Home » News » News Pesca in Apnea » Pesca in apnea in Francia, le dichiarazioni di Olivier Bardoux

Pesca in apnea in Francia, le dichiarazioni di Olivier Bardoux

| 10 gennaio 2003 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Le nebbie cominciano a diradarsi ed il quadro francese assume toni cupi, ma nitidi.
Abbiamo intervistato Olivier Bardoux, uno dei membri fondatori della FNPSA (Federazione Nazionale della Pesca Sportiva in apnea), per saperne di più circa i programmi di questa nuova entità e per capire quali possano essere gli sviluppi della situazione complessa che si è venuta a creare con il distacco dalla FFESSM.

AM. Come siete giunti alla decisione drammatica di abbandonare la FFESSM per creare una nuova federazione?

Olivier Bardoux: E’ chiaro che la Nostra federazione (ffessm) da diversi anni ha completamente rinnegato la pesca sub, pur essendo questa la seconda risorsa finanziaria della stessa. Gli attacchi ed i colpi bassi si moltiplicano all’interno stesso della FFESSM. Per essere franchi, è chiaro che gli interessi di pescatori in apnea e subacquei che si immergono con le bombole risultano sempre più divergenti: la coabitazione non è più possibile, e anche se la scissione è sicuramente drammatica si profila come unica via per continuare ad esistere e a praticare la pesca sportiva amatoriale e/o agonistica.

AM. Quanti Club contate di affiliare alla vostra federazione?

OB: La Federazione esiste da meno di un mese [ è nata il 14 Dicembre 2002] ed i clubs si stanno affiliando rapidamente. Contiamo di affiliare, entro il mese di Marzo, la quasi totalità dei clubs di pesca sub di Francia.

AM La CMAS non riconosce più di una Federazione nazionale per disciplina…..come farete a prendere parte alle competizioni internazionali?

OB: Noi speriamo di poter incontrare la delegazione Ministeriale in tempi rapidi per poter divenire l’unica Federazione rappresentativa ed autorizzata ad organizzare le competizioni. Quando ciò accadrà, tutti i clubs si affilieranno alla FNPSA. In tutti i modi, la FFESSM ha deciso di sospendere tutte le gare in Francia e s’appresta, di seguito, a decidere del futuro della CMAS su questo tema.

AM: La Federazione della Pesca francese è d’accordo con voi?

OB La Federazione della Pesca Francese è pienamente concorde a riceverci e noi attendiamo con impazienza, tutto è pronto per accoglierci.

Alla luce di quanto dichiarato da Bardoux, possiamo confermare che tutti i nostri dubbi e le nostre perplessità erano pienamente giustificati. Lo strappo con la FFESM è tale da aver spinto i pescatori in apnea francesi ad un vero e proprio “salto nel buio”. Attraverso il riconoscimento della Federazione della pesca sportiva (che in Francia è distinta da quella delle Attività Subacquee, diversamente da quanto accade in Italia) la FNPSA conta di accedere ai finanziamenti governativi, di ottenere la gestione delle licenze di pesca [per praticare la pesca in apnea in Francia è necessario ottenere il rilascio di una licenza] e di poter organizzare il proprio circuito di competizioni a livello nazionale. Ma resta la questione chiave delle competizioni internazionali: tra gli obiettivi dichiarati della FNPSA c’è anche quello della formazione della Nazionale di pesca in apnea per la partecipazione al circuito agonistico CMAS, ma si tratta di un obiettivo raggiungibile solo nel caso in cui la FFESSM smetta per qualche motivo di rappresentare la pesca in apnea francese in seno alla CMAS, che -ricordiamolo- riconosce una ed una sola federazione nazionale per ciascuna disciplina sportiva……

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply