Home » Articoli » A Cascione, D’Alessandro e Mastrocristino il 1° Trofeo Necton

A Cascione, D’Alessandro e Mastrocristino il 1° Trofeo Necton

| 22 novembre 2014 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Testo e foto di Luigi Bizzarro

10816067_734655326610809_692295952_n

I grossi saraghi protagonisti dei carnieri (foto L.Bizzarro)

In un soleggiato 15 Novembre 2014, nel tratto di mare compreso tra Savelletri e Torre Canne (Br) si è svolta la prima competizione di pesca subacquea organizzata dalla associazione Apnea Energy di Fasano (BR). Grande è stata la partecipazione a questo evento intitolato ” trofeo Necton ” con 12 squadre iscritte per un totale di 36 atleti provenienti da diverse parti della Puglia e tra questi numerosi atleti del panorama nazionale della agonismo della pesca in apnea (tra i tanti citiamo Giufrè, D Alessandro, Puretti, Cascione).

Il campo di gara e le favorevoli condizioni meteo climatiche hanno consentito di praticare differenti tecniche e il pesce è risultato ben distribuito in ogni fascia di profondità, a partire dagli 8 metri sino ai 30. In particolare le zone più ricche sono state le fasce di grotto sulla batimetrica dei 15/20 e che gli atleti più forti sono riusciti ad individuare tra le zone di sabbia e posidonia. A farla da padrone sono stati i saraghi di mole ma non sono mancate anche altre specie di pregio come alcuni splendidi esemplari di corvine e dentici. La squadra vincitrice è stata quella della lega navale Mola di Bari composta da Pietro Cascione, Diego d’Alessandro e Leonardo Mastroscristino.

La seconda squadra classificata è stata quella del team Best Barracuda Team di Taranto composta da Marcello Camboni , Luigi Puretti e Nicola Strambelli. Terzo per la squadra del CSJ Atlantide, fresca vincitrice dell’assoluto per società, composta da Sandro Congedo, Antonello Anglano e Giacomo Brunettini. I vincitori hanno portato al peso un dentice di 1.5kg, una corvina di 1.8kg, una murena da 2.1kg e ben 9 saraghi. Il peso minimo era fissato in 300gr come da regolamento federale Fipsas per gare di pesca in apnea a squadre e gli spostamenti in gommone erano liberi. Per il trio Cascione, D’Alessandro e Mastrocristino anche il premio per il pesce più grosso, la murena di 2,1kg e quello per il pesce più bello che è stata la corvina da 1,8kg. La gara è iniziata alle ore 9 e finita alle ore 14 e la capitaneria di porto di Brindisi, assieme ai numerosi equipaggi dell’organizzazione, ha vigilato sulla sicurezza degli atleti .

10814092_734655296610812_2017798938_n

Il podio, da sx: Best Barracuda Team, LNI Mola di Mari, CSJ Atlantide (foto L.Bizzarro)

Ricchi i premi in palio, tra questi due fucili in legno prodotti dal conosciuto Nicola Putignano, presidente e organizzatore dell’evento, una testata roller e diversi metri di elastico. Come altri premi c’erano 6 oasi nel centro benessere Nadir di Putignano e il soggiorno sull’isola di Folegandros (Grecia) per una settimana offerto dallo special guest Yiannis Tsilivakos, ex campione di pesca in apnea greco e oggi famoso documentarista. A completamento di una splendida organizzazione, lo stesso Yiannis ha parlato del suo studio sulla pesca ai tonni e della sua collaborazione con Sony e Land Rover per la realizzazione di documentari in blu ray sulla pesca in apnea al tonno, alle cernie e ai dentici.

10818524_734654963277512_341445275_n

Il carniere dei vincitori (foto L.Bizzarro)

10799781_734654936610848_1228017379_n

Il carniere dei secondi classificati (foto L.Bizzarro)

10718769_720852964663914_625492246_o

I ricchi premi offerti dalla Necton (foto L.Bizzarro)

Tags:

Category: Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply