Home » News » Atleta dell’Assoluto 2018 Squalificato per 2 Anni dalla Nado

Atleta dell’Assoluto 2018 Squalificato per 2 Anni dalla Nado

| 8 dicembre 2018

La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping si è espressa, il 6 dicembre, sul caso dell’atleta di prima categoria Rosario Lopis, trovato positivo alla sostanza Prednisone a seguito di un controllo disposto dalla NADO Italia, al termine della prima giornata del Campionato Italiano Assoluto di Pesca in Apnea 2018, svoltasi a Sant’Antioco il 22 e 23 giugno scorsi.

L’atleta siciliano, visti gli artt. 2.2 (Uso o tentato uso di una sostanza vietata o di un metodo proibito), 4.2.2 (Durata della squalifica in caso di non intenzionalità) e 4.11.2 (Pronta ammissione) delle Norme Sportive Antidoping, è stato punito con una squalifica della durata di 2 anni (a decorrere dal 22 giugno 2018 e con scadenza al 21 giugno 2020), oltre al pagamento delle spese del procedimento.

Per quanto la sentenza non abbia fatto rimando all’art.10 delle NSA, riguardante l’annullamento automatico dei risultati, resta alla FIPSAS la facoltà di decidere su come comportarsi (art. 4) sulla questione, e qui si aprono due possibili scenari, che potranno mutare ulteriormente nel caso in cui venga proposto ricorso o si riesca ad ottenere una riduzione del periodo di squalifica:

  • Il primo, nel quale i risultati del Campionato Italiano 2018 rimangono invariati e, in questo modo, l’atletà concluderà il periodo di squalifica ritornando a gareggiare nel campionato di qualificazione del 2019.
  • Il secondo, nel quale invece la classifica verrebbe corretta riportando Lopis a 0 punti, scalando verso l’alto tutte le posizioni dal 6° in poi e quindi ripescando in prima categoria il primo dei retrocessi. In questo modo l’atleta siciliano concluderebbe il periodo di squalifica da retrocesso alle selettive della stagione 2020/2021.

Nulla cambierà, invece, relativamente all’iscrizione nel club azzurro, ossia quella selezione di atleti a partire dalla quale vengono scelti i componenti della Nazionale. Lopis ne avrebbe avuto diritto in virtù del 5° posto finale all’Assoluto, tuttavia, essendo sottoposto a sospensione cautelare inflitta dalla Procura Nazionale Antidoping a partire dal 18 settembre, non era stato ricompreso nell’elenco ufficiale diffuso il 25 settembre, in attesa della pronuncia della sentenza.

Ai fini dell’interpretazione del provvedimento, è opportuno evidenziare che la sostanza vietata oggetto del procedimento è un corticosteroide ad azione antinfimmatoria, spesso prescritto ai subacquei (es. Deltacortene) per il trattamento di episodi acuti di sinusite o per problemi di compensazione in generale. In questo caso, atteso che il farmaco è stato assunto dietro prescrizione medica, e che è stata riconosciuta una condotta NON volta al “barare” (in caso contrario gli anni di squalifica sarebbero stati 4) si paga, forse fin troppo cara, la leggerezza di non aver attivato le previste procedure per ottenere l’esenzione a fini terapeutici.

Tags: , , , ,

Category: Agonismo, News, News Pesca in Apnea

I commenti sono chiusi.