Home » News » News Pesca in Apnea » Campionato Toscano per Società: si disputerà il 18 ottobre

Campionato Toscano per Società: si disputerà il 18 ottobre

| 22 settembre 2009 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Domenica 18 Ottobre presso la sede del Centro sub Alto tirreno si svolgerà il campionato toscano per società, questo il programma della giornata:

ORE 7:00 Raduno dei concorrenti presso la sede del circolo e partenza per il campo gara
9:00 Inizio gara
13:00 Fine Gara
13:30 Piatto caldo
15:00 Operazioni di pesatura
16:30 Premiazione

Con la presente ricordiamo, che l’iscrizione alla gara dovrà giungere tramite fax entro e non oltre 11/10/2009 al seguente numero 0585/242156, per qualsiasi altra informazione, chiamare il 328/2742444.
Sponsor della manifestazione Il negozio Lorenzo Sub (www.lorenzosub.com), e Sandro Lucchesi titolare Sub Design (www.subdesign.it).
Vi aspettiamo numerosi.

REGOLAMENTO PARTICOLARE

ART. 1 ‘ ORGANIZZAZIONE

La Società ‘CENTRO SUB ALTO TIRRENO’, con sede a Marina di Massa, indice ed organizza il Campionato Toscano per Società di Pesca in Apnea 2009, valido per l’assegnazione del titolo di Società Campione Toscana e del TROFEO DECATHLON.

ART. 2 ‘ LOCALITA’

La competizione avrà luogo in data 18 Ottobre 2009 (data di riserva 25 Ottobre 2009) in Località Porto Venere- La Spezia. Il campo gara, sarà compreso tra Grotta Byron e Scoglio Grimaldo .

ART. 3 ‘ ISCRIZIONE

Saranno ammessi a partecipare alla competizione gli atleti in possesso della Tessera Federale e della Tessera Atleta valide per l’anno in corso e del Brevetto di Pesca in Apnea Agonistica. Ogni Società potrà partecipare con 1 sola squadra formata da tre atleti. L’iscrizione dovrà pervenire entro il 01 Ottobre 2009 alla Società Organizzatrice:

Centro Sub Alto Tirreno
Via Lungomare di ponente ‘ 54100 Marina di massa
Fax: 0585-242156 ‘ E-mail: centrosubaltotirreno@virgilio.it

La TASSA D’ISCRIZIONE di ‘ 50,00 per ciascuna squadra.

Per ulteriori informazioni contattare: Sig. Tonazzini Fabio Cell. 328-2742444

La partecipazione al Campionato toscano per Società di Pesca in Apnea 2009 comporta, da parte degli iscritti, l’accettazione integrale del presente regolamento senza riserva alcuna.

ART. 4 ‘ CONCORRENTI

Sono ammesse a partecipare squadre composte da tre atleti senza limiti di categoria (di cui uno in barca e due in acqua).
Durante il Campionato i tre atleti potranno scambiarsi i ruoli a patto di non trovarsi in acqua tutti e tre contemporaneamente.
Il barcaiolo deve sempre controllare a vista entrambi i concorrenti. I due concorrenti della stessa squadra devono rimanere ad una distanza massima di 50 mt. l’uno dall’altro ed entrambi devono usare la boa di segnalazione.
Tutti i concorrenti devono essere in possesso della Tessera Federale e della Tessera Atleta valide per l’anno in corso, che devono essere esibite all’atto dell’iscrizione, e del Brevetto di Pesca in Apnea Agonistica.

ART. 5 ‘ FORMULA DI GARA

La formula di gara è quella prevista dalla C.N. 2008 per il Campionato Italiano per Società, cioè ‘a nuoto’ con un unico spostamento con l’imbarcazione.
La durata della gara prevede un totale di 4 ore.
Il Campionato sarà ritenuto valido se almeno il 50 % del tempo a disposizione verrà portato a termine.

Dopo le prime due ore di gara, ciascuna squadra avrà a disposizione 15 minuti per effettuare eventuali spostamenti con l’imbarcazione sul campo di gara. La squadra che non intende utilizzare l’imbarcazione per gli spostamenti potrà continuare a pescare.

ART. 6 ‘ CONDOTTA DI GARA

I concorrenti devono attenersi alle norme di condotta espresse nella C.N. 2008.

INFRAZIONI DA PRIMA AMMONIZIONE

Gli Ufficiali di Gara applicheranno la Prima ammonizione alle seguenti infrazioni:
– Arrivare in ritardo agli appelli previsti.
– Mantenere un comportamento irriguardoso nei confronti di Atleti e Ufficiali di gara.
– Non adempiere i richiami del G. di G. nell’iniziale raduno al centro campo gara.
– Farsi caricare il fucile dall’assistente.
– Tenere a bordo fucili carichi.
– Trovarsi ad oltre 25 metri di distanza dal mezzo di segnalazione di superficie.
– Avere un mezzo di segnalazione di superficie inadeguato e non conforme ai dispositivi di legge e la bandiera non esposta sul natante.
– Consegnare il pescato in contenitori aggiuntivi non forniti dall’organizzazione.
– Dichiarare il falso agli Ufficiali di Gara sulle prede catturate.
– Non dichiarare il raggiungimento del limite stabilito di prede per gruppo di specie (vedi Cap. 3 pt. 4 C.N. 2008) o singola specie.
– Avere a bordo strumenti di rilevazione del peso dei pesci catturati.
– Uscire momentaneamente dal campo gara e/o superare i limiti di avvicinamento stabiliti alle zone interdette (vedi Art. 2.1.4 C.N. 2008).
– Prima dell’inizio della gara, stazionare in anticipo nel campo gara effettivo senza l’autorizzazione del G. di G.
– Farsi recuperare dall’assistente la zavorra mobile.
– Altre tipologie, evidenziate e precisate dal G. di G. nella riunione che precede il campionato.

INFRAZIONI GRAVI

Alle seguenti infrazioni di rilievo maggiore viene invece attribuita la sospensione immediata della gara e la messa a zero punti in classifica per la giornata del Campionato.
– Raggiungere la somma di DUE ammonizioni anche di tipologia diversa per giornata o campionato.
– Aggressioni fisiche o verbali.
– Consegnare il pescato mal conservato.
– Pescare specie non consentite dal regolamento.
– Una volta raggiunto il numero limite di catture per specie o classe di specie, sostituire prede di peso inferiore con prede di peso superiore.
– Risalire a bordo fuori tempo massimo.
– Immergersi nella zona prescelta dal Comitato di Settore per lo svolgimento del Campionato prima del sorteggio dei campi di gara.

SANZIONI

Il Giudice di Gara, ultimata la gara, verificherà a terra le sanzioni applicate:
L’ammonizione prevede l’annotazione nel verbale della gara.
La seconda ammonizione prevede la sospensione della gara per la squadra e la collocazione a zero punti dei concorrenti.

NB: Le ammonizioni gravi sanzionate per infrazioni commesse prima del Campionato da atleti (o secondi assistenti) aventi diritto non consentiranno l’iscrizione al Campionato e il deferimento al procuratore Federale.
Le infrazioni commesse durante, al termine e dopo il campionato saranno oggetto di deferimento agli organi federali.

ART. 7 ‘ PREPARAZIONE DELLA GARA
Per quel che riguarda la determinazione del campo gara e la preparazione dello stesso, valgono le stesse disposizioni previste per il circuito individuale.

ART. 8 ‘ DURATA DELLA GARA
La gara avrà la durata di 4 ore, con inizio previsto alle ore 9:00 e termine alle ore 13:00.
La competizione sarà comunque ritenuta valida se sarà effettuata almeno la metà delle ore programmate.

ART. 9 ‘ ASSISTENZA IN MARE/CONTROLLO DURANTE LA GARA

L’assistenza in mare dovrà essere effettuata con l’ausilio di imbarcazioni di controllo e di assistenza nel rapporto minimo di una ogni 10 squadre (1/10), coordinate dalla Direzione di Gara.
‘ Il Medico di Gara avrà a disposizione una ulteriore imbarcazione veloce;
‘ La Direzione di Gara avrà a disposizione una ulteriore imbarcazione veloce;
‘ Sul luogo del raduno dovrà essere presente, fino al termine della gara, un’autolettiga, ovvero, in alternativa, una copertura del Servizio Nazionale 118;

Il controllo sull’andamento della gara è affidato al Direttore di Gara e ai suoi collaboratori.
Prima dell’inizio della competizione il Direttore di Gara consegnerà a ciascuna squadra un sacco o un porta pesci, per la raccolta del pescato, contraddistinto dal numero di gara.
Durante lo svolgimento della gara l’atleta componente di ciascuna squadra a bordo del mezzo appoggio ha l’obbligo di mostrare, su richiesta degli Ufficiali di Gara, Direttore, Giudice e loro collaboratori, tutto il pescato per ogni accertamento che riterranno opportuno effettuare.
Al termine della prova le squadre consegneranno tutto il pescato alla Direzione di Gara, con le modalità che verranno indicate nel corso delle operazioni preliminari, durante il raduno dei concorrenti.

ART. 10 ‘ PESO MINIMO E LIMITAZIONI

Il peso minimo delle prede valide è fissato in grammi 300 (trecento).
Per il calcolo dei punteggi/classifiche vedasi quanto riportato nel Capitolo 3 C.N. 2008, il quale, fatta eccezione per l’Art. 3.8, va applicato integralmente.
Il numero delle prede consentite per specie o gruppo di specie è fissato in 10 unità. Per la sola specie Corvina il numero massimo di prede consentite è di 5 unità. Tali limiti sono da intendersi per squadra e non per ogni singolo atleta.

ART. 11 ‘ RECLAMI
Tutte le compagini concorrenti per effetto della loro partecipazione alla gara hanno facoltà di presentare reclami nelle forme e nei termini previsti dal R.N.G. della F.I.P.S.A.S.

ART. 12 ‘ INTERPRETAZIONE

Il giudizio su eventuali divergenze interpretative dal presente Regolamento è riservato al Giudice di Gara, salvo la facoltà degli interessati di presentare reclamo come indicato nel precedente art. 13.

ART. 13 ‘ VALIDITA’ DELLA GARA

La gara sarà ritenuta valida se sarà disputata almeno per il 50% del tempo previsto.
Per quanto non contemplato nel presente Regolamento, vale quanto è previsto nella tipologia delle gare individuali.

ART. 14 ‘ DOPING

Il doping è severamente vietato e possono essere disposti a carico degli atleti gli opportuni accertamenti di controllo, che saranno effettuati con le modalità stabilite dai vigenti Regolamenti.
Si ricorda, inoltre, che con il tesseramento e/o rinnovo vengono accettate le Norme Sportive Antidoping attuative del Programma Mondiale Antidoping WADA.
La normativa antidoping è visionabile sia sul sito FIPSAS (WWW.FIPSAS.IT) che sul sito CONI (WWW.CONI.IT) ai link antidoping.

DIREZIONE di GARA

Direttore di Gara: Paolo Scalfo
Giudice di Gara: Su designazione F.i.p.s.a.s

Tags:

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply