Home » Articoli » Eudi Show: terza giornata

Eudi Show: terza giornata

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Lo spazio Apnea Magazine pronto ad accogliere gli appassionati (Foto A. Balbi)

Possiamo ritenerci pienamente soddisfatti da questa sedicesima edizione dell’Eudi Show, era la prima volta che la pesca in apnea aveva uno spazio proprio ed è stato sfruttato al meglio. L’ultima giornata è stata motivo di orgoglio personale per il grande successo di AM, riconosciuto da tutte le aziende di settore, ma anche dai semplici appassionati che in tre giorni hanno affollato lo stand facendo complimenti per gli articoli in diretta o semplicemente per salutarci.

Si discute di AMP e pesca in apnea (Foto A. Balbi)

Un’affluenza inaspettata ‘ mi riferisco al nostro spazio – in un momento in cui le divisioni politiche (Assosub – Confisub) rischiano di frammentare un settore che avrebbe bisogno di unità per affrontare gli importanti temi che ci accomunano. Ne parleremo approfonditamente nel prossimo editoriale.

La terza giornata, come le precedenti, ha visto grandi ospiti gravitare intorno al nostro spazio per rilasciare video interviste che vedrete nei prossimi giorni ma l’appuntamento veramente importante è stato quello con la conferenza promossa dalla FIPSAS dal titolo “Pesca in apnea e AMP proposte per un dialogo”; esponenti scientifici e politici hanno espresso posizioni e aperture verso la pesca in apnea con argomentazioni scientifiche che troverete tra qualche giorno negli approfondimenti.

La Nazionale di pinnato allo stand AM (Foto A. Balbi)

Anche il nuoto pinnato ha avuto il suo momento di gloria: Stefano Figini e i ragazzi della nazionale, dopo la premiazione federale presso il Palco Eudi, si sono intrattenuti con grande simpatia e diciamolo una ventata di gioventù presso AM, dove il nostro instancabile Nicola Negrello ha proiettato i filmati delle ultime vittorie della squadra azzurra.
Anche il presidente di settore Lolli ha trascorso circa un’ora con noi facendo un bilancio consuntivo della situazione attuale del settore e ringraziandoci per la visibilità e il contributo che stiamo dando alla disciplina.

La simpatia di Brischigiaro (Foto A. Balbi)

I grandi campioni presenti e le aziende con massima disponibilità hanno risposto alle nostre domande, e accettato video interviste, eccone alcuni.

Nicola Brischigiaro
Con la solita vivacità e simpatia ha espresso il suo punto di vista su performance estreme, apnea e nuovi campioni. Nicola era presente alla fiera di Roma con un proprio spazio espositivo, all’interno di Apnea Village, coadiuvato da tutti i ragazzi dell’Apnea National School. Interessante sul Palco Eudi lo sviluppo delle attività della scuola, dall’apnea pre e post natale fino ai video delle sue ultime imprese.

Paolo Cappucciati
Paolone è una figura storica della pesca in apnea, con lui si potrebbe parlare per ore ripercorrendo gli anni d’oro dell’agonismo; è sempre pronto a rimettersi in gioco a patto che il divertimento resti la principale caratteristica dell’attività. Anche per lui video intervista dove si sono affrontati i vari temi della pesca e il suo nuovo progetto di collaborazione con Mares.

Due grandi campioni: Aldo Calcagno e Massimo Scarpati (Foto A. Balbi)

Aldo Calcagno
Con Aldo abbiamo affrontato il tema scottante del suo ritiro dalle competizioni e qualche domanda sul futuro non agonistico. Il testimonial di Effesub ha firmato autografi per i molti appassionati. Durante l’intervista una fatalità ha voluto che passasse Massimo Scarpati, è stato incredibile vedere l’emozione di Calcagno ‘ che in tanti anni non aveva mai incontrato Scarpati – al cospetto del grande campione; incontro prontamente immortalato dallo staff.

Leonardo Cagnolati
Il fresco campione italiano ci ha svelato i trucchi per vincere il campionato (bastassero quelli), con simpatie ha ripercorso il cammino dello scorso anno e la fresca convocazione in nazionale. “Leo” ha firmato i poster che Omer ha messo a disposizione per i numerosi appassionati accorsi numerosi al nostro stand per conoscerlo.

Le aziende

Mares
Luca Limongi, in una breve video intervista, ha descritto le principali caratteristiche di pinne, fucili, computer e maschere per poi intrattenersi, in un confronto interessante, con i ragazzi dello staff tecnico. Mares e Omer per tutto l’Eudi hanno catalizzato l’attenzione dei visitatori riempiendo sempre i propri stand.

Omer
Marco Ciceri e Marco Bardi hanno illustrato le principali novità del catalogo, (dell’airbalete ne abbiamo parlato qualche giorno prima) dagli arbaleté alla nuova linea accessori di Marco sulla quale la casa lombarda punta molto nel futuro. Un’intervista ricca di particolari che vi proporremmo tra qualche giorno.

Al momento non abbiamo i dati certi per dire se Eudi sia stato un successo oppure no e non conosciamo nemmeno (mentre scriviamo la riunione è ancora in corso) i progetti per il prossimo anno; avremmo preferito un salone completo e qualche problema logistico in meno (bus navetta inesistenti e i “soliti” problemi di traffico romano) ma, ripetiamo, il fatto che la pesca in apnea abbia trovato una sua posizione è assolutamente positivo. Seguiremo con attenzione l’evoluzione di questa difficile situazione, anche nelle prossime settimane, attraverso indagini e interviste e cercheremo di capire e tenervi informati sul futuro di un settore che vive un momento delicato.

Come Apnea Magazine possiamo ritenerci soddisfatti, abbiamo svolto il nostro lavoro con la passione e l’entusiasmo di sempre e abbiamo in serbo numerosi approfondimenti che potrete leggere e vedere nelle prossime settimane.

Tags: , , ,

Category: Articoli, Pesca in Apnea, The Box

Leave a Reply