Home » Pesca in Apnea » Acqua dolce » A Castro la prima selettiva Acque Interne 2014

A Castro la prima selettiva Acque Interne 2014

| 23 maggio 2014 | 0 Comments

Si è disputata domenica 4 maggio 2014 sul lago d’Iseo, in località “Castro”, il 4° Trofeo Underwater Lake – Europa Sporting Club, valevole come prima prova selettiva per l’accesso al Campionato Italiano di Pesca in Apnea in Acque Interne. La gara si è disputata con formula a nuoto, con partenza a centro campo gara da apposite imbarcazioni, ed è stata organizzata dall’E.S.C. Società Sportiva Dilettantistica di Brescia.

La giornata bella e riscaldata dal sole, non è stata sufficiente per sopperire alla variabilità del meteo dei giorni precedenti. Per questo i 51 partecipanti iscritti hanno dovuto affrontare non poche difficoltà per trovare il pesce ancora rintanato e diffidente a causa della temperatura delle acque sebine non certo molto temperate.

Terminate come da programma le operazioni di verifica dei documenti, iniziano le vestizioni degli atleti e si mettono a punto le ultime strategie di gara. Alle nove in punto la giuria, guidata dal Giudice di Gara Fipsas Paolo Buonuomo, ha sancito il via alle ostilità e gli atleti presenti si sono lanciati a nuoto nelle zone scovate in preparazione. Scenografica ed inconsueta la partenza che ha visto gli atleti acque interne sfidarsi in una gara di nuoto pinnato anzichè di motonautica, come di consueto, per raggiungere velocemente la zona di pesca prescelta.

Immagine1

Gli attimi precedenti l’inizio della gara (Foto F. Pedersoli)

Alla partenza la maggioranza dei concorrenti ha scelto l’area di gara più a sud, solo pochi atleti hanno provato la parte a nord e, come spesso accade, tante sono state le marcature a uomo su quelli considerati più abili nello scovare i posti migliori per le catture, anche se tanti, data la difficoltà del giorno antecedente la gara di visionare scrupolosamente tutto il campo gara a seguito della formula a nuoto, hanno dovuto improvvisare la prova variando le tecniche di pesca e cambiando spesso sia quote d’esercizio che luoghi d’azione.

La maggior parte dei contendenti ha preferito ispezionare lo strato algoso, mentre solo alcuni partecipanti hanno impostato la gara in profondità in tana o all’agguato. Le catture sono state per tutti particolarmente difficili, il lago ha restituito poche prede tra cui tinche, anguille e qualche buon luccio. Solo 24 atleti dei 51 partecipanti, grazie alla fortuna, alle gambe, al buon fiato ed avendo previdentemente preparato il campo gara nel giorno precedente la competizione, hanno potuto alla fine portare qualcosa alla bilancia.

La chiave per la vittoria è stata la ricerca di grossi esocidi nelle acque più profonde (oltre i 15 metri), qui due belle catture hanno permesso la vittoria al plurimedagliato Marco Migliorati.

Il vincitore, Marco Migliorati (Foto F. Pedersoli)

Il vincitore, Marco Migliorati (Foto F. Pedersoli)

Alle tredici in punto tutti gli atleti, fermando la loro azione, diligentemente attendono che il loro barcaiolo passi a recuperarli, si consegna agli addetti il pescato, che verrà trasportato sulla riva opposta del lago, a Marone, luogo dove si terranno pesatura, pranzo e premiazioni.

Alla fine della gara, solo chi ha dimostrato di possedere ottime capacità di interpretare la particolare giornata è riuscito a portare al peso un certo numero di prede. Il responso della bilancia ha arriso a Marco Migliorati del Tritone Pro Desenzano classificatosi primo, a Gianluca Rizzi di Apnea Club Verona giunto secondo e a Stefano Matteotti del Tritone Pro Desenzano classificatosi al terzo posto. Come migliore squadra in campo il primo posto spetta a uno strepitoso Tritone Pro Desenzano (primo, terzo e quarto posto individuali)

Immagine5

La squadra prima classificata, il Tritone Pro Desenzano (Foto F. Pedersoli)

Dopo la pesatura, vincitori e vinti concludono la manifestazione con un animato pranzo ricco di aneddoti, racconti di catture mancate e battute gogliardiche, presso il ristorante del Camping Riva San Pietro a Marone.

A seguire la premiazione dei primi 3 atleti classificati e del miglior risultato di squadra. L’estrazione dei numerosi premi in palio, che hanno permesso di gratificare tutti i concorrenti presenti, ha tenuto tutti senza fiato anche nel finale di giornata grazie al generoso contributo di Seawolf-Sub, Carbonio G.F.T. , Dive Evolution, Evoluzione occhiali, Parisi Sub, Marea, Polo Sub, Europa Sporting Club ed Estetica Shanti, a cui vanno i più sentiti ringraziamenti da parte dell’organizzazione.

I primi tre classificati (da sx) Migliorati, Rizzi, Mattiotti (Foto F. Pedersoli)

I primi tre classificati (2° da sx) Migliorati, Rizzi, Mattiotti (Foto F. Pedersoli)

Giornata perfetta e visi soddisfatti di tutti nonostante i magri carnieri grazie all’ ospitalitaà del Camping Riva San Pietro a Marone, grazie al meticoloso lavoro di squadra dei tesserati di E.S.C. Società Sportiva Dilettantistica che con certosina organizzazione è riuscita a portare e gestire sul campo gara ben 10 Club provenienti da 3 diverse Regioni, con il supporto della preziosa sorveglianza della Protezione Civile e del servizio di Pronto Soccorso della Croce Azzurra di Ospitaletto .

Appuntamento per la prossima prova selettiva, valevole per il Campionato Italiano di Pesca in Apnea in Acque Interne,  il 25 maggio sul lago di Garda.

CLASSIFICA FINALE

Tags:

Category: Acqua dolce, Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply