Home » News » Incidente Pescasub: 34enne Muore nel mare di Scopello

Incidente Pescasub: 34enne Muore nel mare di Scopello

| 1 ottobre 2018

Salvatore Scardina, maresciallo dell’esercito di 34 anni, originario di Paceco ma che viveva ormai da tempo a Bolzano, ha perso la vita ieri mattina, a causa di un malore, nelle acque di Cala Mazzo, la spiaggia tra i faraglioni di Scopello e la riserva dello Zingaro (TP). Il giovane maresciallo era tornato in Sicilia in licenza per un lutto che aveva colpito la sua famiglia. Due settimane fa era venuto a mancare dopo una lunga malattia, il papà che era un agente di polizia alla Digos a Trapani

L’allarme è scattato attorno alle 9,30. Immediati i soccorsi ma per il giovane pescasub non c’è stato nulla da fare: il suo cuore aveva già cessato di battere. Sul posto i sanitari del 118 che hanno provato inutilmente a rianimarlo. Sono intervenuti gli agenti del Commissariato, i carabinieri e il medico legale che è stato incaricato di effettuare l’autopsia per stabilire le cause del decesso.

Le agenzie riportano due ricostruzioni dell’accaduto: una prima, secondo cui il ragazzo si sarebbe sentito male quando era già a terra, mentre si stava sfilando la giacca della muta, terminata la battuta di pesca; e una seocnda secondo cui il giovane si sarebbe invece sentito male a poca distanza da riva. I bagnanti avrebbero avvistato il suo corpo galleggiare e immediatamente allertato i soccorsi.

Per quanto le fonti giornalistiche riferiscano di sospetta embolia, la drammaticità del fatto è più compatibile con un accidente cardiaco, che potrebbe anche essere collegato alla pratica dell’apnea e ad una eventuale sincope, ma che è difficile possa essere accertato in maniera assoluta.

Tags: , ,

Category: News, News Apnea

I commenti sono chiusi.