Home » News » News Pesca in Apnea » Il Vela e Motore trionfa al Campionato Ligure a squadre

Il Vela e Motore trionfa al Campionato Ligure a squadre

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

foto C’era molta attesa domenica 24 febbraio scorso per il Memorial Massimiliano Bianco ‘ Trofeo Mario Andreani, importante manifestazione valida come Campionato Regionale Ligure a Squadre.
La bella giornata e le condizioni ideali del mare hanno poi fatto il resto, consentendo di stemperare gli animi e di favorire le catture.
Ben 19 le squadre al via, con tre atleti per equipaggio ad alternarsi nelle 4 ore di gara previste, lungo il perimetro del campo di gara che aveva l’estremo a nord nei pressi di Punta Merlino e l’estremo sud nei pressi di Grotta Byron.

Al termine della competizione la spuntava su tutti la squadra della Società Vela e Motore composta da Andreani, Della Monica e Moretti con uno stupendo carniere di ben 14 pesci (tra cui 10 bei saraghi) e 4 specie.
Distanziata di ben 6000 punti, al secondo posto, l’altra squadra della stessa società composta da Baldassini, Bechi e Griselli autori, tra l’altro, della cattura della più bella preda della gara: un dentice di 3.150 chilogrammi catturato da Griselli all’aspetto sul filo dei venti metri.
Al terzo posto il Ci.Su.Ra.Ma Rapallo con 7 pesci e due specie.

L’organizzazione della perfetta e collaudata macchina della Società Vela e Motore e C.A.S. Spezia sub ha ristorato tutti e premiato i migliori.
A proposito di premiazione c’è stato un velato ma sentito momento di commozione per i vincitori che hanno potuto dedicare la vittoria al loro (e nostro) caro amico Massimiliano Bianco scomparso tragicamente 3 stagioni orsono.
Ma sentiamo il commento delle prime due squadre classificate.

Della Monica: Il giorno precedente la gara avevamo deciso di perlustrare la zona a nord dove pensavamo di poter contare su qualche zona buona conosciuta.
Purtroppo dopo oltre 6 ore di mare non abbiamo visto un pesce.
Allora il giorno della gara abbiamo deciso coi miei compagni di squadra di partire verso sud.
Al via ci siamo buttati in terra ben zavorrati per cercare di prendere qualche muggine nei pressi delle Nere.
Ho preso una spigola al secondo tuffo ma, dopo altri tentativi, abbiamo deciso di desistere ed andare sul grotto per cercare qualche tordo o sarago.
Abbiamo incontrato subito qualche bel sarago ma molto nervoso ed alla fine abbiamo catturato un tordo ed un sarago.
A quel punto, con tre specie già in carniere, Andreani ci ha portato su una zona per cercare di catturare un muggine e con gioia siamo capitati nel punto giusto al momento giusto.
Infatti nella zona giravano parecchi muggini e saraghi.
Andreani ha preso subito un bel sarago e poco dopo anch’io ne ho catturato uno.
Poi è stata la volta di un cefalo che è finito nella tahitiana dopo un bell’aspetto.
Scorrendo bene la zona alla fine abbiamo trovato altri saraghi che, insieme a Moretti, siamo riusciti a fiocinare in serie fino a raggiungere il limite massimo consentito.
Eravamo contenti ma mancava ancora un po’ alla fine.
Siamo tornati dunque nei pressi delle Nere per cercare qualche altro pesce e solo alla fine sono riuscito a catturare un altro tordo in peso.
Una bella gara davvero e soprattutto una gioia immensa da dedicare all’indimenticabile Massi.

Griselli: Ad inizio gara siamo partiti sulla tana di un grosso grongo che avevamo segnato per cercare di catturare subito una preda e caricarci.
Purtroppo il serpentone non c’era e, dopo aver gironzolato lì intorno senza successo, ci siamo spostati sulla secca del Grimaldo dove dopo un’aspetto sono riuscito a catturare un bel dentice.
E’ stata una bella iniezione di fiducia ed al tuffo seguente ho catturato un cefalo.
A quel punto ci siamo spostati su un altro grongo segnato.
Questa volta il pesce c’era e l’ho prontamente fiocinato col medisten.
Poi siamo andati in terra a cercare altro pesce ma non abbiamo visto nulla per diverso tempo.
A quel punto abbiamo deciso di spostarsi nei pressi del ‘Belin d’oro’ per cercare qualche sarago tra le fessure della parete.
La scelta s’è rivelata vincente ed i miei due compagni hanno arpionato tre sparidi di cui solo due validi ma decisamente corpulenti.
La gara si è conclusa ed il nostro secondo posto ci soddisfa ampiamente.
Il dentice l’ho catturato con un arbalete in legno autocostruito da 83cm e doppie gomme.

Classifica:
1° Vela e Motore (1) P. 16710 Pz. 14
2° Vela e Motore (2) 10710 4+1
3° Cisurama Rapallo 10245 7
4° Sub Sestri Levante 7845 8
5° Lega Navale Quinto 6325 7+1
6° La Marinetta (GE) 6080 5
7° C. Sub Alto Tirreno 5885 5+1
8° C. Sub A. Tirreno 2 5405 5
9° Apnea club Brescia 5310 3
10° c. Sub Rapallo 4735 5
‘ seguono altre nove squadre

Tags: ,

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply