Sicilia è terra di grandi campioni di pesca in apnea e i giovani come Christian Mortellaro sembrano essere sulla strada giusta per mantenere alta la tradizione.

5) Pag. 32: IN PRATICA / NON TRASCURARE I DETTAGLI IMPORTANTIdi Roberto Tiveron

Dettagli e finezze, conquistati con l’esperienza su tecniche e attrezzature, possono farci guadagnare quei pochi secondi in più necessari per portare a tiro la nostra preda.

6) Pag. 36: TECNICA / (2) LE ALTRE “PADELLE”di Stefano Navarrini

Parte conclusiva dell’analisi delle “padelle”. Questa volta parliamo di quelle accidentali e delle semipadelle. Alla fine, comunque, ognuno di noi potrebbe raccontare decine di episodi con la propria casistica.

7) Pag. 38: LE DOMANDE E LE RISPOSTE / ATTREZZATURE MIRATEdi Stefano Navarrini

Freddo e mare mosso, nuvole e pioggia, acqua torbida e fondali deserti. Quando la situazione si fa dura, i duri scendono in campo, e noi infatti siamo lì, in acqua, ogni tanto a chiederci perché, ma per lo più a goderci il piacere di una pescata invernale, che se affrontata con le attrezzature adatte resta comunque un impagabile godimento.

L’inverno del nostro scontento, lo chiamava il vecchio Steinbeck, che però non aveva mai messo il naso sott’acqua e della pesca in apnea gli fregava il giusto. Però, tutto sommato, lo diciamo anche noi, che nel nostro piccolo ci vediamo frustrati nelle ambizioni di discese ardite e di prede da sogno. Perché l’inverno porta i tanti disagi del freddo e del maltempo, ma soprattutto porta il fastidio di attrezzature che spesso ci fanno assomigliare all’omino Michelin e di pescate che altrettanto spesso si potrebbero appendere nell’armadio come fossero… cappotti!

Dato, però, che la pesca in apnea è quello che è, ovvero un fuoco che non si spegne neanche sotto le violente piogge invernali, occorre fare buon viso a cattivo gioco e magari organizzarsi alla meglio non solo per bypassare le sofferenze meteo termiche inflitte dalla stagione, ma anche per adattare le nostre attrezzature a tecniche e situazioni ambientali alquanto diverse da quelle estive.

8) Pag. 42: TATTICA / LA PESCA ALL’AGGUATOdi Pietro Milano

Nascondersi per poi sorprendere la preda è la più antica strategia di caccia comune a tutto il mondo animale, uomo incluso, anche il pescatore in apnea. Proviamo allora a capire meglio tecnica e attrezzature della pesca all’agguato.

9) Pag. 45: LE NOSTRE CAPACITA’ / SEI BRAVO O FORTUNATO? di Alessandro Martorana

Non sempre una bella cattura è frutto esclusivamente di fortuna o di bravura. Certo, a volte servono tutte e due, ma qualche spunto di riflessione potrà aiutarci a capire meglio quanto contino l’una e l’altra.

10) Pag. 50: STORIE DI MARE / QUEL DENTICE VOLUTO A OGNI COSTOdi Antonio Mancuso

Le condizioni in acqua sono proprio quelle ideali e mi impongo d’insistere, convinto di ottenere il risultato tanto desiderato…

11) Pag. 53: FUCILI: LA PROVA IN MARE / SEAC SUB ARBALETE STING 75di Alessandro Martorana

Un fucile “entry level” semplice ed economico, ma costruito e progettato con le stesse prerogative dei fucili di classe superiore. Disponibile nelle lunghezze di 45, 55, 65 e 75 cm. Affusto da 28 mm ed elastici in puro latex ambra da 16 mm.

12) Pag. 57: BLOCK NOTES SUB

IL BRAVO PESCATORE IN APNEAdi Marco Bardi

In caso di freddo; Alleniamoci al tiro; No al controluce – Una situazione che ci rende ben visibili alle nostre prede; Il mare di gennaio; Calda o fredda? – Come la temperatura dell’acqua influenza la presenza dei pesci; Sagola e boa.

LE MIE ATTREZZATURE PER LA PESCA IN APNEA di Alessandro Martorana

Il nuovo fucile Saetta Cressi; Da Omer la maschera Zero3 by Momo Design; Salvimar presenta l’arbalete Voodoo Carbo; I fucili Venom e Venom Pro Mares; L’aeratore Jet della Seac Sub; Muta da 8 mm Tecnoblu – Per lunghe battute invernali, potendo scegliere tra numerose tinteggiature mimetiche.

STAR BENE ANDANDO SOTT’ACQUAdi Roberto Tiveron

Allenamento aerobico, ma con attenzione – Non sottovalutiamo possibili disturbi alle articolazioni; Insonnia prima di una gara o di una pescata; Vitamina C: meglio la frutta acerba; Quanta aria nei polmoni in acqua bassa? Per non risentire troppo del fastidioso riflesso di scoppio, non conviene avere i polmoni pieni al 100%; Becco d’anatra per evitare freddo e irritazioni.

SICUREZZA E PROTEZIONE di Antonio Mancuso

Le eruzioni cutanee del subacqueo; Asma e attività subacquee; Effetti del raffreddore; Stiracchiamo i muscoli – Fare stretching è un ottimo allenamento per la forma fisica; Fondente per diventare più forti.

13) Pag. 66: CAMPIONI & CAMPIONATI / UN NUOVO TROFEO IN SICILIAdi Marco Bardi

La prima edizione di Ilovepescasub è andata a Nicola Riolo, ma soprattutto ha trionfato l’entusiasmo.

14) Pag. 68/73: PRESENTAZIONE TECNICA

MAT MAS / PINNE SA E ST: La Mat Mas progetta e realizza pinne in composito estremamente specializzate. La SA nasce per la staffetta a squadre del tiro al bersaglio, mentre la ST è il prodotto ideale per il biathlon.

CARBONIO GFT / PALE AERO: Un nuovo paio di pale in carbonio contraddistinte da reattività, leggerezza e robustezza.

NEOS SUB/ COPRIMUTA TERMOGIACCA: Un prodotto per allontanare il freddo durante i trasferimenti invernali in gommone con la muta bagnata.

OMER / TUTA SPORTIVA: Un indumento sportivo studiato per il pescatore in apnea.

SPORASUB / JACKET WINDSHELL: Un giubbotto tecnico per proteggersi dal freddo e dal vento.

15) Pag. 74: A COLPO SICURO SICILIA 1 / STROMBOLI: LA SECCA DI SCIROCCOdi Antonio Mancuso

A sud-ovest di Strombolicchio, la grande montagna sommersa.

Pag. 75: A COLPO SICURO SICILIA 2 / PESCARE A OGNINA DI SIRACUSAdi Antonio Mancuso

A pochi chilometri dall’amp del Plemmirio, un suggestivo angolo di Sicilia.

16) Pag. 76: INSIEME / VINCENZO D’ORIANO

Le prede di Vincenzo, grande mangiatore di pesce, finiscono tutte nel piatto. Dall’avventura in Norvegia alle catture più importanti. Tra queste, un’orata di quasi 3 kg catturata in Corsica. Il video? È su YouTube…

Speciale Selettive – Aggiornamenti 2011-2012

Proseguiamo il resoconto delle gare di selezione della stagione 2011-2012, segnata da significative novità regolamentari. La prima parte della stagione, come vedremo, non ha mancato di riservare singolari sorprese, come, ad esempio, gli strardinari carnieri dei primi due classificati nella gara di Talamone, in Toscana.

Maxi dentice nel bassofondo

Il Ci.Ca.Sub Garibaldi compie 60 anni

17) Pag. 80: IL MEDICO / APNEA IN SICUREZZA / 2 di Massimo Malpieri

Continuiamo con la nostra analisi su cosa monitorare nel periodo invernale. Per concludere che sarà molto utile l’esecuzione di una visita d’idoneità e un check-up biochimico del sangue.

Tags: , , ,

Category: Articoli, Rivista pesca in apnea, Rubriche

Leave a Reply