Home » Pesca in Apnea » Agonismo » I° Trofeo C.N Olimpia sub Spotorno

I° Trofeo C.N Olimpia sub Spotorno

| 5 aprile 2005 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


I carniere di Antonio Piscitelli, secondo classificato

Si è disputato domenica 3 aprile il I° Trofeo CN Olimpia Sub Spotorno, gara selettiva valida per l’accesso al campionato di seconda categoria e l’assegnazione del titolo di campione di Terza Categoria. Al momento del ritrovo, fissato per le ore 8.00, la giornata prometteva bene: il mare si presentava calmo e spirava una leggera tramontana.
Nel parcheggio del Diving sono iniziate ad apparire le solite facce conosciute, mentre il tempo trascorreva veloce tra le risate e i commenti dei vari concorrenti. Dopo le operazioni di iscrizione, gli atleti hanno iniziato ad armeggiare con le attrezzature, ed ecco che i tavoli del ristorante adiacente al diving si sono iniziatti a riempire di fucili, plancette, mute ed accessori di ogni genere.

Durante la vestizione i “locali” parlavano di grossi branchi di cefali avvistati in preparazione, fatto che ha comportato una ulteriore limitazione del numero di esemplari catturabili: non i soliti dieci come di solito, ma solo cinque, come accade normalmente per la corvina.

Dalla spiaggia è stato dato il via alle ore 9.10: gli atleti si sono allontanati a nuoto con obbligo di rientrare a terra entro le 13.10, pena la squalifica.
Vista la limpidezza dell’acqua, fatto quasi straordinario per questo angolo di Liguria, la maggior parte dei concorrenti ha deciso di impostare la gara sul grotto. Fatta qualche eccezione, le catture sono arrivate con il contagocce.

Al rientro, i carnieri degli atleti risultavano composti in prevalenza da cefali, saraghi e tordi.
Dopo aver consegnato il pescato, i concorrenti hanno avuto il tempo per cambiarsi e rifocillarsi presso un ristorantino convenzionato con l’organizzazione.

Verso le 15.00 ha finalmente preso il via la parte più attesa da tutti: la pesatura.
Posizionati i tavoli e allestita la bilancia, i giudici hanno dato inizio ai giochi sotto lo sguardo attento dei presenti. I cavetti sono stati liberati uno ad uno dalle prede, poi pesate.
Durante le operazioni di pesatura erano molti i concorrenti visibilmente delusi dalla loro prova, mentre sul volto di altri si leggeva chiaramente la soddisfazione per aver disputato una buona gara.

I premi

Il vincitore di questa selettiva è risultato Piero Scelfo del D.P. Marinetta Genova, che ha portato al peso 4 tordi e 5 cefali, per un totale di ben 9 prede valide. Buon secondo posto per il “padrone di casa” Antonio Piscitelli del G.S. Olimpia con 7 prede valide (4 saraghi, due dei quali sfioravano il chilogrammo di peso, e 3 tordi), mentre Alessandro Aonzo, suo compagno di circolo, ha conquistato il 3° posto con 4 cefali, 1 sarago e 1 tordo.

Il premio per la preda più bella della gara è andato ad Antonio Piscitelli grazie ad un sarago di ben 995 grammi. La classifica a squadre ha visto primeggiare il G.S. Olimpia.

Classifica:

1° Scelfo Piero – D.P. Marinetta Genova, 9 Prede
2° Piscitelli Antonio – G.S. Olimpia SV, 7
3° Aonzo Alessandro – G.S. Olimpia SV, 6
4° Pignataro Angelo – L.N.I Chiavari, 5
5° Agostini Silvano – C.N. Sturla, 6
6° Bertelli Massimo – Eridania Sub Torino, 5
7° Briccola Daniele – C.N. Sturla, 4
8° Menegatti Luca – L.N.I Chiavari, 4
9° Loi Maurizio – Mares Nimar Bogliasco, 3
10° Mammoliti Fabio – L.N.I. Quinto, 4
11° Lai Vittorio – Cisurama Rapallo, 3
12° Della chiesa Alessandro – Mares Nimar Bogliasco, 3
13° Carlevarino Angelo – L.N.I Savona, 3
14° Agusti Franco – Scoglio in Fuori Bussana, 2
15° Marenco Stefano – Sub Club Brescia, 2

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply