Home » News » News Apnea » Il 19 e 20 Luglio Enzo Maiorca a Taranto in occasione del Palio del Mare

Il 19 e 20 Luglio Enzo Maiorca a Taranto in occasione del Palio del Mare

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

COMUNICATO STAMPA – L’Associazione Subacquea “Taranto Divers” & “Ad Bradley Comunicazione” grazie all’intervento di Deutsche Bank ospitano Enzo Maiorca a Taranto in occasione del Palio del Mare
Ospite d’eccezione a Taranto i prossimi 19 e 20 luglio 2003 In occasione del Palio del Mare. L’attivissima associazione tarantina “Taranto Divers” ospita infatti il pluricampione di apnea profonda Enzo Maiorca. Siracusano di nascita, Maiorca è l’uomo che ha fatto conoscere al grande pubblico l’apnea, e che ha infranto innumerevoli record di profondità. Sono suoi infatti i record negli anni 70 e 80 che gli hanno consentito di scendere sotto quota 100 metri con spettacolari ed emozionanti immersioni. Dello stesso periodo, ancora più famosa è la sua “sfida” a distanza con Jaques Mayol (altro indimenticato campione scomparso due anni fa) in un continuo rincorrersi di quote da copogiro ed allora ritenute irraggiungibili. Maiorca da allora tiene scuola con la sua simpatia e competenza avendo fatto conoscere al mondo intero le tecniche di apnea profonda. Attualmente è occupato in attività tese alla valorizzazione, alla conoscenza ed alla protezione del mondo marino.
In questo contesto i Taranto Divers hanno invitato questo stimolante personaggio per dare lustro alla manifestazione del Palio che come ogni anno viene organizzata da F.Simonetti titolare della nota AD Bradley, ed alla città di Taranto tutta.
L’associazione Taranto Divers nata nel 2001 ( www.taranto-divers.cjb.net ) ha come scopo infatti le attività di protezione, conoscenza e valorizzazione del nostro mare.
I Taranto Divers sono attivi con un loro centro estivo di formazione subacquea (didattica CEDIP_SIAS) sito sulla litoranea salentina nella baia di Porto Pirrone mentre la sede operativa e’ presso la Cala S.Lucia sul viale Virgilio e la sede legale a Milano.

Il programma prevede l’arrivo di Enzo Maiorca nella giornata del 19 luglio: egli presenziera’ su una delle barche dei Taranto Divers alla manifestazione del Palio ed alla successiva premiazione, mentre nella giornata del 20 luglio, previa iscrizione, presso la struttura turistica di Porto Pirrone si terrà l’importante incontro con gli studenti dell’Università del Mare di Taranto. In questa occasione si discuterà di protezione e valorizzazione dell’ecosistema marino Tarantino, di politiche di conoscenza e dello studio delle attività ad esse legate.
Tale iniziativa e’ stata resa possibile grazie al decisivo intervento di DEUTSCHE BANK Taranto ed e’ la prima volta che questa banca si avvicina allo sport ed al turismo in una manifestazione locale: questo e’ una dimostrazione di sensibilita’ ed integrazione con la vita cittadina che merita di essere evidenziata.
Coinvolte a vario titolo sono state determinanti per la presenza di Enzo Maiorca a tale manifestazione le collaborazioni di:

– AD BRADLEY Comunicazione -Taranto (organizzatrice della manifestazione)
– NAUTICA MANCINI – Pesca Nautica Subacquea – Taranto
– TEMC DeOx -Analizzatori di gas per miscele – Milano ( www.temc.it )

Tutti i dettagli verranno illustrati nella conferenza stampa che si terra’ a Taranto sabato 12 luglio alle ore 10:30 presso il Palazzo Brasini – Circolo Ufficiali Saram Idroscalo “L.Bologna” Aeronautica Militare – Taranto

Per informazioni sulla conferenza stampa e sulla manifestazione:
www.palio.taranto.it
www.bradley.it
www.taranto-divers.cjb.net
info vox Ad.Bradley (099) 732.33.32
info fax Ad.Bradley (099) 732.33.31

Iscrizioni per la mattina del 20 luglio ai seguenti indirizzi :
tarantodivers@hotmail.com
tarantodivers@tiscali.it
l.cataldino@b2business.net
temc@iol.it

info vox Taranto Divers gsm (338) 52.44.229
info vox Taranto Divers gsm (339) 64.70.554

Enzo Maiorca – breve biografia

Enzo Maiorca è nato il 21 giugno del 1931 a Siracusa; ha imparato a nuotare a quattro anni e presto ha cominciato ad andare sott’acqua, anche se, secondo una sua stessa confessione, da piccolo aveva una gran paura del mare.
Ma non si pensi che poi, una volta diventato campione, gli sia passata.

Anzi, alle giovani leve ripete sempre quanto sia salutare temere il mare, quanto sia importante averne paura e non prenderlo mai sottogamba.

Da ragazzo ha fatto studi classici conditi sempre da un gran passione per lo sport, per lo più di quelli legati all’acqua, come è ovvio (come la subacquea o il canottaggio), anche se ha praticato pure la ginnastica.
In quegli anni ha praticato anche la pesca subacquea immergendosi a 3 o 4 metri di profondità, ma la sua cultura umanitaria e di rispetto della natura e degli esseri viventi lo portarono a rinunciare a quel tipo di attività.

Un bel giorno, invece, un amico medico gli mostra un articolo in cui si parlava di un nuovo record di profondità a -41 metri strappato a Bucher da Falco e Novelli.
E’ l’estate del 1956 e Maiorca rimane fortemente suggestionato dal quell’impresa.

Dopo una breve riflessione, decide di entrare in competizione con quei grandi nelle immersioni in apnea e si impegna allo spasmo per strappare il titolo di uomo che è andato più in profondità negli abissi marini.

Nel 1960 corona il suo sogno toccando -45 metri battendo il brasiliano Santarelli il quale, nello stesso anno, in settembre, si riappropria del titolo raggiungendo i -46 metri; dura poco perche’ gia’ in novembre Enzo raggiunge i -49 metri.
E’ l’inizio di una grande era che lo vedrà sulla scena per 16 anni fino al 1976.
A questo punto decide di astenersi dal mare fino al 1988 quando, per seguire le proprie figlie Patrizia e Rossana (entrambe celebri nel mondo per una bella serie di record mondiali d’immersione in apnea), raggiunge il suo ultimo record di -101 metri .

Ha partecipato nel 1978 ad una particolare spedizione scientifica di ricerca nel triangolo delle Bermuda.
Nel 1994, nel corso della XII Legislatura, e’ stato senatore della Repubblica e non ha ritenuto di doversi candidare per la successiva.

Nel 1997 ha condotto un documentario in 6 puntate da 50′ ciascuna ed avente come oggetto non solo il Mare in prima persona ma anche le terre bagnate da esso, sia dal punto di vista paesaggistico che storico.

Per la sua esaltante attività sportiva Maiorca ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti:
– Medaglia d’Oro al valore atletico del Presidente della Repubblica – 1964
– Tridente d’Oro di Ustica;
– Premio letterario del C.O.N.I. – 1976 (per il libro “A capofitto nel turchino)
– Stella d’Oro al merito sportivo sempre del C.O.N.I.

Sposato con Maria, oltre alla famiglia e allo sport, Maiorca ama la campagna, gli animali e la lettura, oltre alla mitologia classica e all’archeologia fenicio-punica.
Ha dedicato e dedica la sua vita con un impegno forte e costante alla salvaguardia profonda ed efficace del patrimonio marino e naturalistico.

Ha scritto quattro libri:
Mursia – “A capofitto nel Turchino” (vita di un primatista subacqueo)
Rizzoli – “Sotto il segno di Tanit” (il ricordo di un’avventura subacquea)
La Kalesa – “Scuola di apnea” (tentativo di coniugare la tecnica e la biologia umana)
Lights – “Il mare con la M Maiuscola” (anno 2001)

Category: News, News Apnea

Leave a Reply