Home » Articoli » IV Trofeo Syrako Sub: ad Augusta la festa del tiro al bersaglio subacqueo

IV Trofeo Syrako Sub: ad Augusta la festa del tiro al bersaglio subacqueo

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 3    Media Voto: 3.7/5]

Testo e Foto di Marco Albano

Ha avuto luogo presso la piscina “La Cavalera” di Augusta (SR) la quarta edizione del Trofeo Syrako Sub, gara selettiva di Tiro al Bersaglio Subacqueo valida come qualificazione ai prossimi Campionati Italiani di Livorno di fine Maggio. Per l’occasione numerosi partecipanti provenienti da tutta Italia hanno preso parte alla competizione che si è rivelata come da aspettative molto interessante dal punto di vista tecnico.

Nel tardo pomeriggio di sabato 12 marzo gli atleti insieme al Giudice di gara designato Salvatore Rubera, al Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Tiro al Bersaglio Subaqueo Marco De Santis e al direttivo dell’ASD Syrako Sub, si sono ritrovati nella sala conferenze della Cittadella dello Sport di Siracusa, per le procedure di iscrizione e per il consueto breafing pre-gara.

Il gruppo si è quindi ritrovato alle ore 7.00 presso la piscina “La Cavalera” di Augusta per l’inizio delle competizioni. Atmosfera tesa ma non troppo che da sempre contraddistingue le competizioni di Tirosub nel quale la sana competizione si mischia all’amicizia. Ad aprire le danze è stata la disciplina forse più nota e che conta sempre il più alto numero di partecipanti, il Tiro Libero. Fin da subito, date le ottime condizioni della vasca luogo della competizione, è stato chiaro che per vincere sarebbe servito un punteggio elevato, dato anche l’altissimo livello tecnico della competizione che ha visto presenti in vasca numerosi Campioni Italiani ed Europei, passati e in carica.

Man mano si sono avvicendati tutti i 34 atleti partecipanti, 29 uomini e 5 donne, divisi in 9 batterie che nonostante l’elevato numero si sono succedute con notevole rapidità permettendo a tutti gli atleti di non soffrire di eccessivi tempi morti. Presenti in gara oltre numerosi atleti di grande esperienza e prestigio nazionale ed internazionale, anche qualche esordiente e qualche pescatore, anche molto in gamba, per l’occasione prestato al tiro al bersaglio per una giornata. Al termine delle prime batterie tra gli uomini spiccano in tre che hanno superato i 1.900 punti, Simone Mimotti dell’ASD Spazio Sub Livorno, Norberto Cinquegrana dell’CSA Ortigia e Daniele Gibilisco atleta di casa dell’ASD SYrako Sub, e proprio quest’ultimo capace di una seconda manche ancora migliore della prima si aggiudicherà al termine delle due batterie la vittoria finale con il notevole punteggio di 3.845 punti.

Una grande soddisfazione per un ragazzo ancora molto giovane e che rientrava dopo due stagioni di stop. Al secondo posto il sempreverde Adriano Argentino con 3.600 punti, altro atleta di casa, che ottiene il miglior punteggio tra gli atleti che, in vista del prossimo Campionato Italiano, hanno preferito sparare dalla distanza di 4 metri.
A completare il podio l’ex aequo sul terzo gradino condiviso tra Simone Mimotti e Norberto Cinquegrana che hanno totalizzato 3570 punti.

Tra le donne ottima vittoria con 2.980 punti per la Campionessa Europea in carica della disciplina Chiara Esposito dell’Circolo Subacqueo Astrea di Latina, che con due buone manche ottiene il primo posto davanti a Catia Vagelli dell’ASD Spazio Sub Livorno (2.785 punti) e Incoronata Ramunno dell’ASD Amici Apnea (2.520 punti).

Dopo 5 minuti di pausa è la volta della Staffetta per società, specialità sempre imprevedibile e ricca di sorpese. Diversi sono stati gli approcci alla gara delle varie squadre, alcune hanno preferito utilizzare fucili arbalete privilegiando la precisione, altre gli oleopneumatici privilegiando il bonus ottenuto da un tempo minore della prestazione, ma alla fine a spuntarla tra varie società veterane, è stata l’ASD Atlantide di Catania, circolo nuovo nel mondo del Tiro al Bersaglio Subacqueo, conosciuto solo un mese fa grazie al gruppo dell’ASD Syrako Sub che con 4 allenamenti-stage introduttivi ha avviato alle varie specialità questo gruppo di giovani ragazzi molto promettenti come dimostrato dalle prestazioni dei singoli nelle varie discipline e di squadra nella staffetta che ha visto trionfare il trio composto da Riggio – Papale – Russo con il sorprendente punteggio di 3.035 punti. Molto bello vedere sul viso dei tre ragazzi la sincera soddisfazione per il successo, tanto insperato quanto meritato, alla loro prima esperienza. Alle loro spalle si sono piazzati rispettivamente il Circolo Sub Biella (Bertin – Strona – Dall’Acqua) e l’ASD Spazio Sub Livorno (MImotti – Vagelli – Rossi) con i punteggi di 2.715 punti e 2.630 punti.

