Home » News » News Apnea » Ci ha lasciato Enzo Maiorca…

Ci ha lasciato Enzo Maiorca…

| 13 novembre 2016 | 0 Comments

Questa notte, all’età di 85 anni compiuti lo scorso giugno, si è spento Enzo Maiorca. Siracusano doc, lo sguardo intenso di chi ha affrontato e vinto ogni sfida nei suoi amati abissi che gli avevano rapito il cuore fin dall’età di 4 anni, è indiscutibilmente uno dei pionieri dell’immersione in apnea e padre fondatore del recordismo internazionale. Terminata la carriera sportiva non aveva mai smesso di spendersi per la promozione dello sport e per la salvaguardia del patrimonio marino e naturalistico, tanto da arrivare a ricevere nel 2006, dall’allora Presidente Napolitano, la Medaglia d’Oro al merito di Marina per il suo prezioso contributo. Non era un mito assoluto solo per i suoi concittadini, nonostante gli anni e qualche apparizione pubblica in meno, era sempre un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli appassionati che si avvicinano alla scoperta del mondo sommerso.

maiorca1

Come ogni anno, a marzo, non era voluto mancare, insieme alla figlia Patrizia, all’appuntamento annuale con il Premio Rossana Maiorca assegnato durante l’Eudi Show. Era rimasto molto segnato dalla scomparsa prematura della sua figlia prediletta, quella Rossana che aveva raccolto il suo testimone sportivo e aveva inanellato una lunga serie di primati in apnea. E al contempo era stato da subito entusiasta sostenitore di quel progetto in ricordo della donna, campionessa, primatista mondiale di apnea, conoscitrice appassionata e innamorata del mondo marino.

Enzo lascia un vuoto incolmabile in tutti coloro che lo hanno conosciuto e che, pur magari non condividendo alcune esternazioni, gli hanno sempre riconosciuto una estrema sincerità e il grande merito di metterci la faccia sempre e comunque. Siamo certi che, come il mare mare ha saputo essere per Enzo alimento e ispirazione di tutta una vita, il suo esempio farà altrettanto per tutti quelli che lo hanno seguito, che raccoglieranno la sua eredità e proseguiranno la sua instancabile opera di divulgazione e impegno civile.

Tags:

Category: News, News Apnea

Leave a Reply