Home » News » News Pesca in Apnea » Daniel Gospic si aggiudica il XIII Master Città di Palma

Daniel Gospic si aggiudica il XIII Master Città di Palma

| 21 gennaio 2014 | 2 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Daniel GospicDomenica 19 gennaio il campione croato e portacolori Cressi Sub Daniel Gospic ha conquistato la sua terza edizione del Master Città di Palma, disputata quest’anno nelle acque di Pollença. Il fuoriclasse ha sbaragliato l’agguerrita concorrenza con un carniere da 30.030 punti in cui spiccavano un grosso dentice di oltre 6 chili (preda più grossa del campionato), alcune corvine ed un corpulento cappone. Piazza d’onore per il pluricampione mondiale Pedro Carbonell, che grazie ad un carniere misto di saraghi, corvine, labridi e un cappone ha totalizzato 22.515 punti; terzo gradino del podio per Jaime Heras, autore di un carniere di pesce bianco arricchito da una cernia di 4 chilogrammi  che gli è valso un totale di 19.520 punti. Buoni piazzamenti anche per gli spagnoli Alberto March (15.830) e Santi Lopez (13.310), il greco Manolis Giankos (12.935) ed i portoghesi Pedro Silva (7.620) e Rui Torres (6.020).

Sempre nell’ambito della settimana del Master Città di Palma, venerdì 17 si è disputata invece la Coppa 10 nazioni, cui hanno preso parte sette squadre in rappresentanza di altrettante nazioni. L’Italia quest’anno non ha partecipato nonostante l’invito, al pari di Francia, Ucraina e Perù, nazione che dal 22 al 27 ottobre pv. ospiterà la XXIX edizione del Mondiale di pesca in apnea . La vittoria è andata alla Spagna con 58.505 punti, seguita dalla Croazia con 33.910 e dalla Finlandia con 24.480. A seguire Portogallo (16.225), Grecia (15.475), San Marino (8.275) e Algeria (7.015).

Tags: , ,

Category: News, News Pesca in Apnea

Commenti (2)

Trackback URL

  1. soggioni scrive:

    e l’Italia dove? perchè non ha partecipato?

  2. Salvatore Rubera scrive:

    E’ probabile che le risorse economiche a disposizione della Federazione siano quasi interamente destinate al Mondiale peruviano per il quale ci siamo qualificati per il rotto della cuffia.

Leave a Reply