Home » News » Eudi Show: SICS e FIAS presentano I Cani supereroi

Eudi Show: SICS e FIAS presentano I Cani supereroi

| 23 febbraio 2015 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

COMUNICATO STAMPA

Chiunque abbia visto un cane in acqua si sarà accorto che quest’elemento non è per niente estraneo al migliore amico dell’uomo.
Da questa considerazione ne nascono molte altre tra cui quella che se il cane è amico dell’acqua e dell’uomo non può che trovarsi a suo agio in mezzo ai subacquei e, di conseguenza, ha tutto il diritto di partecipare all’Eudi Show.

E, infatti, insieme a tanti personaggi appassionati di mare e di acqua, all’Eudi 2015 parteciperanno una quindicina di cani tra Labrador, Terranova, Leonberger e Golden Retriever tra cui nientepopodimeno che Chunk, che ha salvato una bimba all’Isola Elba ed è stato ospite di Magalli nella popolare trasmissione “I Fatti vostri” a dimostrazione che i personaggi famosi non sempre hanno due zampe.

Per un giorno la piscina del 23° Eudi Show diventerà il palcoscenico dove si esibiranno i cani della SICS, la Scuola Italiana Cani Salvataggio, impegnati in uno spettacolare programma con tuffi dal trampolino, recupero di bagnanti in difficoltà, trasporto baywatch e barella, recupero con fune e tecniche di nuoto cane e conduttore.
Promotrice dell’iniziativa sarà ancora una volta la FIAS, la Federazione Italiana Attività Subacquee, che con la SICS ha stipulato un concordato avente valenza sul territorio nazionale per la collaborazione in merito ai rispettivi impegni nella protezione civile a dimostrazione che il cane non è solo il più grande amico dell’uomo, ma anche del subacqueo.

La scuola, nata nel 1989 per volontà di Ferruccio Pilenga, Presidente Nazionale nonché referente per la Lombardia, riunisce tutte le unità cinofile S.I.C.S. facendo di questa particolare scuola la più grande organizzazione nazionale dedicata alla preparazione dei cani e dei loro conduttori al salvataggio nautico e al rilascio di uno specialissimo Brevetto di Salvataggio S.I.C.S. riconosciuto dal Ministero Trasporti e Navigazione in accordo con il comando Generale delle Capitanerie di Porto – MARICOGECAP.

17_SICS
Ma cosa possono fare questi cani straordinari le cui capacità sono davvero incredibili e tali da mettere in secondo piano qualunque operatore umano? Un unico cane, ad esempio, è capace di trainare un battello con a bordo fino 30 persone, e di effettuare prove di resistenza di nuoto su distanze comprese tra i 300 m e i 2 Km.
E se bisogna intervenire per aiutare una persona con problemi respiratori? Niente paura, con l’aiuto del sostentamento del cane possiamo già effettuare una ventilazione forzata in acqua.
E se c’è una persona in pericolo in acqua bassa dove, a causa di rocce o scogli, un’imbarcazione di soccorso non riesce ad avvicinarsi, l’unità cinofila riesce a portare assistenza anche in queste condizioni difficili e a condurre l’assistito in un’area di sicurezza dove anche l’uomo può intervenire.
Ed è questo l’obiettivo dichiarato della SICS: integrare ed essere complementari con le figure preposte al salvataggio in acqua al fine di implementare la sicurezza in acqua senza pesare sulle istituzioni esistenti ma utilizzando i nostri volontari a 2 e 4 zampe, connubio perfetto di professionalità e competenza nell’ambito della balneazione sicura.

I cani della SICS, di peso superiore ai 25 Kg, con spiccate doti di acquaticità e docilità, sono addestrati direttamente dai propri conduttori con l’ausilio degli istruttori nazionali SICS e operano nell’ambito di tutto ciò che concerne il salvataggio in acqua.
A tal fine le unità cinofile, presenti sul territorio nel numero di circa 300, prestano la loro attività sulle imbarcazioni della Guardia Costiera, lungo i litorali, nei laghi e nel solo 2014 sono state protagoniste di ben 40 salvataggi.

Tags: , , , ,

Category: News

Leave a Reply