Home » News » News Pesca in Apnea » Mondiale 2014: cambio in corsa Mortellaro – Settimi

Mondiale 2014: cambio in corsa Mortellaro – Settimi

| 1 novembre 2014 | 2 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Ha preso ufficialmente il via ieri, con la variopinta cerimonia di inaugurazione, il Campionato Mondiale 2014 di Pesca in Apnea. Oggi si disputerà la prima frazione di gara con partenza verso le 15.30 ora italiana, durerà 5 ore e quindi le prime notizie saranno disponibili solo a notte ormai fonda. Oltretutto l’organizzazione ha fatto obbligo agli atleti di consegnare il pescato in banchina già posto all’interno dei sacchi regolamentari che non potranno essere aperti prima della pesatura ufficiale, sarà quindi difficile anche solo vedere i carniere e provarsi a fare qualche idea.

In casa Italia c’è poi da registrare un cambio in corsa: Andrea Settimi lascia il posto, sembra a causa di un forte attacco di dissenteria, a Christian Mortellaro, riserva ufficiale, che quindi scenderà in acqua insieme a Bruno Desilvestri e Concetto Felice. Andrea sarà comunque presente come assistente barcaiolo di Christian, così come Corrias e Natoli lo saranno degli altri due titolari in acqua.

italiaparata

La squadra italiana durante la cerimonia di inaugurazione (foto Pescasubmarina Television)

Avevamo accennato alla scarsa disponibilità di imbarcazioni, problema che sarebbe stato discusso e risolto durante la consueta riunione dei capitani. La questione piuttosto spinosa ha suggerito di anticipare l’incontro che è stato molto animato. Non è stato possibile reperire natanti uguali per tutti e che quindi saranno misti: 8 imbarcazioni in legno, le restanti invece sono gommoni o barche in vetroresina. Spagna e Grecia erano pronte a non firmare alcun documento ufficiale se non avessero avuto imbarcazioni adeguate, la prima in particolare aveva opposto un fermo veto a mettere a disposizione del sorteggio i suoi mezzi nautici a meno che i suoi atleti non fossero tutti nelle stesse condizioni. Alla fine qualcuno si è dovuto accontentare, anche se i maggiori malumori sono di Croazia e Portogallo che si sono viste assegnare barche in legno con motore da 15cv. Per evitare ulteriori discussioni o ricorsi pare si stiano attrezzando per cercare fino all’ultimo secondo disponibile di sostituirle con mezzi privati da noleggiare se necessario.

Tags:

Category: News, News Pesca in Apnea

Commenti (2)

Trackback URL

  1. Emanuele Mocci scrive:

    capisco l’organizzazione che si è arrangiata con quello che ha,ma le varie nazionali ormai lo sanno che la situazione è questa,perchè ancora non arrivano forniti di mezzi adeguati?

  2. Mateo scrive:

    E’ una roba schifosa da parte di chi organizza,che i partecipanti nn hanno i mezzi nautici adeguati ad un Mondiale,
    poi potrebbe capitare che qualche p sub di secondo piano,gli si da una barca potente,e cn un po’ di fortunq,riesca a fare un bel “scherzo” ai altri pescatori + forti si lui!

    5 anni fa’ a Lussigno tutti i partecipanti avevano gommoni cn minimo 30 cavalli sul motore…

Leave a Reply