Home » News » Nel tirosub le gambe non servono!

Nel tirosub le gambe non servono!

| 16 maggio 2007 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Reduce da un grave infortunio alla caviglia, che lo costringe ancora ad usare stampelle e tutore, Norberto Cinquegrana dimostra, se mai ce ne fosse stato bisogno, che per vincere una gara di tiro al bersaglio subacque basta una gamba sola.

Questo infatti il risultato, nella specialità del tiro libero, della gara di qualificazione organizata dal circolo Pianeta Olga Sport di Catania che si è disputata domenica 13 maggio nella piscina comunale di Augusta (SR), in una giornata caratterizzata da condizioni perfette sia per la splendida giornata di sole che per l’ ottima visibilità in acqua.

Calzando una sola pinna il forte atleta pugliese, ormai da tempo trasferitosi a Siracusa, ha ottenuto due ottimi punteggi in entrambe le manche con 1.800 punti nella prima e addirittura 2.000 nella seconda, per un totale di 3.800.

Dietro di lui, ma molto distanti nel punteggio, si sono classificati Giovanni Scapellato (3.250) e Adriano Argentino (3.200) che si aggiuca lo spareggio con Roberto Melluzzo (3.200).

Tiratissima la gare femminile dove, per soli 50 punti, Federica Tringali (2.150) ha la meglio su Laura Sanfilippo (2.100), chiude terza Rossella Terranova (1.850).

Nella staffetta ottima prova della squadra di casa; l’ASD Delphinus infatti ottiene sia il miglior punteggio che il miglior tempo, al secondo posto il Professional Sub Ragusa e terzi, per soli tre secondi il ragazzi del CSA Ortigia di Siracusa.

In questa gara da notare che, tra i vincitori, Marco Albano ha utilizzato un fucile ad aria non sentendosi ancora pienamente a suo agio con il nuovo fucile ad elastici, acquistato solo da pochi giorni.

Come sempre spettacolare e di grande livello tecnico la gara di biathlon con Giovanni Scapellato che mette 5 aste dentro nel tempo di 1’43 e stacca di 17″ il campione italiano di specialità Roberto Melluzzo (2’00”), ottimo terzo Simone Fabac che, dopo aver chiesto prima della gara qualche consiglio a Scapellato, chiude con 5 centri in 2’02”.
Anche le posizioni di rincalzo sono racchiuse in pochissimi secondi con tre atleti i soli 6 secondi.

Risultati

Tiro libero maschile

1 – Cinquegrana (3.800)
2 – Scapellato (3.250)
3 – Argentino (3.200)
4 – Melluzzo (3.200)
5 – Damiata (3.150)
6 – Damiata (3.000)
7 – Fabac (2.850)
8 – Longo (2.700)
9 – Lo Piano (2.650)
10 – Vizzini (2.650)
11 – Bottaro (2.300)
12 – Albano (2.250)
13 – Rubera (2.150)

Tiro libero femminile

1 – Tringali (2.150)
2 – Sanfilippo (2.100)
3 – Terranova (1.850)

Staffetta a squadre

1 – ASD Delphinus Augusta (Albano, Damiata D, Damiata G) – (1.950 – 2’21”)
2 – Professional Sub Ragusa (Scapellato, Longo) – (1.750 – 2’44”)
3 – CSA Ortigia (Argentino, Cinquegrana, Melluzzo) – (1.750 – 2’47”)

Biathlon

1 – Scapellato (1’43” – 5 tiri)
2 – Melluzzo (2’00” – 5 tiri)
3 – Fabac (2’02” – 5 tiri)
4 – Lo Piano (2’02” – 4 tiri)
5 – Longo (2’04” – 4 tiri)
6 – Damiata D (2’08” – 4 tiri)
7 – Albano (1’56” – 3 tiri)
8 – Argentino (2’05” – 3 tiri)
9 – Bottaro (2’32” – 3 tiri)

Tags: , , , , ,

Category: News

Leave a Reply