Home » News » News Pesca in Apnea » Estratti i campi gara del Campionato Italiano di pesca in apnea

Estratti i campi gara del Campionato Italiano di pesca in apnea

| 25 settembre 2011 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Si è svolto ieri pomeriggio presso la sala riunione dell’hotel Delfino Beach di Marsala l’estrazione dei due campi di gara, tra i tre disponibili, sui quali si disputeranno le due giornate del Campionato Italiano di pesca in apnea in programma venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre prossimi.

Franco Orlando, Presidente del Comitato Regiona FIPSAS Sicilia (foto S. Rubera)


Alla presenza di 17 dei 30 partecipanti, Franco Orlando, in veste di presidente del circolo organizzatore ma anche di presidente del Comitato Regionale FIPSA, e Antonio Aruta, Direttore di Gara e grande agonista del passato, hanno dato illustrato le novità regolamentari di questa edizione in cui, come già ampiamente annunciato, si tornerà alla formula di gara in cui gli atleti potranno spostarsi liberamente tu tutto il campo gara utilizzando le proprie imbarcazioni.

Come di consueto si è poi proceduto all’estrazione dei campi di gara, adempimento che ha visto Apnea Magazine protagonista visto che a scegliere tra i tre bigliettini disponibili, ciascuno dei quali riportava una lettera che identificava i vari specchi d’acqua, è stato chiamato Salvatore Rubera presente alla manifestazione per raccogliere i primi commenti degli atleti.

Ad essere selezionati sono stati i campi gara B, che comprende il tratto di costa compreso tra il Lido Delfino fino ad oltre la Torre Scibiliana, e il campo D, dal porticciolo Giardinello fino a Capo Feto.
Quest’ultimo è lo stesso sul quale si disputò la seconda giornata del Campionato italiano 2009, vinto da Concetto Felice.

Dall’estrazione è invece rimasto fuori il campo contrassegnato dalla lettera C, compreso tra gli altri due e dove nel 2009 si era disputata la prima giornata, che a detta di tutti sarebbe stato quello più interessante visto che è caratterizzato da grandissima quantità di roccia che attrae le prede.

Il campo B si presenta invece come una distesa d’alga che solo di rado lascia spazio a zone pescabili.
Gli organizzatori hanno tuttavia tenuto a sottolineare che proprio per queste sue caratteristiche il campo B potrebbe riservare qualche piacevole sorpresa a chi saprà individuare le zone più interessanti tra la poseidonia.

Alcuni dei partecipanti, arrivati nella giornata di ieri, hanno approfittato del giorno libero per verificare le condizioni al di fuori delle zone dei possibili campi gara.
Pochissimo pesce in giro e acqua molto fredda con temperatura tra i 14 e i 15 gradi sul fondo e solo leggermente superiore in superficie, acqua abbastanza torbida ma comunque pescabile.

Queste le coordinate dei punti GPS che delimitano di due campi.

Campo B
Punto C 37°44.526’ N – 12°28.034’ E
Punto D 37°44.723 N – 12°25.646’ E
Punto E 37°42.732 N – 12°28.076’ E
Punto F 37°42.712 N – 12°26.700’ E

Campo D

Punto G 37°41.279’ N – 12°29.141’ E
Punto H 37°39.849’ N – 12°26.176’ E
Punto I 37°39.555’ N – 12°30.744’ E
Punto L 37°37.622 N – 12°28.547’ E

In alto il Campo B, in basso il Campo D

Tags: , , , , ,

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply