Home » III Trofeo Regionale Toscano Barracuda Sub Pistoia

III Trofeo Regionale Toscano Barracuda Sub Pistoia

| 20 aprile 2005 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Il disco giallo

Un gara decisamente poco’statica!

…infatti, il III Trofeo Regionale Toscano, organizzato dal Barracuda sub Pistoia, ha visto come protagonista le sola specialità di apnea dinamica con le nuove regole, come previsto dalla Circolare Normativa FIPSAS 2005, che ha armonizzato il circuito agonistico nazionale alle novità internazionali introdotte dalla CMAS negli ultimi mesi.

La competizione ha avuto luogo domenica 11 aprile, ma, di fatto, si respirava un’aria di attesa già la sera prima della gara, quando, durante una bella cena in compagnia di molti atleti, si è proceduto alle estrazioni per determinare l’ordine di partenza. La lista degli atleti iscritti alla gara è stata riordinata in base ai numeri estratti da ciascuno degli atleti presenti.

Il testimone

Domenica mattina, fin dalle operazioni di apertura della competizione, è stato chiaro che i protagonisti della giornata sarebbero stati il testimone, un piccolo parallelepipedo arancione di duecento grammi di peso, e il disco giallo che gli atleti devono toccare dieci secondi dopo la riemersione. Le riunioni dello staff di assistenza e dei capitani sono state infatti più lunghe del solito, a causa dei necessari chiarimenti sul nuovo regolamento e sull’uso dei nuovi attrezzi.

Rane Nere Sub Trento: Michele Tomasi

La nuova formula di gara, che prevede uno scarto di tre minuti tra una prova e l’altra, consente di seguire comodamente tutte le prestazioni; inoltre, il fatto che gli atleti partano in ordine casuale mantiene alto l’interesse degli spettatori fino alla fine delle qualificazioni.

Certamente le scelte tattiche degli atleti e dei capitani devono tener conto dell’andamento di tutta la gara, e non più delle misure dichiarate: il gioco è reso ancora più interessante dal fatto che, oltre a controllare gli avversari, bisogna riservare un po’ di entusiasmo nelle gambe nel caso si rientri nella rosa dei finalisti: al contrario di quanto accaduto sino allo scorso anno, infatti, le prove di dinamica si strutturano adesso in qualifica e finale, disputata dagli otto atleti (per categoria) che hanno ottenuto le migliori misure in qualifica. Nella finale si riparte da “zero”, vale a dire che teoricamente si può vincere la finale con una misura inferiore a quelle già realizzate in qualifica da un altro finalista.

Apnea Academy Competition: Francesca Scolari

Quasi tutti gli atleti sono stati molto sportivi e hanno reagito in maniera piuttosto positiva alle novità, interrogativi e imprevisti che l’applicazione del nuovo regolamento ha inevitabilmente comportato (ad esempio: perdere il testimone durante la prova o dimenticarlo a bordo vasca o, ancora, non essere sufficientemente tempestivi nell’abbandonarlo sul fondo prima di riemergere).

Rane Nere Sub Trento: Flavio Righetto

Il risultato della gara non è stato scontato come ci si aspettava, vista la presenza della squadra delle Rane Nere Sub Trento: a Tomasi e Righetto in splendida forma, in finale, rispettivamente, con 151,50 mt e 150,50 mt, si è aggiunto Massimiliato Crovato, che però con 125 mt ha rivelato di essere ancora indietro con la preparazione.

Il primo posto è stato guadagnato da una squadra esordiente nell’apnea per quanto blasonata e ricca di tradizione nella pesca in apnea: il Ci.Ca. Sub Garibaldi Livorno. Marco Pertusati e Giuseppe La Rosa sono infatti riusciti a qualificarsi con 125,00 mt e 117,10 mt ed hanno concluso la prova finale con 135,50 mt e 74,30 mt, prestazione di minor livello dovuta ad un disguido con l’attrezzatura. Il loro compagno Claudio Falcinelli ha pagato lo scotto della scarsa esperienza di gara, concludendo la sua prova di qualificazione con 64,40 mt.
Il capitano e allenatore della squadra Alessandro Chiappe ha invece chiuso un 82,10 mt, con tattica prudente.

Ci.Ca. Sub Garibaldi: Marco Pertusati

Al terzo e quarto posto della classifica a squadre maschile si sono piazzate le due squadre del Barracuda Sub Pistoia, i cui componenti hanno conseguito punteggi molto interessanti con misure sempre superiori ai 75 metri, tra le quali spiccano i 119,10 mt per la qualificazione del finalista Alessandro Gonfiantini.
Sono attesi invece alle prossime competizioni Lorenzo Stoppar e Andrea Tucci. Quest’ultimo, dopo una tattica prova di qualificazione di 105,30 mt e dopo un’attenta preparazione per la prova finale, ha purtroppo perso il testimone.

Ci.Ca. Sub Garibaldi

Tra le sette ragazze che hanno preso parte all’appuntamento pistoiese si sono distinte Francesca Scolari, con il suo nuovo personale di 119,60 mt, e Federica Costa, con 110,95 mt, che hanno così già superato la misura minima di 110 mt necessaria per accedere ai Campionati Italiani. La misura corrisponde a quella effettuata dal decimo classificato ai Campionati Italiani dello scorso anno e per i ragazzi è di 133 mt.

La sorpresa della giornata è stata però la prestazione della pistoiese Luisa Regni, che ha chiuso 93,50 mt nuotando con le pinnette corte, suscitando la curiosità degli osservatori, che si sono interrogati sulle potenzialità di questa ragazza. Prestazione un po’ sottotono invece per la sua compagna di squadra Deborah Marassà, campionessa regionale, in finale con 89,40 mt.

Lega Navale Italiana Sezione Genova Quinto Mare

Al primo posto della classifica a squadre troviamo una bella squadra – la Lega Navale Italiana Sezione Genova Quinto Mare – di promettenti e simpatiche ragazze genovesi: Sara Boeri con 89,70 mt, Elena Torassa con 81,75 mt e Gaia Giuntini con 67,82 mt. Il loro compagno Paolo Acanti, altro agonista molto atteso, ha invece dovuto rinunciare alle prove a causa di una brutta allergia.

La giornata si è conclusa nei tempi previsti con una gustosa mangiata (complimenti al cuoco!) di metà pomeriggio presso la bella sede del Barracuda Sub Pistoia e con premiazioni molto sentite: dopo il minuto di silenzio proposto in memoria di Karol Wojtyła, ogni partecipante ha ricevuto il dovuto riconoscimento.

La classifica è disponibile in versione integrale per il download in formato Word compresso (88 Kb). Per scaricare la classifica completa, clicca qui.

Classifiche

Dinamica Maschile

1 Tomasi Michele (Rane Nere Sub Trento) 151,50 (finale) – 115,90 (qualifica)
2 Righetto Flavio (Rane Nere Sub Trento) 150,50 (finale) – 143,20 (qualifica)
3 Pertusati Marco (Ci.Ca.Sub Garibaldi Livorno) 135,50 (finale) – 125,00 (qualifica)

Dinamica Femminile

1 Scolari Francesca (Apnea Academy) 119,60 (finale) – 64,60 (qualifica)
2 Costa Federica (Rane Nere Sub Trento) 110,95 (finale) – 103,70 (qualifica)
3 Regni Luisa (Barracuda Sub Pistoia) 93,50 (finale) – 185,80 (qualifica)

Squadre Maschile

1 Ci.Ca.Sub Garibaldi Livorno 334,70
2 Rane Nere Sub Trento 302,00
3 Barracuda Sub Pistoia M1 294,46

Squadre Femminile

1 Lega Navale Italiana Sezione Genova Quinto Mare 239,27
2 Barracuda Sub Pistoia 182,90
3 Apnea Academy 119,60

Regionale Toscano Maschile

1 Pertusati Marco (Ci.Ca.Sub Garibaldi Livorno) 135,50 (finale) – 125,00 (qualifica)
2 Gonfiantini Alessandro (Barracuda Sub Pistoia M1) 107,05 (finale) – 119,10 (qualifica)
3 La Rosa Giuseppe (Ci.Ca.Sub Garibaldi Livorno) 74,30 (finale) – 117,10 (qualifica)

Regionale Toscano Femminile

1 Regni Luisa (Barracuda Sub Pistoia) 93,50 (finale) – 85,80 (qualifica)
2 Marassa’ Debora (Barracuda Sub Pistoia) 89,40 (finale) – 75,00 (qualifica)

Category: Senza categoria

Leave a Reply