Home » News » Leggi e attività subacquea all’Eudi Show 2015

Leggi e attività subacquea all’Eudi Show 2015

| 3 febbraio 2015 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Schermata 2015-02-03 alle 23.12.10

Staff dello studio. Da sinistra Avv. Cristina Donegà, Avv. Francesca Zambonin, Avv. Marco Viscardi, Avv. Floriana Maio, Dr. Guglielmo Ballestrin

COMUNICATO STAMPA – L’evoluzione dell’attività subacquea procede a grandi passi in tutti i settori. Tecnologia, didattica, servizi, foto e video hanno raggiunto livelli d’eccellenza sotto molti aspetti. Ci sono però settori meno noti, ma non per questo meno attivi e importanti di cui la maggior parte dei subacquei non è a conoscenza o ritiene estranei o marginali per la sua attività hobbistica e ricreativa. Tra questi uno dei più rilevamenti è quello legato alla legislazione in materia di attività subacquee così come sono generalmente intese e praticate dal grande pubblico, quindi non riferite ad attività che coinvolgono figure professionali ormai riconosciute quali palombari, OTS, tecnici subacquei per lavori su piattaforme petrolifere e su alti fondali ecc.

L’aumento dei praticanti, il mutato rapporto tra istruttori, guide, diving e clienti, gli incidenti che ancora purtroppo avvengono hanno fatto sì che a più livelli si cercasse di trovare delle risposte, delle formule capaci di regolare questo complesso mondo in continuo divenire. Da ciò è nata l’esigenza di arrivare a mettere nero su bianco una serie di leggi capaci di regolamentare la nostra attività subacquea sia in ambito professionale (diving center, istruttori, guide) sia in ambito puramente hobbistico/ricreativo. In realtà la subacquea, nell’accezione sopra ricordata, è ancora priva di una normativa ad hoc (non già di leggi, decreti, ordinanze ecc.) a livello nazionale. A questo proposito sono state presentate molteplici proposte di legge dirette a regolamentare la materia e l’EUDI in più edizioni è stato il palcoscenico perfetto, per la sua centralità e momento collettivo di tutta la subacquea italiana, per incontri su questo problema.

Quest’anno ScubaPortal, che da sempre segue le dinamiche legate a legge e subacquea attraverso il suo portale e il sito dedicato www.scubalex.it, in stretta collaborazione con un pool di avvocati che, oltre a conoscere la materia forense, amano immergersi, organizza “ScubaLex – Subacquea: norme vigenti e prospettive future”. Si tratta di una conferenza dedicata all’approfondimento delle tematiche legali relative alla disciplina subacquea, con particolare riferimento alla normativa civile e penale vigente, al nuovo Disegno di Legge in corso di approvazione in Parlamento diretto alla creazione di una disciplina unitaria in ambito statale, e della valutazione dei rischi e sugli standard di sicurezza richiesti nella subacquea ricreativa. Venerdì 6 marzo alle ore 15.00 presso la sala Madrigale si alterneranno per informarci sugli ultimi aggiornamenti e rispondere alle domande del pubblico l’Avvocato Francesca Zambonin insieme a Dr. Sandro Marroni, Ing. Nanni Cozzi, Dott.ssa Luisa Cavallo e altri relatori esperti in materia.

L’appuntamento per tutti è venerdì 6 Marzo ore 15.00. Non mancate.

Category: News

Leave a Reply