Home » Pesca in Apnea » Agonismo » Gare Pescasub: Trofeo Komaros, la spunta Rushani su Della Martire e Pasqualini

Gare Pescasub: Trofeo Komaros, la spunta Rushani su Della Martire e Pasqualini

| 25 ottobre 2017 | 0 Comments

Testo e foto di Fabio Fiori

Domenica 22 ottobre, dopo il rinvio causato dal maltempo, si è svolta ad Ancona la trentacinquesima edizione del “Trofeo Kòmaros – 18° Memorial Fabio Bolli” di pesca in apnea, gara intitolata al ricordo di Fabio Bolli, fondatore della società, indimenticabile dirigente, istruttore di immersione, giudice di gara ed instancabile organizzatore di manifestazioni.

La gara si è svolta con un tempo molto variabile dopo alcuni giorni di stabilità, alla partenza il mare calmo e la debole corrente da sud hanno reso l’acqua discretamente limpida, anche se sul fondo ancora torbida. Quarantadue i concorrenti presenti alla partenza.

Come sempre ottima l’organizzazione per questa importante occasione.
Il Kòmaros Sub Ancona forniva vari mezzi veloci con a bordo due medici e sub di soccorso, oltre che la direzione di gara, la giuria e l’assistenza, mentre quattordici barche e gommoni trasportavano ed assistevano gli atleti. Fondamentale anche la collaborazione con l’Ancona Yacht Club che metteva a disposizione la base logistica ove veniva offerto un buffet agli atleti ed al personale e venivano effettuate le premiazioni.

La gara iniziava alle ore 9,30 al centro del campo di gara che si estendeva dalla Chiesa di Portonovo al Moletto dei Sassi Neri di Sirolo.
Gli atleti si dividevano in tre gruppi, alcuni atleti tra cui gli anconetani Galassi e Lucarini ed il pesarese Trebbi, si dirigevano, nuotando con la corrente a favore, verso l’estremità nord del campo di gara nella speranza di trovare prede interessanti, ma i loro sforzi non erano ricambiati dai pinnuti, nella zona erano infatti presenti solo cefali ma di piccola taglia, al di sotto del peso minimo.

Un nutrito gruppo di atleti restava nella zona centrale del campo gara dirigendosi verso terra per insidiare cefali nel basso fondo tra questi gli atleti anconetani Pasqualini, Rushani ed il pesarese Della Martire.
Altri atleti sceglievano di risalire la corrente verso sud, tra questi gli anconetani Cioffi, Fiori e Potenza ed il pesarese Campeggi, che si dirigevano verso un relitto normalmente abitato da corvine e cefali.

Il pesarese Giunta ed un paio di atleti del Monsub, superavano il promontorio delle “due sorelle” e procedevano verso l’estremità meridionale del campo gara, Giunta arrivato al limite del campo gara trovava alcuni cefali e riusciva a catturarne un paio.
Campeggi giunto per primo sul relitto non trovava i pesci sperati e quindi spostatosi più a terra riusciva a catturare in tana due corvine in peso.
Fiori e Cioffi giunti poco dopo catturavano tra le lamiere contorte un grosso cefalo ciascuno.

Un buon terzo posto per Camillo Pasqualini (foto F. Fiori)

Un buon terzo posto per Camillo Pasqualini (foto F. Fiori)

A metà gara la corrente cambiava improvvisamente direzione e nel giro di pochi minuti iniziava a scorrere impetuosa da nord.
Gli atleti non riuscivano più a risalire la corrente ed ognuno restava nella zona prescelta per l’ultima ora di gara.
La gara terminava alle 13,30 sotto una pioggia scrosciante che nel frattempo si era abbattuta sulla costa anconetana.

Al rientro al Porto Turistico MARINA DORICA, il giudice di gara Diego Fiori, coadiuvato dal direttore di gara e dalla segreteria, procedeva alla pesatura.
I carnieri erano veramente scarsi e ben ventiquattro concorrenti terminavano senza neanche una preda.
Sul podio individuale finivano, nell’ordine Rushani Klodjan, Della Martire Matteo e Pasqualini Camillo.

La classifica per società ha visto prevalere il KOMAROS SUB ANCONA, secondo il SUB TRIDENTE PESARO, terzo il MONSUB JESI, quarto il SUB PESARO e quinto il SUB GIAN NERI RICCIONE.
Al termine della pesatura il pescato è stato donato alla mensa dei poveri di Ancona.

Dopo un pasto caldo offerto dagli organizzatori si è poi proceduto alla premiazione.
Il dirigente dell’Ancona Yacht Club, Marco Lewandoski, ha rivolto a tutti un breve discorso in memoria di Fabio Bolli concluso con un lungo applauso.

Il Trofeo “Fabio Bolli” è andato a RUSHANI KLODJAN, migliore atleta anconetano.
Premi sono stati offerti dalle ditte ALL SPORT di Falconara, BONIFAZI CENTER SHOP di Numana, BENTISUB Mute Subacquee, Conero Nautica e Tito Nautica di Ancona.

Al termine è stato sorteggiato tra tutti i concorrenti partecipanti un prosciutto offerto dai Supermercati SI CON TE di Via Piave Ancona, la fortuna ha baciato Luigi Saitta che si è aggiudicato l’ambito premio.

CLASSIFICA INDIVIDUALE

1° – RUSHANI KLODJAN – KOMAROS SUB ANCONA – 3 prede – 3.182 punti
2° – DELLA MARTIRE MATTEO – SUB TRIDENTE PESARO – 4 prede – 2.850 punti
3° – PASQUALINI CAMILLO – KOMAROS SUB ANCONA – 3 prede – 2.438 punti
4° – GIUNTA FRANCESCO – SUB TRIDENTE PESARO – 2 prede – 2.050 punti
5° – CIOFFI LORENZO – KOMAROS SUB ANCONA – 2 prede – 2.022 punti
6° – BRUALDI SAMUELE – SUB TRIDENTE PESARO – 2 prede – 1.910 punti
7° – CAMPEGGI ROBERTO – SUB TRIDENTE PESARO – 2 prede – 1.770 punti
8° – MARIOTTI MARCO – SUB TRIDENTE PESARO – 2 prede – 1.628 punti
9° – RUSHANI OLTJAN – KOMAROS SUB ANCONA – 1 preda – 1.230 punti
10° – SAITTA LUIGI – KOMAROS SUB ANCONA – 1 preda – 1.210 punti

Tags: , , , ,

Category: Agonismo, News, News Pesca in Apnea