Home » Articoli » Eudi Show/DivEx 2010 – Gli eventi salienti di Sabato

Eudi Show/DivEx 2010 – Gli eventi salienti di Sabato

| 14 febbraio 2010 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Confermata la grande affluenza di pubblico preventivata il venerdi, addirittura oltre tutte le più rosee aspettative, tanto che per la giornata di Domenica si prevede l’apertura di una seconda biglietteria.
Numerosi gli appuntamenti sul palco Eudi con tanti ospiti apneisti e pescatori intervistati dal giornalista Enzo Incontro che, se ci permettete una nota polemica, ci pare una scelta infelice viste le numerose frecciatine che il direttore dell’AMP del Plemmirio riserva ogni qual volta i pescatori si presentano davanti ai suoi microfoni.

Di seguito una breve sintesi degli eventi clou di giornata.

La presentazione del libro di Federico Mana

ED MAGENES
Presentazione del libro del campione Apnea Federico Mana “La Compensazione in Apnea”

Federico forte del successo del suo primo libro: ‘Tecniche di respirazione in apnea’, ha presentato il secondo volume della casa editrice Magnes, dal titolo: ‘La compensazione in apnea’. Si tratta di un manuale unico nel suo genere che descrive in maniera semplice ed efficace gli esercizi fondamentali per gestire al meglio i meccanismi implicati nella compensazione. Particolarmente interessante la descrizione dettagliata della manovra Mouth Fill che il campione piemontese utilizza per le sue discese in assetto costante oltre i 100 metri.Nell’ultima parte dela conferenza Fedrico ha parlato dei suoi futuri progetti editoriali e sportivi, ripercorrendo le tappe della sua carriera apneistica all’insegna dell’Aida.

Il dibattito sulla licenza di pesca

Ed OLIMPIA Mondo Sommerso
‘Licenza di pescatore in apnea: quale futuro?’ Interverranno: A. Azzali;M. Scarpati;P. Sorvino;A. Terlizzi;P. D’Ambrosio e Umberto Pelizzari

Nel primo pomeriggio si prospettava il promettente dibattito organizzato da Mondo Sommerso, sul tema della licenza per la pesca in apnea. Presentato da Enzo Incontro e moderato da Romano Barluzzi, vedeva la partecipazione di personaggi importanti: il Presidente del settore AS Alberto Azzali, il grande Massimo Scarpati, Pietro Sorvino, i biologi Antonio Terlizzi e Paolo D’ambrosio (Direttore dell’AMP di Porto Cesareo), nonché il pluricampione di apnea Umberto Pelizzari.

La discussione partiva da un breve riepilogo sulle tematiche del recente convegno tenutosi a Mola di Bari e in cui si è ampiamente discusso dell’impatto delle attività subacquee all’interno delle Aree Marine Protette. L’argomento, sicuramente caldo, finiva però per prendere il sopravvento lasciando poco spazio alla trattazione del tema della licenza di pesca che veniva solo brevemente riassunto dal presidente Azzali ribadendo le pressanti richieste della Comunità Europea in fatto di quantificazione del numero di praticanti, lasciando intendere come sia un passo imprescindibile per tentare di essere ammessi nelle zone C al pari degli altri pescatori sportivi, e non mancando di sottolineare come in Italia siamo poco abituati a vedere una licenza come uno strumento per valutare incidenza geografica e soprattutto politica di un’attività sportiva, ma piuttosto sempre come una ingiusta gabella.

Il dibattito proseguiva comunque su argomenti di grande interesse, passando dal racconto fatto da Massimo Scarpati della prima gara di pesca in apnea con regolamento ecologico svoltasi a Ischia nel 1974, per giungere agli aneddoti e alle esperienze dei biologi Terlizzi e D’Ambrosio e per continuare con l’illustrazione dei nuovi protocolli federali per la formazione degli istruttori di pesca in apnea.

Particolare attenzione ha destato poi il racconto delle esperienze di pesca di Umberto Pelizzari, che ha saputo comunicare alla platea, con grande semplicità, in cosa consista lo spirito ecologico del pescasub e quanto sia assolutamente compatibile con qualsiasi forma di tutela e monitoraggio degli ecosistemi marini.

Homar Leuci commenta le immagini del record

APNEAWORLD. IT & e ASD Sporthology
Presentano ‘il campione Mondiale di Apnea Profonda Assetto Costante omologato CMAS Homar Leuci’

Il campione ha ripercorso le tappe del suo record di immersione in assetto costante in cui ha raggiunto la quota di 84 mt, soffermandosi in particolare nello spiegare la grande scrupolosità richiesta dalla CMAS per omologare un primato sotto la sua egida. Condizioni che lo hanno obbligato a pianificare il tutto con molti mesi di anticipo e riuscendo tuttavia a completare le procedure burocratiche richieste appena in tempo.

Il dibattito con i primi tre classificati dell’Assoluto 2009

F.I.P.S.A.S.
‘Campionato Italiano Assoluto di Pesca in Apnea 2009: La parola ai primi tre classificati’

Tra le iniziative promozionali organizzate dalla FIPSAS si è svolto, sul palco dell’Eudi Show, un incontro con i primi tre classificati al Campionato italiano assoluto di pesca in apnea: Concetto Felice, Massimiliano Barteloni e Franco Villani, che ha visto anche la partecipazione del Presidente del Settore Attività Subacquee Alberto Azzali e del Direttore Tecnico della Nazionale Pietro Milano.

Durante l’incontro è stato presentato anche il programma della Federazione in vista del Campionato Mondiale che si disputerà a Lussino (Croazia) a metà settembre. Milano ha selezionato otto atleti che si contenderanno la convocazione in Nazionale sulla base di alcuni criteri che tengono conto dell’esperienza in campo agonistico, del rango internazionale acquisito nel tempo e dei risultati sportivi. Gli otto selezionati sono: Massimiliano Barteloni, Stefano Bellani, Bruno De Silvestri, Concetto Felice, Nicola Riolo, Maurizio Ramacciotti, Nicola Smeraldi (che sostituisce Gallinucci costretto a rinunciare per impegni di lavoro), Franco Villani.

Sulla base dei risultati acquisiti in carriera, a ciascuno di questi atleti verrà assegnato un punteggio di partenza che potrà essere incrementato sulla base di alcune prove di selezione di cui faranno parte la Coppa della città di Rovigno (Croazia) a cui parteciperanno Barteloni, Felice, Smeraldi e Villani e uno stage che si svolgerà alla fine di maggio in una località ancora non comunicata del centro Italia.

Alla fine di queste prove il Direttore Tecnico selezionerà i tre titolari e la riserva ufficiale che faranno parte della Nazionale italiana. Per la preparazione non sono previsti sopralluoghi di gruppo ma, una volta selezionati, i titolari e la riserva dovranno programmare in totale autonomia date e durata dei sopralluoghi da svolgere entro la fine di agosto per poi iniziare, giorno 1 settembre, l’avventura mondiale.

A supporto della preparazione dei campi gara, la FIPSAS ha chiesto e ottenuto la disponibilità di alcuni atleti triestini, profondi conoscitori dei fondali croati che forniranno il supporto logistico, mettendo a disposizione le loro imbarcazioni e preziosi consigli per affrontare la gara nel migliore dei modi.

A volte succede anche che…’

Un gustoso fuori programma è stato il ritrovarsi, dopo quasi trenta anni, di due grandi campioni del passato del calibro di Massimo Scarpati e Milos Jurincic e vissuto in diretta da uno dei nostri collaboratori. Per rivivere le emozioni di questa “sorpresa” vi rimandiamo al racconto di Leonardo Sampogna direttamente sul nostro forum.

Forum di ApneaMagazine

Tags: , ,

Category: Articoli, Pesca in Apnea, The Box

Leave a Reply