Home » News » News Pesca in Apnea » Campionato Euro africano: prima giornata a De Silvestri

Campionato Euro africano: prima giornata a De Silvestri

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

L’Italiano Bruno De Silvestri si aggiudica la prima frazione del Campionato Europeo con una prova maiuscola. Venti pesci validi gli permettono di staccare di circa due punti percentuale il portoghese Rui Torres. Terzo a stretto contatto il pluri Campione Mondiale spagnolo Pedro Carbonell.
Una giornata estiva con mare calmo e sole ha accompagnato gli atleti per questa prima manche.
A differenza dei giorni precedenti però, i pesci erano spariti. Si puntava molto sui cefali, ma ne sono stati ritrovati pochissimi ed i piani di molti sono saltati.
I concorrenti che sono rimasti a terra hanno realizzato discreti carnieri, chi si è spostato al largo non è mai entrato in gara. I saraghi ed i tordi l’hanno fatta da padrone, popolando, a circa 3/4 gara le rocce del sottocosta. Proprio nell’ultima ora Torres ha risalito la china grazie alla cattura di saraghi a ripetizione. De Silvestri ha condotto una gara regolare con un’impennata sul finale: una decina di bei saraghi tolti da un paio di lastre.
Più indietro Bellani con 9 pesci, nono in classifica parziale, e Calcagno, sedicesimo con 6 pesci.

Un commento del vincitore di frazione e del capitano Ramacciotti:

De Silvestri: “Siamo partiti tutti e tre in una zona di saraghi ma, vuoi per la marea o per altro, non ce n’era nemmeno uno. Allora ci siamo spostati ognuno per conto proprio, ma io ho deciso di rimanere abbastanza vicino alla zona per vedere se in seguito rientravano. Razzolando ho peso 2 capponi, 2 saraghi e 2 tordi. Più tardi sono tornato nella zona ed ho catturato altri 3 saraghi al fianco di Carbonell. Ho deciso di andare ancora più a terra e la soluzione s’è rivelata vincente: in un ora, in due lastre in 3 metri d’acqua, ho catturato altri saraghi, un faraone di 1,5 kg ed un grongo di 9kg. Alla fine avevo 25 prede, ma me ne sono risultate valide 20: 11 saraghi, 1 sarago faraone, 1 grongo, 2 capponi e 5 tordi, sufficienti per vincere la frazione. Per un malinteso pensavo che i tordi valessero da 400 gr. invece alla fine ho saputo che avevano un peso minimo di 700gr. Ho subito ben 3 penalità (pesci sotto il valore minimo richiesto di 480gr.) che, dal punteggio, mi hanno sottratto il valore del grongo e del faraone. Per domani speriamo bene. Ho pescato con un 60 e la fiocina.”

Maurizio Ramacciotti CT: “Siamo partiti tutti e tre nella stessa zona, ma il pesce era assente. Allora i ragazzi hanno deciso di interpretare la gara chi in un senso chi nell’altro. Chi è andato fuori non ha trovato pesce ed è rimasto dietro. Ci vuole anche un po’ di fortuna. Sono comunque contento, speriamo di portare a casa il titolo.”

Domani si disputerà la seconda e ultima manche, un grosso in bocca al lupo ai nostri ragazzi.

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply