Home » Rubriche » Rivista pesca in apnea » Pesca in Apnea n° 100 Giugno 2011

Pesca in Apnea n° 100 Giugno 2011

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

La copertina del numero 100 di Pesca in Apnea

Quello che state sfogliando e’ il numero 100 del mensile Pesca in Apnea. Un compleanno importante da ricordare. Da piu’ di otto anni, dunque, cari amici di Apnea Magazine, abbiamo ogni mese un appuntamento. Voi, numerosi ed entusiasti, con i vostri quesiti, noi con la nostra squadra (Marco Bardi, Giorgio Volpe, Alessandro Martorana, Stefano Navarrini, Antonio Mancuso, Roberto Tiveron, Alberto Balbi, Nino Piras, Stefano Marenco, Massimo Malpieri, Pietro Milano) pronta a soddisfare tutte le vostre richieste. Un bell’incontro, una bella amicizia. Continuiamo cosi’. Ne vale la pena. A seguire, come ogni mese, pubblichiamo un piccolo estratto dei servizi che appaiono sul numero 100 di Pesca in Apnea ora in edicola. A chi vorra’ acquistare la rivista e agli abbonati che la ricevono a casa, buona lettura!

1) Pag. 18: TECNICA / LA FASE 2: QUANDO VEDI IL PESCE MA NON LO PRENDI di Marco Bardi

L’equilibrio della zavorra e come avvicinarsi ai pesci sono gli argomenti cardine della seconda fase che deve affrontare un pescatore in apnea nella sua crescita.

… Equilibrio di zavorra e’ una parola d’ordine per qualsiasi pescatore in apnea. Se non si arriva ad avere un perfetto controllo dei movimenti e dell’assetto, ogni tipo di tecnica presentera’ un pesante handicap. Sara’ impossibile essere armoniosi e silenziosi, ogni tecnica sara’ macchinosa e goffa. Invece di essere concentrati sulla fluidita’ dell’azione di pesca, si rischia di focalizzare tutta l’attenzione sul galleggiamento o sulla pesantezza e di mettere in moto meccanismi molto negativi, che nel loro insieme sono piu’ dannosi ai fini della cattura di quanto non lo sia una carenza di apnea. Eppure, in questa seconda fase della pesca, viene piu’ spontaneo pensare a come aumentare l’apnea piuttosto che a perfezionare l’assetto, e questo la dice lunga sul come sia semplice commettere dei banali errori…

… In teoria sappiamo che si deve scendere lenti e silenziosi, che si deve scivolare sul fondo e poi rasentarlo, ma, in pratica, senza un equilibrio di zavorra questo e’ impossibile…

… Sapere avvicinare il pesce e’ cio’ che serve in questa fase per superare gli ultimi ostacoli, perche’ se e’ vero che riusciamo a vederlo ma non gli arriviamo a tiro, l’unico modo concreto di finalizzare una cattura e’ quello di imparare ad avvicinarsi fino a quel limite che consenta un tiro abbastanza sicuro…

… Altre volte puo’ funzionare un movimento lento e preciso del fucile che si sposta per allinearsi meglio sul pesce…

2) Pag. 24: IN PRATICA / LA GESTIONE DELL’ENERGIAdi Stefano Navarrini

Una bella giornata di pesca, a prescindere dal risultato, nasce da un insieme di fattori vari ma ben calcolabili, mossi da un’energia che non e’ solo fisica o mentale, ma anche relativa a qualunque cosa influisca sullo svolgersi degli eventi.

… Non dimentichiamoci, pero’, che nessuno ci obbliga a scendere a 30 metri per portare a casa qualche pesce e, se non vogliamo dedicarci all’agonismo ma vivere comunque quelle straordinarie emozioni che solo la pesca in apnea sa offrire, possiamo limitarci a quote piu’ umane, magari sviluppando meglio quegli accorgimenti tattici e tecnici che si affinano solo con l’esperienza…

… La gestione dell’energia, per quanto riguarda l’uso del gommone, va intesa in un accurato calcolo del carburante necessario per la nostra uscita, aggiungendo una doverosa dose di riserva contro ogni imprevisto…

3) Pag. 30: ESPERIENZE / IL SOGNO DEL VOLOdi Marco Bardi

L’ultimo respiro prima della capovolta segna l’abbandono del mondo terrestre, subito dopo l’uomo inizia a volare nel blu. La pesca in apnea e’ la realizzazione del piu’ antico sogno dell’uomo: il sogno del volo! Infatti, soltanto sott’acqua il corpo umano e’ in condizioni di muoversi liberamente verso il basso e verso l’alto con la sola propulsione dei propri muscoli. Se si unisce alla suggestione del volo la potente immagine del selvaggio mondo sottomarino, con il desiderio di liberta’ e di avventura che evoca, ecco che si arriva a percepire il senso profondo della pesca in apnea. Liberta’, magia, avventura! Per questo c’e’ tanta emozione nello sfidare una preda nel suo ambiente. Siamo noi che ci trasformiamo e cerchiamo di diventare come un pesce, e non il contrario.

4) Pag. 28: CHI SIAMO / GIANMATTEO GROSSI: A TUTTA PESCAdi Alberto Balbi

Una passione insanabile per le moto, ma prima ancora un grande amore per il mare e per la pesca, sopra e sotto l’acqua, dolce o salata che sia. Gianmatteo Grossi, pur non essendo piu’ giovanissimo, e’ ancora nell’eta’ d’oro per esprimere grandi risultati.

… Pescando nel torbido e spesso nel mare formato, Grossi sceglie con cura le sue attrezzature partendo proprio dall’elemento fondamentale: il fucile…

… Naturalmente, in gommone o sotto il pallone porto sempre anche un corto con fiocina, nel caso si rendesse necessario pescare in tane strette e anguste dove spesso si rifugiano i saraghi.

In inverno utilizzo mute molte spesse in liscio spaccato, mentre nei mesi piu’ caldi alterno mute mimetiche foderate esternamente, selezionando diversi spessori per giacche e pantaloni…

… Anche se stavo cercando una tana di corvine che conoscevo, ho visto del movimento sospetto e ho sorpreso i due saraghi poco oltre un anfratto, al quale mi sono avvicinato con attenzione e tecnica mista aspetto-agguato…

… In questa situazione, il fucile ideale e’ un 90 (sia a elastico che ad aria compressa), molto brandeggiabile e leggero. Scendere di misura potrebbe essere pericoloso…

… Nell’acqua torbida, infatti, i nostri tempi di permanenza sul fondo si ridurranno drasticamente, a causa della pesante situazione psicologica che si viene a creare durante le nostre apnee…

5) Pag. 47: LE DOMANDE E LE RISPOSTE / L’ANTICA REGINA di Stefano Navarrini


Protagonista di una realta’ antica e apparentemente quanto ingiustamente superata, la cernia sembra non essere piu’ il sogno o, se preferite, la cosiddetta tesi di laurea dei pescatori in apnea. Sembra, appunto, ma forse le cose non stanno esattamente cosi’.

6) Pag. 50: LE NOSTRE PREDE / UNA SPIGOLA FUORI STAGIONE – di Roberto Tiveron

E’ per antonomasia la preda piu’ ricercata nelle fredde acque invernali, ma non e’ detto che la spigola, soprattutto in certi luoghi e in certe situazioni, non possa regalarci un’emozionante sorpresa anche nel pieno dell’estate.

… Contrariamente a quanto si crede, pero’, la spigola si puo’ incontrare regolarmente anche in estate, forse in gruppi meno numerosi rispetto a quanto accade in inverno, ma e’ certo che molti pescatori in apnea e molti pescatori esperti in traina di superficie catturano regolarmente spigole anche di grandi dimensioni durante l’estate…

… Come per tutte le prede del pescatore in apnea, anche per incontrare la spigola esistono dei momenti piu’ indicati rispetto ad altri e questi coincidono sicuramente con il momento in cui il pesce si dedica alla ricerca del cibo…

… Al pari di altri pesci e, specialmente, dei predatori, la spigola avendo 360 gradi di possibilita’ per soddisfare la sua curiosita’ e avvicinarsi al pescatore, lo fara’ tenendosi il sole alle spalle, in modo da avere una chiara visione del panorama di fronte a lei…

7) Pag. 55: AMBIENTE / AMP: CHI LA DURA LA VINCE?di Giorgio Volpe

La linea di chiusura verso la pesca in apnea adottata dal Ministero dell’Ambiente, unita alla proliferazione delle aree marine protette, ha determinato un’intensificazione e una ramificazione della protesta della nostra categoria. Oggi, pero’, anche i piu’ convinti detrattori della nostra disciplina sembrano disponibili a un ripensamento, aprendo un piccolo spiraglio di luce per la nostra disciplina.

… con una mossa a sorpresa il sindaco di Favignana, Lucio Antinoro, ha scritto al ministro Prestigiacomo, in qualita’ di presidente dell’amp delle Isole Egadi, per chiedere la costituzione di un tavolo tecnico congiunto tra il Ministero dell’Ambiente e quello delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per la ridefinizione della cornice normativa nazionale relativa alla pesca in apnea sportiva e amatoriale. Lo scopo dichiarato di questo rinnovamento normativo sarebbe quello di porre fine al “far west” che caratterizza la nostra disciplina, al fine di riconsiderare il divieto integrale della pesca in apnea nelle amp. In altre parole, Antinoro si dichiara certo del fatto che il riallineamento delle norme della pesca in apnea con quelle della caccia terrestre consentirebbe al Ministro dell’Ambiente di rivedere il divieto integrale nelle amp e di reintrodurre la possibilita’ di fruizione delle zone a tutela parziale (zone C e D) almeno agli appassionati residenti nei comuni interessati…

8) Pag. 59: FUCILI: LA PROVA IN MARE / CRESSI ARBALETE GERONIMO CREVASSE 55di Alessandro Martorana

Un “microarbale’te” per la pesca in tana e al razzolo, con gli stessi contenuti tecnici dei modelli piu’ lunghi della serie Geronimo. Disponibile in due lunghezze, monta una freccia filettata per la fiocina.

9) Pag. 65: BLOCK NOTES SUB

 

IL BRAVO PESCATORE IN APNEAdi Marco Bardi

I tempi di apnea nella pesca – Per la nostra attivita’ e’ giusto parlare di apnea e non di record!; La forza delle gomme; Prima di entrare in acqua; Pesi e spinte; Giorni d’estate al mare – La bellezza delle acque nel mese di giugno e’ un bell’invito a immergersi.

LE MIE ATTREZZATURE PER LA PESCA IN APNEA di Alessandro Martorana

Nuovo arbale’te Bolt e Bolt Special Seacsub; La tradizione per il Comanche Cressi – Un fucile che raccoglie l’eredita’ dell’Apache; Boomblast, le pinne in carbonio Salvimar; Il kit mimetico Omer – Coloriamo come vogliamo l’attrezzatura; Dalla Mares la nuova asta Race per Cyrano e Sten11;

STAR BENE ANDANDO SOTT’ACQUAdi Roberto Tiveron

Dolori intercostali dopo una lunga giornata di pesca; Il diaframma aiuta la pompa cardiaca; Contrastare il passare degli anni e restare in forma – Mantenere uno stile di vita corretto per un fisico efficiente; Meglio avere il sangue ossigenato che i polmoni pieni…

SICUREZZA E PROTEZIONEdi Antonio Mancuso

Dall’estratto di ciclamino uno spray per la sinusite; Consumi e autonomia del mezzo nautico; Iperventilazione e apnea; Pesca in coppia, sicurezza in acqua; Iperventilazione e apnea.

10) Pag. 74: IMMAGINI E RICORDI / JOSE’ AMENGUALdi Antonio Mancuso

Un documentario in dvd sul grande campione spagnolo, in cui vengono ripercorse le tappe piu’ importanti della sua impareggiabile carriera.

11) Pag. 78: CAMPIONI & CAMPIONATI / A PESCA CON PALUZZIdi Marco Bardi

Trenta domande a Fabrizio Paluzzi, giovane componente del team Omer, che ci racconta la sua passione per la pesca in apnea, con un percorso da autodidatta che ha premiato una forte volonta’.

12 Pag. 80/89: PRESENTAZIONE TECNICA

MUTA PURE INSTINCT CAMO BROWN: La Mares Pure Instinct Camo Brown e’ una muta tecnica per

pescatori esigenti, che amano il mimetismo a scomposizione d’immagine.

SPORASUB / COMPUTER SP1: Un computer automatico a soli 229 euro, che dice tutto quello che serve a un pescatore in apnea.

OMER / AFFILACOLTELLI: Un coltello efficiente e’ tra le prime garanzie di sicurezza per il pescatore in apnea.

SALVIMAR / MASCHERA D-EVO: Volume interno ridotto, grande visibilita’ e appoggio confortevole per una maschera che aiuta nell’azione di pesca.

SEAC SUB / MUTA PYTHON PLUS 5 MM: La muta top di gamma dell’azienda, con fodera superelastica e mimetismo a scomposizione d’immagine.

SEATEC / TESTATA EVO AIR: Un accessorio che migliora le prestazioni di uno pneumatico “tradizionale” nella velocita’ dell’asta e nella gittata.

13) Pag. 88: A COLPO SICURO CALABRIA 1 / SOVERATO: LA FOSSA DEI MONACIdi Antonio Mancuso

A pesca nello Ionio catanzarese.

14) Pag. 89: A COLPO SICURO SICILIA 2 / TERRASINI: LA SECCA LAGNUSAdi Antonio Mancuso

Nel mare di Palermo.

15) Pag. 90: INSIEME PER IL NOSTRO CLUB / ROSARIO IVALDI DA MESSINAdi Giorgio Volpe

Con una collezione di splendide prede, tra cui una ombrina di 33 chili, Rosario e’ un appassionato verace di pesca in apnea che ama “profondamente” i fondali della sua Sicilia.

16) Pag. 94: IL MEDICO / ATTENTI ALLE GINOCCHIA/1 – di Massimo Malpieri

Le ginocchia, articolazioni complicate e delicate, devono essere ben protette e salvaguardate in ogni attivita’ sportiva che comporti un grande dinamismo. L’immersione subacquea e la pesca in apnea sono tra queste.

17) Pag. 96: IL MARE IN TAVOLA / L’ORATA DEI DESIDERI

 


Pesca in Apnea è il mensile edito da La Cuba con cui Apnea Magazine ha da sempre un rapporto di collaborazione, ma che resta un’entità totalmente distinta e indipendente. Le richieste di informazioni su abbonamenti, spedizioni o pubblicità devono essere, pertanto, inviate alla casa editrice La Cuba.

Tags: , ,

Category: Rivista pesca in apnea, Rubriche

Leave a Reply