A seguire è stata la volta della specialità più veloce e probabilmente spettacolare del Tirosub, il Biathlon, che ha visto scontrarsi in acqua alcuni tra i migliori atleti della disciplina e che alla fine a visto trionfare l’inossidabile Enzo Lo Piano del Pianeta Olga Sub di Catania, unico ad ottenere i 5 centri validi in un tempo di 112 secondi, prestazione sufficiente a tenersi dietro atleti ben più veloci ma meno precisi.
A Completare il podio in seconda posizione il compagno di squadra e Maestro di Tiro al Bersaglio Subacqueo Giovanni Scapellato con 4 centri validi in 93 secondi, che ha preceduto di 3 secondi l’atleta di casa Santi Lantieri dell’ASD Syrako Sub che ha ottenuto 4 centri validi in 96 secondi piazzandosi in terza posizione.

Tra le donne la vittoria è andata anche in questo caso a Chiara Esposito che ha ottenuto 4 centri validi nell’ottimo tempo di 154 secondi, seguita da Paola Strona del Circolo Sub Biella con 4 centri in 385 secondi che le sono valsi 2 centri validi al netto delle due penalità per superamento del tempo massimo, mentre al terzo posto si è piazzata Incoronata Ramunno con 3 centri in 230 secondi ridotti a 1 centro valido anche in questo caso per il superamento dei limiti di tempo.

Infine è stata la volta della specialità “nuova” nel mondo del Tiro al Bersaglio Subacqueo: il Super Biathlon.
Introdotta in via sperimentale nel corso degli ultimi Campionati Italiani di Latina, questa specialità da quest’anno è stata inserita tra le quelle ufficiali per le quali si concorrerà a maggio per il primo titolo di Campione Italiano.
La specialità è molto coinvolgente in quanto unisce le doti apneistiche e di precisione tipiche del biathlon, aumentandone però la difficoltà per via di percorsi più lunghi da fare in immersione per raggiungere la linea di tiro e per il calcolo dei punteggi che in questo caso si rifà al sistema del tiro libero con punteggi incrementali in base al punto colpito sul bersaglio.

Nella categoria maschile la vittoria è andata anche in questo caso a Enzo Lo Piano autore di una prestazione di assoluto rilievo con oleopneumatico, velocità e precisione che gli sono valsi gli 844 punti finali che gli anno regalato la seconda vittoria di giornata ed il nuovo record italiano.
A seguire altri due atleti che hanno optato per il fucile ad aria, Flavio Longobardi dell’ASD Emozioni Blu di Castellammare di Stabia che ha ottenuto un’onorevole piazza d’onore in trasferta con il notevole punteggio finale di 808 punti e Roberto Melluzzo dell’ASD Syrako Sub che ha totalizzato 774 punti.
Tra le donne, a completamento della sua giornata perfetta, la vittoria è andata a Chiara Esposito con il punteggio di 294 punti, seguita da Incoronata Ramunno al terzo podio di giornata e Rosa Fornaciari dell’ASD Spazio Sub Livorno.

Concluso il Super Biathlon è stata dichiarata la fine delle ostilità e il numeroso gruppo di atleti, staff organizzativo e accompagnatori si è recato al vicino ristorante per le procedure di premiazione, sorteggio premi e l’ormai consueto “terzo tempo” seduti a tavola a darsi battaglia tra un maccherone e l’altro.
Durante le premiazioni la società organizzatrice ha omaggiato il Giudice di Gara, nonché Responsabile Regionale della disciplina Salvatore Rubera per l’impegno e la professionalità costante che da anni ormai contraddistinguono il suo lavoro per la disciplina, e il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Marco De Santis che con la sua presenza ha onorato lo staff organizzativo e tutti gli atleti in gara, regalando stimoli importanti per migliorarsi costantemente.
Inoltre la società organizzatrice ha ritenuto opportuno omaggiare la società esordiente ASD Atlantide di Catania con una targa commemorativa per questa prima esperienza di gara, che possa essere di buon auspicio per numerosi successi futuri.

A seguire il sorteggio dei premi messi in palio da numerosissimi sponsor ai quali vanno i sentiti ringraziamenti da parte dello staff organizzativo e di tutti gli atleti premiati e che vengono di seguito elencati in ordine sparso: Roisub, Unipol Sai, Apneastore di Palermo, Leroi Design, Phatos, Apnea Lab di Catania, Omer & Sporasub, MAC Coltellerie, New Pesca Sub di Trapani, Scuba & Tennis di Siracusa, Seatec, H2O Hi-Tech, Sigalsub, White Shark di Portoscuso, LImarsub, STC Italia, L’angolo del Papiro di Siracusa, Olga Sport Story di Catania, ST Life, Tre Anelli Sport di Portopalo, Salvimar.
Subito dopo il pranzo che ha contato 55 presenze più bambini seduti a tavola a gustare un assaggio dell’arte culinaria sicula, e a seguire i saluti di rito tra i numerosi partecipanti e amici provenienti da diverse parti della Sicilia e di Italia (Biella, Torino, Bergamo, Modena, Livorno, Latina, Castellammare di Stabia) a cui vanno i ringraziamenti della società organizzatrice e i complimenti per l’atteggiamento tenuto prima, durante e dopo le competizioni davvero esemplare che ha consentito il corretto e veloce svolgimento di tutta la manifestazione e ai quali non può non essere rivolto l’invito alla prossima edizione del trofeo.

IV Trofeo Syrako Sub: ad Augusta la festa del tiro al bersaglio subacqueo scritto da Redazione Apnea Magazine media voto 3.7/5 - 3 voti utenti

Tags: ,

Category: Altre discipline, Articoli, Tiro al Bersaglio Subacqueo

Leave a Reply