Home » Altre discipline » Apnea » Gianluca Genoni presenta: progetto apnea 2010

Gianluca Genoni presenta: progetto apnea 2010

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

foto Comunicato stampa – Gianluca Genoni, pluricampione mondiale di immersione in apnea, inizia oggi la fase più specifica di allenamenti, fatta di immersioni a grande profondità, in vista della prova di apnea profonda che effettuerà alla fine di settembre a Zoagli nel Golfo del Tigullio.
Dopo aver stabilito 15 record mondiali nelle discipline più classiche dell’apnea, quest’anno si cimenterà in una prova, che per la prima volta al mondo, vedrà un uomo scendere in profondità, oltre i 150 mt, in apnea con l’aiuto di uno scooter subacqueo, il Suex Xk.
Il Suex Xk è lo scooter subacqueo più veloce al mondo, costruito apposta per la prova di Genoni, è in grado di raggiungere la velocità di 110m al minuto e scendere fino alla profondita di 250 metri.
La prova di Gianluca Genoni avrà anche un risvolto scientifico, infatti, sarà seguito dai ricercatori del DAN ( Divers Alert Network), fondazione per la ricerca e sicurezza sunacquea, che monitoreranno i parametri vitali dell’atleta bustocco, nel corso delle sue discese più impegnative.
” Per la prima volta l’obiettivo non è superare un record o superare me stesso, e questo in effetti mi sembra un po’ strano, ma l’obiettivo è forse ancora più ambizioso: cercherò di sperimentare nuove frontiere e nuovi materiali per lo sviluppo di questa disciplina sportiva che per me resta sempre la più bella e la più affascinante”

Per fare questo tentativo Genoni avrà a disposizione il massimo che la tecnologia può offire. Oltre allo scooter Suex, si avvarrà di un nuovo prototipo di giubbotto gonfiabile di sicurezza, studiato appositamente da Mares, in grado di riportare l’atleta in superficie in caso di problemi o imprevisti e del nuovissimo Blancpain 500Fathoms, orologio subacqueo fino a 1000 metri, che garantisce una grandissima precisione e visibilità anche nel buio degli abissi.
” Oramai sono passati più di 3 anni dal mio ultimo record in profondità, quello a – 141 mt fatto a Sharm el Sheik, e mi mancavano le emozioni che si provano in questo tipo di immersioni. Fare questa prova mi sta dando forti motivazioni e grande curiosità . Chissà che questa volta non riesca finalmente vedere davvero qualche creatura degli abissi come tutti spesso mi domandano”.

Tags: , , , ,

Category: Apnea, News, News Apnea

Leave a Reply