Home » News » News Pesca in Apnea » A Follonica Rapezzi Vince la Coppa Carnevale, poi Lippi e Soldati

A Follonica Rapezzi Vince la Coppa Carnevale, poi Lippi e Soldati


testo di Alessandro Pacenti

Domenica 11 febbraio 2018, nella splendida cornice del golfo di Follonica, si è disputato il trofeo che ormai è divenuto un classico della pesca in apnea toscana e non solo. Si tratta della famosa “Coppa Carnevale”, evento ricordato negli anni come uno dei più ricchi, sia dal punto di vista della quantità del pescato, sia dal punto di vista dell’altissimo livello sportivo dei partecipanti.

Negli ultimi anni, il direttivo del Circolo Sub L.N.I. di Follonica aveva organizzato questa gara solo come tappa del campionato sociale, vedendo quindi come partecipanti i soli soci/agonisti. Quest’anno invece, dato il cambio generazionale all’interno del sodalizio sportivo e data la grande volontà di rilanciare l’evento che sempre ha caratterizzato la cittadina follonichese in ambito della pesca in apnea, tale direttivo si è impegnato nel realizzare una sorta di “revival” della vecchia competizione apportando alcune modifiche al regolamento e al campo di gara.

follonica1

Infatti, a differenza del passato, ogni atleta ha potuto raggiungere la zona di pesca nuotando verso il largo senza l’ausilio del proprio gommone. Così facendo, la gara si è svolta in modo tale da mettere tutti, più o meno, allo stesso livello di difficoltà, limitando il più possibile la “pesca a segnale” (pratica tipica di chi conosce bene il campo gara battendo tane e zone di aggregazione del pesce già conosciute, facilitandolo gli atleti di casa nel prelievo).

Pochi giorni prima della gara il meteo non prometteva molto bene e lo svolgimento non era garantito. Per questo, il consiglio si riservava di dare il venerdì 9 febbraio come data massima di conferma della manifestazione. Proprio quel giorno, gli organizzatori hanno usato i vari social per riferire a tutti gli interessati le condizioni meteo marine, postando un video a testimonianza della buona visibilità sul campo gara, cosa che, in condizioni contrarie, avrebbe senza dubbio compromesso la pesca e di conseguenza il trofeo.

Contro ogni aspettativa dei più scettici, la nostra cittadina ha regalato alla manifestazione una giornata pressoché primaverile con cielo sgombero, venti assenti e temperatura mite. La partenza ed il rientro della gara sono stati fissati sulla spiaggia antistante la sede del gruppo vela della Lega Navale Italiana a Pratoranieri dove gli atleti avevano la possibilità di entrare in acqua da qualsiasi punto, rispettando però la regola che, alla fine della competizione, tutti dovevano presentarsi con il proprio pescato nel piccolo tratto di spiaggia adiacente al pennello di scogliera da dove il giudice di gara aveva dato il fischio di inizio.

follonia2A fine gara, prima del pranzo, è stata effettuata la premiazione che ha visto vincitore Michele Rapezzi con due prede di cui una spigola che sfiorava i 4 kg, al secondo il giovane Francesco Lippi con 5 prede seguito al 3° posto dal grossetano Nicola Soldati con 4 prede ed al e posto i due esponenti della subacquea locale, gli esperti Giuseppe Bartalotta e Gianluca Mocciola.

Per quanto riguarda i premi, non sono di certo mancate le ditte che si sono proposte ed impegnate sposorizzando l’evento e offrendo i propri prodotti come premi per i primi 5 posti. Tra le aziende ricordiamo il negozio “ACQUASPORT” di grosseto per i primi tre piazzamenti, l’azienda agricola locale “LA CURA” per il vino del pranzo ed il quarto posto e la “MACELLERIA PACENTI” per i prodotti gastronomici assegnati al quinto classificato.

Oltre alla sempre piacevole presenza del famoso giornalista Gherardo Zei, ormai un’istituzione nel reportage della pesca in apnea, lo svolgimento della manifestazione ha visto come protagonisti non partecipanti alla gara, gli storici atleti di fama mondiale Vella e Della Spora. I quali hanno  sostenuto i partecipanti sia con l’assistenza in mare sia con la loro presenza durante il processo di premiazione, proprio loro che sono stati i veri e propri simboli della pesca subacquea ed in particolare della Coppa Carnevale.

Antonino Vella in particolare, poco prima della premiazione, ha espresso parole di gratitudine verso l’organizzazione  e si è complimentato con tutti i partecipanti. Tra le splendide parole espresse, non ha mancato di accendere l’animo della nuova generazione motivando, nonostante la netta differenza dei carnieri rispetto alle edizioni degli anni ‘90, tutti i giovani che stanno iniziando il loro cammino verso risultati importanti nell’ambito agonistico.

Tra loro ricordiamo le nuove leve: Pica Angelo, Ferraro Gabriele, per L.N.I. Sub Di Follonica, Salzillo Raffaele, Verrigni Jacopo, Castellani Mattia e Golini Riccardo per il Club Subacqueo Grossetano e De Petrillo Michele per l’ Arco Muto Sub di Anzio. Anche Luciano Benini, il presidente più longevo d’italia, ha espresso parole di ringraziamento invitando tutti i presenti a partecipare anche al Carnevale di Follonica in modo da far sentire il legame della manifestazione sportiva con la ricorrenza carnevalesca. I 29 atleti erano stati stati suddivisi preventivamente in gruppi di 3 o 4 in rappresentanza (A SORTEGGIO) degli 8 rioni e, grazie al punteggio della squadra composta da Nicola Soldati p.4048 + Bianchi Emilio p. 1910+ Pica Angelo p.1374, il Trofeo XXVIII° Coppa Carnevale è andato al Rione ZONA NUOVA.

Tags: ,

Category: News, News Pesca in Apnea