Home » News » Manfrini Vince il 36° Trofeo Komaros – 19° Memorial Fabio Bolli, 2° Fiori e 3° Rushani

Manfrini Vince il 36° Trofeo Komaros – 19° Memorial Fabio Bolli, 2° Fiori e 3° Rushani

| 18 ottobre 2018

di Fabio Fiori

Domenica 14 ottobre si è svolto ad Ancona il “36° TROFEO KOMAROS – 19° Memorial Fabio Bolli” organizzato dal Kòmaros Sub Ancona. Abbondanti le catture complessive, vittoria di Marco Manfrini del Centro Subacqueo Pesaro davanti a Francesco Fiori e Klodjan Rushani del Kòmaros Sub Ancona.
Vittoria a squadre per il Kòmaros Sub Ancona con tre atleti tra i primi sei.

Dopo che negli ultimi il Trofeo Kòmaros si è svolto sempre con precarie condizioni meteo-marine, acque torbide e poche prede, finalmente domenica 14 ottobre, la manifestazione si è svolta con condizioni ideali. Tempo bello, mare calmo e acque limpide, hanno consentito agli atleti di esprimersi al meglio ed effettuare delle catture degne di una manifestazione giunta alla sua trentaseiesima edizione ed intitolata al ricordo di Fabio Bolli, fondatore della società, indimenticabile dirigente, istruttore di immersione, giudice di gara ed instancabile organizzatore di manifestazioni.

Trentaquattro i concorrenti di tutta la regione presenti alla partenza. Come sempre ottima l’organizzazione per questa importante occasione. Il Kòmaros Sub Ancona forniva vari mezzi veloci con a bordo due medici e sub di soccorso, oltre che la direzione di gara, la giuria e l’assistenza, mentre dodici barche e gommoni trasportavano ed assistevano gli atleti. Fondamentale anche la collaborazione con la Lega Navale Italiana di Ancona che metteva a disposizione la base logistica ove veniva offerto un buffet agli atleti ed al personale e venivano effettuate le premiazioni.

La gara iniziava alle ore 9,40 al centro del campo di gara che si estendeva dalla Chiesa di Portonovo al Moletto dei Sassi Neri di Sirolo. Un folto gruppo di atleti, tra i quali gli anconetani Pasqualini, Zenobi, Polonara si dirigevano, nuotando contro corrente, verso l’estremità nord del campo di gara nella speranza di trovare prede interessanti nelle secche e negli anfratti posti in prossimità dello scoglio della “Vela” ma i loro sforzi non erano ricambiati dai pinnuti, nella zona erano infatti presenti branchi di cefali ma di taglia media, e qualche sarago al di sotto del peso minimo.

Alcuni atleti restavano nella zona centrale del campo gara dirigendosi verso terra per insidiare cefali nel basso fondo tra questi i pesaresi Manfrini e Della Martire. Un numeroso gruppo di atleti sceglieva di scendere verso sud, tra questi gli anconetani, Fiori e Rushani ed i pesaresi Campeggi e Mariotti, che si dirigevano verso un relitto normalmente abitato da vari pinnuti. Il relitto posto proprio sul promontorio era battuto da una forte corrente, ma chi riusciva a sostenerne l’impeto poteva insidiare dei grossi cefali presenti in gran numero ed alcune corvine nascoste tra le lamiere.

L’anconetano Galassi, il pesarese Trebbi ed un paio di atleti del Monsub, superavano il promontorio delle “due sorelle” e procedevano verso l’estremità meridionale del campo gara, ove trovavano alcuni cefali ma di taglia medio-piccola la cui cattura fruttava uno scarso punteggio. Fiori e Campeggi insistevano nella loro azione di pesca attorno al relitto delle “due sorelle”, incuranti della forte corrente catturando tra le lamiere contorte una corvina a testa ed alcuni grossi cefali. Nella zona centrale del campo gara il pesarese Manfrini pescando al limitare tra lo scoglio e la sabbia incrementava nel frattempo il suo carniere di cefali riuscendo a catturarne dieci tutti di buon peso.

La gara terminava alle 13,40, al rientro al Porto Turistico “MARINA DORICA”, il giudice di gara Diego Fiori, coadiuvato dal direttore di gara e dalla segreteria, procedeva alla pesatura.

MANFRINI MARCO CENTRO SUB PESARO

10prede

11.772 punti

FIORI FRANCESCO KOMAROS SUB ANCONA

9 prede

9.488 punti

RUSHANI KLODJAN KOMAROS SUB ANCONA

6 prede

7.970 punti

MARIOTTI MARCO SUB TRIDENTE PESARO

7 prede

7.388 punti

CAMPEGGI ROBERTO SUB TRIDENTE PESARO

6 prede

7.158 punti

RUSHANI OLTJAN KOMAROS SUB ANCONA

6 prede

6.014 punti

DELLA MARTIRE MATTEO SUB TRIDENTE PESARO

5 prede

5.456 punti

BRUALDI SAMUELE SUB TRIDENTE PESARO

6 prede

5.218 punti

CIRELLI TIZIANO SUB TRIDENTE PESARO

4 prede

4.840 punti

10°

ROSSI ALBERTO MONSUB JESI

4 prede

4.110 punti

Seguono altri venti concorrenti con catture inferiori.

La classifica per società ha visto prevalere il KOMAROS SUB ANCONA, secondo il SUB TRIDENTE PESARO, terzo il CENTRO SUB PESARO, quarto il MONSUB JESI. Al termine della pesatura il pescato è stato donato alla mensa dei poveri di Ancona. Dopo un pasto caldo offerto dagli organizzatori si è poi proceduto alla premiazione, preceduta dal ricordo dei dirigenti scomparsi Fabio Bolli, Celestino Molinari e Marco Lewandowski. Il Trofeo “Fabio Bolli” ed il premio della ditta BENTISUB sono andati a Francesco Fiori, migliore atleta anconetano.

Premi sono stati offerti dalle ditte SAMIS ascensori, Banca di Credito Cooperativo di Ancona e Falconara, BONIFAZI CENTER SHOP di Numana, BENTISUB Mute Subacquee, Poligrafica Bellomo, Lucesole Srl Traslochi di Ancona. Al termine è stato sorteggiato tra tutti i concorrenti partecipanti un prosciutto offerto dai Supermercati SI CON TE di Via Piave Ancona, la fortuna ha baciato Matteo Sbaffi che si è aggiudicato l’ambito premio.

Tags: , ,

Category: Agonismo, News, News Pesca in Apnea

I commenti sono chiusi.