Home » News » News Pesca in Apnea » Il 14° Trofeo Ancona Yacht Club e i qualificati della zona 6

Il 14° Trofeo Ancona Yacht Club e i qualificati della zona 6

| 5 giugno 2010 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

foto Domenica 23 maggio si è svolta ad Ancona la quattordicesima edizione del ‘ Trofeo Ancona Yacht Club’ di pesca in apnea.
Ottima come sempre l’organizzazione della società sportiva ‘ANCONA YACHT CLUB’ (nuova denominazione del vecchio Centro Nautico) che si è avvalso della collaborazione tecnica del Kòmaros Sub Ancona.
Ben trentasette i concorrenti provenienti da Marche ed Umbria che alle 9,35 si sono tuffati al centro del campo di gara (litorale della Vedova) al via del Direttore di Gara, Marco Lewandowski.
Numerosi i mezzi di assistenza predisposti dall’organizzazione, con a bordo un medico e sei sommozzatori attrezzati per il soccorso messi a disposizione della scuola di immersione federale del Kòmaros Sub di Ancona. Tre gommoni veloci a disposizione del giudice di gara e dei due vicedirettori, inoltre dodici gommoni di assistenza messi a disposizione dalle società partecipanti alla manifestazione.
Dopo molti giorni di tempo brutto e mare mosso e torbido l’edizione 2010 del Trofeo sembrava in dubbio, ancora sabato forti venti da nord soffiavano sul litorale sollevando onde notevoli, poi nel pomeriggio il vento è diminuito di intensità ed ha ruotato verso ovest, il mare si è calmato ed una fortissima corrente da nord ha ripulito le acque del campo di gara.
Domenica mattina i concorrenti sono scesi in acqua con sole splendente e mare quasi calmo, anche se la temperatura esterna era ancora fredda per la stagione e la temperatura dell’acqua era di soli 17 gradi.
I pesci erano ovunque abbastanza scarsi. Gli atleti che hanno scelto la zona centrale e meridionale del campo di gara hanno trovato alcune zone frequentate da pinnuti, soprattutto branchi di cefali, molto nervosi e difficili da catturare, mentre chi ha optato per la zona nord nuotando contro corrente non ha visto premiata la grande fatica fatta, perché secche e tane erano deserte.
I pesaresi Trebbi e Galli, che si erano fermati al centro del campo di gara, individuavano una zona di tane con qualche sarago e vari cefali che nuotavano nervosamente da un anfratto all’altro. Ettore Trebbi riusciva a colpire un grosso sarago, ma il filo si spezzava e l’asta restava incastrata nella tana; dopo molta fatica riusciva a recuperare l’asta, ma il pesce se n’era andato e gli altri, spaventati, si erano allontanati. Poco distante il compagno di squadra Fabio Galli riusciva invece a catturare in rapida sequenza quattro cefali nelle tane vicine.
Poco più a terra Andrea Coli dell’Apnea Delfino di Marotta catturava una serie di cefali al limite del peso.
Gli anconetani Lorenzo Cioffi, Francesco Fiori e Luca Giaccaglia avevano scelto invece di battere la zona sud del campo di gara e, nuotando velocemente a favore di corrente, raggiungevano la zona del ‘Trave’ e delle secche vicine.
A Francesco Fiori sfuggiva un grosso cefalo oltre il chilo, le catture successive erano invece di piccole dimensioni sotto il limite minimo; nei pressi della secca del Trave, Cioffi catturava vari pesci tra cui una spigola di circa mezzo chilo, varie mormore ed alcuni cefali, mentre Giaccaglia (campione regionale uscente) coglieva solo un paio di cefali.
Il pesarese Roberto Campeggi era invece tra i pochi che, nonostante la forte corrente, sceglieva di pescare comunque all’aspetto nelle zone più al largo, al confine tra scogli e sabbia, come sua abitudine. La gran fatica era ricompensata dalla cattura di una bella spigola di poco sotto al chilo e da alcune mormore. Nella stessa zona Matteo Santoni dell’Apnea Delfino di Marotta infilava tre grossi cefali che gli consentiranno di salire sul podio.

Tutti i carnieri venivano raccolti in mare dalla barca giuria e la pesatura veniva svolta al rientro al Porto Turistico MARINA DORICA. Il giudice di gara Diego Fiori, coadiuvato dalla segreteria di gara, sbrigava in mezz’ora le formalità. Molti pesci dei carnieri di Coli, Guidi e Giaccaglia venivano scartati per pochi grammi e le loro speranze di salire sul podio restavano deluse.
Veniva quindi stilata la classifica che vedeva 18 atleti classificati:

1° Lorenzo Cioffi (Kòmaros Sub Ancona) con una spigola, due mormore e due cefali ‘ punti 4.010
2° Roberto Campeggi (Sub Tridente Pesaro) con una spigola e tre mormore ‘ punti 3.576
3° Matteo Santoni (Club Apnea Delfino Marotta) con tre cefali ‘ punti 3.150
4° Fabio Galli (Sub Tridente Pesaro) con tre cefali ‘ punti 2.674
5° Giancarlo Guidi (Kòmaros Sub Ancona) con tre cefali ‘ punti 2.276
6° Andrea Coli (Club Apnea Delfino Marotta) con due cefali ‘ punti 1.930
7° Danio Palazzetti (Club Apnea Delfino Marotta) con una corvina ed un cefalo ‘ punti 1.842
8° Francesco Giunta (Sub Tridente Pesaro) con due cefali ‘ punti 1.662
9° Umberto Semprucci (Centro Sub Pesaro) con un cefalo ‘ punti 1.292
10° Luca Giaccaglia (Kòmaros Sub Ancona) con un cefalo ‘ punti 1.202

Seguono altri 8 atleti con prede valide mentre ben diciannove atleti hanno concluso senza nessuna cattura.

La classifica per società ha visto prevalere il Sub Tridente Pesaro con punti 49, secondo il Komaros Sub Ancona con punti 47, terzo il Club Apnea Delfino Marotta con punti 47, quarto il Centro Sub Pesaro con punti 19, quinto Giunelblu di Perugia con punti 5, sesto il Centro Sub ‘Lorenzo Mercuri’ di Civitanova con punti 4 e settimo il Monsub Jesi con punti 3.

Grazie ai risultati di questa ultima gara della zona Marche/Umbria, Roberto Campeggi conquista il titolo regionale davanti a Fabio Galli e Lorenzo Cioffi, questi tre atleti (salvo rinunce) parteciperanno alla semifinale della zona ‘B’ del campionato italiano, prevista a Giugno in provincia di Lecce.

Il Sub Tridente Pesaro vince il titolo regionale per società davanti al Kòmaros Sub Ancona.

La premiazione avvenuta dopo il pranzo di rito, è stata effettuata dal sig. Marco Lewandowski, direttore di gara e dirigente dell’Ancona Yacht Club.
Tutti gli atleti hanno ricevuto un ricordo di questa edizione, in particolare un grande trofeo è stato assegnato al pesarese Umberto Semprucci, atleta più anziano della gara e che festeggiava trenta anni di attività agonistica.
A conclusione della premiazione ufficiale sono stati effettuati i sorteggi dei premi più ambiti, un buono per un viaggio aereo, borse, coltelli e sacche da viaggio per i sommozzatori di assistenza ed i barcaioli.
Un ringraziamento particolare è andato a tutto il personale del MARINA DORICA e ai sommozzatori di assistenza del Kòmaros Sub Ancona.
Fondamentale, infine, il supporto delle ditte sponsor che hanno fornito il ricco monte premi.

Tags: , ,

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply