Home » News » News Normative » I chiarimenti del Ministero sulla pesca sportiva e ricreativa del tonno rosso

I chiarimenti del Ministero sulla pesca sportiva e ricreativa del tonno rosso

| 5 agosto 2009 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

comunicato CCPP – In esito alle numerose richieste pervenute da sodalizi di settore si reputa opportuno fornire i seguenti chiarimenti in materia di pesca sportiva e ricreativa del Tonno rosso:

– L’autorizzazione alla pesca sportiva e ricreativa del tonno rosso ha validità su tutto il territorio nazionale, a prescindere dall’Ufficio marittimo che ne ha curato il rilascio.

– Per lo sbarco del tonno rosso proveniente da operazioni di pesca sportiva e ricreativa non è obbligatoria la presenza di ispettori degli organi di controllo ferma restando, tuttavia, la permanenza obblighi di prenotifica e di consegna della dichiarazione di cattura entro le 24 ore dallo sbarco.

– L’autorizzazione alla pesca sportiva può essere richiesta dall’ente organizzatore la gara congiuntamente per tutte le unità interessate che devono essere quindi elencate nell’istanza stessa. Nel caso in cui alla manifestazione prendano parte unità già autorizzate alla pesca ricreativa sarà sufficiente allegare alla domanda solo copia dell’autorizzazione stessa.
Restano fermi gli altri requisiti previsti per la pesca sportiva.

– L’Autorità Marittima che rilascia l’autorizzazione può essere diversa da quella che riceve la prenotifica e la dichiarazione di cattura.

Le predette direttive sono state comunicate dalla Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura a tutte le Capitanerie di Porto.

Tags: , , ,

Category: News, News Normative

Leave a Reply