Home » Pesca in Apnea » Agonismo » Campionato Italiano per Societa’ 2003

Campionato Italiano per Societa’ 2003

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Sergio Caccamo e Peppe Fasano con il trofeo

La testimonianza della coppia che ha costruito la prestigiosa vittoria dell’APS Mimmo Arena Palmi al Campionato per Società 2003, disputato Sabato 6 Settembre a Marina di Mancaversa. I nostri complimenti alla Società per la conquista di questo titolo prestigioso. Di seguito, la cronaca della gara a cura di Alessio Gallinucci.

Siamo arrivati a Marina di Mancaversa soltanto il pomeriggio della vigilia e non avendo potuto preparare in tempo il campo gara decidiamo di concerto con il mio compagno di pesca Peppe Fasone di portarci molto a largo, nella speranza di trovare una buona zona di grotto dove poter insediare qualche bel sarago In uno dei primi tuffi su un fondale di grotto a circa 19-20 metri vedo una sagoma scura di circa un kg: realizzo subito che è una grossa corvina, sparo ma striscio l’animale sulla pancia e lo perdo. Dopo varie ricerche infruttuose del pesce ci spostiamo ancora più a largo, dove noto subito una fascia di grotto più alta: faccio nuovamente la capovolta e insagolo il primo sarago. Continuo la perlustrazione e alla discesa successiva a poca distanza ne colpisco un secondo; la profondità raggiunge circa i 22 24 metri, continuo a pescare ma nulla più. Alla fine della seconda ora di gara avevamo in carniere solo due saraghi, così decidiamo di spostarci di qualche centinaio di metri sulla sinistra del campo gara. Ad un certo punto ci imbattiamo in un grossa palla di saraghi che, vedendomi, puntano verso il fondo e scompaiono.A quel punto decidiamo di perlustare bene la zona con fucile corto e fiocina seguendo attentamente la direzione dei pesci, nella speranza di poter individuare qualche bell’esemplare. Noto subito che il pesce non si è imbucato come prevedevo, ma è là che gira nervosamente defilandosi nei vari canali bui formati dal grotto. Iniziamo con cautela la caccia e nelle due ore restanti arpioniamo sei grossi pinnuti ed un bel tordo. La gara si chiude con un bottino di 8 saraghi ed un bel tordo per un totale di nove pesci. All’arrivo le voci si inseguono, e ci viene detto che ci sono stati carnieri con 14 pezzi, al che, demoralizzati ma convinti di aver fatto una bella gara, attendiamo l’esito della pesatura. Mancano ancora due carnieri e siamo ormai sicuri di aver conquistato almeno il secondo posto, ma sollevato l’ultimo vedendo che non era composto da 14 prede come precedentemente orecchiato, si leva nell’aria un urlo liberatorio: è il nostro amico nonchè Vicepresidente Ninni De Bruno, che intuito per primo lo storico traguardo conseguito ringrazia con un sussulto e con lacrime di commozione il cugino Mimmo Arena prematuramente scomparso, da cui la nostra associazione prende il nome. Siamo i Campioni d’Italia 2003.

Alessio Gallinucci

LA CRONACA DELLA GARA A CURA DI ALESSIO GALLINUCCI – NEWS APNEA MAGAZINE

Il campionato si è disputato Sabato 6 Settembre a Marina di Mancaversa, 10 Km. a sud di Gallipoli. I giorni precedenti la competizione hanno visto mare molto mosso con venti di grecale e tramontana, e conseguentemente la preparazione ha subito grosse limitazioni. Il giorno della gara è stato invece caratterizzato da mare calmo ed acqua limpida, che però hanno aperto uno scenario desolante, almeno nei primi venti metri di profondità. Evidenzio che nei tre giorni di preparazione era stata trovata una grossa quantità di pesce bianco nei primi tre metri d’acqua, immediatamente sottocosta. Le condizioni del mare tuttavia non facevano sperare in una “tenuta” del pesce in acqua bassa e così è stato. Il campo gara era misto di alga e sabbia sino ad un chilometro circa dalla riva, poi, timidamente, cominciavano ad affiorare dal fondale sabbioso le prime chiazze di grotto, sino ad arrivare intorno ai 20/25 metri, dove cominciava a delinearsi un grotto alto e consistente, ricco di meandri. Il pesce era perlopiù concentrato in questa batimetrica, tanto che chi ha pescato sottocosta è stato fortemente penalizzato. Sono stati portati alla pesatura parecchi portapesci vuoti, segno che la pesca all’agguato o all’aspetto nel sottocosta non ha dato i suoi frutti. La competizione ha avuto inizio alle 08.30, e subito la maggior parte delle squadre hanno guadagnato il largo. Se si voleva avere la sicurezza di poter pescare in zone buone, bisognava mettere in programma almeno mezz’ora di pinneggiata. Noi del Mojoli insieme alla squadra dell’Apnea Team Roma siamo partiti su di una lastra in soli 2 metri d’acqua, dove in preparazione avevamo contato almeno trenta saraghi oltre ad una decina di corvine, ma il mare calmo e l’acqua limpidissima non facevano presagire il meglio. Abbiamo guadagnato il largo anche noi con circa 20 minuti di ritardo sui primi partiti. Le zone di grotto bello erano vaste ma il pesce era comunque molto concentrato. Contrariamente alle “nefaste previsioni”, la gara ha assicurato degli ottimi carnieri di pesce bianco con catture bellissime, tra cui spiccavano cinque orate di tutto rispetto, parecchie corvine oltremisura e saraghi da chilo. Ma le lamentele pre gara, si sà, fanno parte comunque del gioco. La gara è stata organizzata prendendo come base logistica il Villaggio Jonio Club di Mancaversa, dove gli atleti sono stati ospitati in miniappartamenti comodi immersi nel verde. La pesatura al cardiopalma ha sancito la meritatissima vittoria dell’APS Mimmo Arena di Palmi nelle persone dei concorrenti Fasone Giuseppe e Caccamo Sergio, che con otto stupendi saraghi ed un tordo si sono aggiudicati il titolo Italiano a Squadre 2003. Quando la bilancia ha dato il suo insindacabile responso, l’anziano presidente della squadra è saltato in piedi insieme agli atleti, visibilmente commosso per la grande emozione. “Erano trent’anni che aspettavamo questo risultato!!” ha detto in lacrime. E’ stato molto emozionante vedere con quanta passione ed impegno certe manifestazioni vengono seguite dagli atleti e dai tecnici di squadra. Complimenti ai vincitori!

Classifica completa in formato Word compresso con Winzip (5 Kb): Clicca qui

Ecco di seguito la classifica dei primi 10:

1° APS Mimmo Arena Palmi (Caccamo/Fasone) 9 prede punti 8064

2° Mojoli Sub Civitavecchia (Gallinucci/Grisetti) 7 prede punti 7136

3 Sps Foce del Mignone (Antonini/Silighini) 5 prede punti 6610

4° Sps Foce del Mignone (Sperandio/Baldassarre) 5 prede punti 6402

5° Sub Brindisi (micaletto/Concetto) 4 prede 5256

6° Sommozzatori Bari (Savino/Cardinali) 6 prede 5174

7° Chico sub Catanzaro (Lo prete/Aiello) 4 prede 4616

8° Kamaros Ancona (Di Mola/Giaccaglia) 4 prede 4568

9° Sub Murena talsano (Perrone/Gatti) 5 prede punti 4314

10°CS Latina Rudy Wolf (Fiorucci/Gualdi) 4 prede 3588

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply