Home » News » News Apnea » Davide Carrera costretto a rimandare il tentativo di record, Loic Leferme tenta il No Limits

Davide Carrera costretto a rimandare il tentativo di record, Loic Leferme tenta il No Limits

| 17 ottobre 2002 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

A causa del peggioramento delle condizioni meteo marine, Davide Carrera si è visto costretto a rimandare a data da destinarsi il tentativo di record in immersione libera previsto per Sabato 19 Ottobre ad Andora.
Le previsioni nefaste per il week end ed il repentino abbassamento di temperatura dell’acqua hanno convinto Davide, già indietro con la preparazione atletica a causa del tempo, a rinunciare all’impresa di raggiungere quota -95 mt e superare di due metri il record recentemente stabilito dal venezuelano Carlos Coste.

Nessuna variazione di programma invece per Loic Leferme, che tenterà regolarmente il record No Limits (-165 mt) a Nizza Sabato prossimo. Nonostante gli incidenti che hanno recentemente funestato i tentativi No Limits suscitando la giusta perplessità di molti rispetto alla stessa ragion d’essere di questa disciplina, l’asso francese non ha ritenuto necessario rimandare l’impresa.
Il metodo usato da Loic Leferme per garantire sicurezza al suo tuffo è molto diverso da quello utilizzato nel tentativo di Audrey Mestre. I subacquei di assistenza restano al massimo a 70 metri e sono dotati di 4 grossi palloni in grado di spingere in superficie tutto il meccanismo della slitta compreso l’apneista, che resta collegato al cavo principale.

Category: News, News Apnea

Leave a Reply