Home » News » News Apnea » Incidente Apnea: Muore Stephen Keenan, era stato Capo dell’Assistenza al VB 2015

Incidente Apnea: Muore Stephen Keenan, era stato Capo dell’Assistenza al VB 2015


Stephen Keenan, irlandese, aveva scoperto l’apnea nel 2009 e se ne era letteralmente innamorato, proprio nelle acque del Dahab Blue Hole, dove ha perso la vita ieri. Oltre a diventare rapidamente un valido atleta e a conquistare diversi primati nazionali irlandesi di apnea profonda, era diventato il comproprietario di una delle scuole di apnea più conosciute al mondo, la Dahab Freedivers, spesso scelta come sede per allenamenti da numerosi apneisti internazionali, inclusi alcuni nazionali azzurri.

L’amore per l’apnea aveva portato il 39enne a diventare un istruttore qualificato AIDA, PADI e SSI
, sono centinaia gli appassionati che ha seguito nei suoi corsi tenuti non solo in Mar Rosso, ma anche in giro per il mondo. La sua preparazione gli aveva anche permesso di divenire una delle figure di spicco dello staff di sicurezza in diverse edizioni del Vertical Blue. Riconosciuto da tutti come un subacqueo di sicurezza di grande esperienza, prestava assistenza in numerose competizioni apneistiche in tutto il globo.

stephen keenan

Le circostanze dell’incidente in cui ha perso la vita Stephen Keenan non sono ancora ben chiare. Secondo le prime ricostruzioni sembra che stesse prestando assistenza ad una ragazza che stava tentando un tuffo presso l’Arco di Dahab. Si tratta di una sorta di grotta, meta obbligata per i tanti appassionati di apnea che si recano nel Mar Rosso, situata alla profondità di 56 metri e che si snoda per una lunghezza di 26 metri. È un immersione ovviamente riservata solo ad apneisti di altissimo livello, vista la profondità e la necessità di percorrere il tunnel il orizzontale prima di risalire, ma si trattava comunque di un’attività comune per Stephen e i suoi compagni. Nelle fasi finali del tuffo sarebbe stato colpito da sincope e, nonostante i repentini soccorsi, il 39enne è deceduto quasi subito. È probabile che verranno disposti ulteriori aprofondimenti medici per accertare la causa del decesso.

L’intero mondo dell’apnea agonistica internazionale è profondamente scosso dalla scomparsa di colui che era considerato uno dei migliori “angeli custodi” che un garista si potesse augurare di avere sulla testa durante un tentativo di record.

Aggiornamento

L’incidente si sarebbe verificato durante una seduta di allenamento nella quale Keenan, insieme ad altri assistenti, seguiva le immersioni di diversi apneisti tra cui Alessia Zecchini. Nel tuffo durante il quale si è poi verificato l’incidente, Alessia è scesa fino ai 56 metri dell’Arco di Dahab, lo ha attraversato e ha iniziato la risalita senza pinne. Stephen, non si sa bene per quale motivo, è andato incontro all’azzurra fino alla quota dei 50 metri, hanno effettuato la risalita insieme, ma a 10 metri dalla superficie sarebbe andato in sincope. La riemersione è avvenuta leggermente distante dal cavo sul quale si stava svolgendo la seduta di allenamento e attorno al quale erano anche gli altri assistenti. I soccorsi hanno impiegato qualche minuto per intervenire, Keenan è stato riportato a terra e caricato, in stato di incoscienza, su un taxi per essere trasportato all’ospedale più vicino ma è spirato durante il tragitto.

Tags: , , , , ,

Category: News, News Apnea

Leave a Reply