Home » News » News Apnea » La sfida a distanza tra Tomasi e Giurgola per il record in assetto costante

La sfida a distanza tra Tomasi e Giurgola per il record in assetto costante


Michele_Giurgola_Mare2Il week end apneistico appena trascorso ha proposto una interessante sfida a distanza tra Michele Tomasi, impegnato a Nizza nel “Campionato Francese Open di Apnea in Assetto Costante”, e Michele Giurgola, che invece ha partecipato a Ischia al “2° Trofeo Roil Petroli & ANS Outdoor Ischia”, gara di qualificazione nazionale di apnea in assetto costante. La posta in gioco era il nuovo record italiano di assetto costante con pinne, un primato amichevolmente conteso tra i due da tempo.

Già il 2014 aveva riservato diversi avvicendamenti: il 20 settembre Giurgola aveva raggiunto i 72 mt nelle acque di casa a Torre San Giovanni (LE), affondando ulteriormente il piattello fino a 77,5 mt solo pochi giorni dopo (5 ottobre) a Ischia in occasione dei Campionati Italiani di Apnea Outdoor. Lo stesso giorno, nella stessa occasione, Tomasi si era appropriato del record con ben 81 mt.

Poi quiete fino a sabato 27 giugno, in cui questa epica saga ha vissuto un nuovo entusiasmante capitolo, ma stavolta a parti invertite. Tomasi è stato il primo a migliorare il record portandolo a 86 mt, ma la gioia è stata fugace, giusto il tempo necessario a Giurgola per raggiungere gli 88 mt e riappropriarsi del nuovo Record Italiano di Apnea In Assetto Costante con Attrezzi (Pinne).

A quando il seguito? A quanto si fermerà il piattello in questo 2015? Chissà che i Mondiali di Apnea Outdoor non facciano da cornice ad altre prestazioni maiuscole, d’altronde l’ottimo stato di forma esibito dai due azzurri non può che indurre all’ottimismo…

Tags: , , ,

Category: News, News Apnea

Leave a Reply