Home » News » News Pesca in Apnea » EuroAfricano 2015: Xavi Blanco domina la prima, male gli italiani

EuroAfricano 2015: Xavi Blanco domina la prima, male gli italiani

| 5 settembre 2015 | 0 Comments

È andata di scena oggi la prima giornata del 30° Campionato Euro-Africano di pesca in apnea. Le acque di Cadiz non hanno tradito le attese e, per quanto la visibilità non fosse buona come era parso questa mattina all’avvio della gara, il pesce non è certo mancato.

Frazione d’apertura dominata dal Campione del mondo in carica Xavi Blanco che si è fermato ad un soffio dai 46.000 punti, portando al peso tra gli altri un grosso pagro di 7,6 kg. Piazza d’onore per il croato Slaven Cubric che ha totalizzato 41.670 punti. Terzo posto per il campione nazionale portoghese Jody Lot attardato a poco più di 36.000 punti, alle sue spalle Daniel Gospic (che aveva vinto il titolo europeo proprio in queste acque nel 2007) con 32.300 punti. 5° e 6° gli altri due portacolori della Spagna: Samuel Tomas e Sergio de Julian.

blanco1
Piuttosto indietro i greci, il primo dei quali è Degaitas 9°, che, forti di una preparazione di circa 35 giorni, sembravano essere in grado di impensierire seriamente gli iberici. Decisamente male l’Italia affondata a metà classifica: Stefano Claut 16esimo (19.945 punti), Massimiliano Barteloni 18esimo (16.695 punti) e Christian Mortellaro 19esimo (14.900 punti), anche se gli azzurri non nascondono il disappunto per un grave malinteso in fase di preparazione.

Il problema è nato dal fatto che il regolamento ufficiale indicava con quattro punti gps i limiti di ogni campo gara. Come da consuetudine nei nostri campionati nazionali e come per la verità accaduto anche nelle passate edizioni di mondiali ed europei, disputati anche in Spagna, la nostra nazionale ha preparato stando all’interno del poligono delimitato dalle coordinate fornite dall’organizzazione.

Pare invece che le coordinate servissero per indicare i limiti perpendicolari alla costa, e che quindi verso terra e reso il largo non ci fossero confini di sorta. Di fatto quindi la nostra nazionale ha scoperto solo alla vigilia della competizione di aver preparato solo una porzione di quello che sarebbe stato l’effettivo campo di gara e quindi, salvo “miracoli”, il risultato finale sarà comunque pesantemente falsato.

Domani giornata conclusiva con la quale si assegnerà il titolo individuale e, tramite i piazzamenti a squadre, si stabilirà chi avrà accesso al prossimo mondiale che si disputerà nel 2016 in Grecia.

CLASSIFICA UFFICIALE

Tags:

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply