Home » News » News Pesca in Apnea » Nel 2006 passaggio di consegne concertato fra Ramacciotti e Magno

Nel 2006 passaggio di consegne concertato fra Ramacciotti e Magno

| 12 dicembre 2005 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

foto E’ ormai stabilito: nel 2006 Maurizio Ramacciotti tornerà a vestire i panni del “semplice” atleta, mentre il dr. Magno, attualmente Direttore Sportivo, ricoprirà l’incarico di Capitano della Nazionale Italiana di Pesca in apnea. Questo passaggio di consegne è stato concertato all’interno del settore in quanto richiesto proprio da Maurizio Ramacciotti, il quale ha poi dichiarato: “Mi sento ancora principalmente un atleta e l’idea di fare il capitano-atleta ad un mondiale individuale proprio non mi convinceva, mi sarei dovuto autoescludere come ho fatto in questi mesi. Per il 2005 si era tentata una divisione dei ruoli con il dr. Magno, che aveva assunto l’incarico di Direttore Sportivo lasciando a me quello di Capitano/Atleta proprio per evitarmi l’imbarazzo dell’auto-convocazione, ma questa soluzione ha creato qualche piccolo problema di coordinamento, dimostrandosi inageguata. Ho espresso al settore il mio desiderio di non vedermi precludere la possibilità di poter essere convocato al mondiale del prossimo anno e, alla luce di questo sentire, ho messo tutti al corrente del fatto che non potevo più coprire questa carica. Conseguentemente, con l’accordo di tutti, si è optato per una diversa pianificazione nel 2006. In ogni caso mi reputo soddisfatto per questo periodo di nomina, perché ritengo di aver raggiunto obiettivi importanti, come la realizzazione del Pool di Sponsorizzazione della Nazionale. Sono convinto che il dr. Magno possa svolgere bene il proprio compito e ci tengo a sottolineare che in tutto il gruppo di lavoro all’interno della Nazionale regna un clima di piena ed efficace collaborazione”.

Nessuna rimozione né alcun dissapore all’interno del settore, quindi: secondo quanto dichiarato da tutti i rappresentanti federali interpellati (Roberto Borra, Responsabile Pesca in Apnea in seno al Comitato di settore; dr. Luigi Magno, Direttore Sportivo della Nazionale di Pesca in Apnea e lo stesso Ramacciotti), alla base dell’avvicendamento alla guida della compagine azzurra ci sarebbe solo l’esigenza di ridistribuire in modo armonico i ruoli all’interno della Nazionale, nell’interesse generale. Non va dimenticato che per l’impegno mondiale del prossimo anno la FIPSAS non potrà contare su Bruno De Silvestri, messo fuori gioco dalla squalifica CMAS per doping. Maurizio Ramacciotti, sicuramente l’atleta azzurro più costante e affidabile delle ultime 4 edizioni del mondiale, si metterà a disposizione del CT come tutti i suoi compagni, e in caso di convocazione potrà concentrarsi sul risultato individuale senza altri pensieri.

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply