Home » News » Cam Subacquea Persa, “Viaggia” per 600 Miglia ed è Ritrovata Funzionante

Cam Subacquea Persa, “Viaggia” per 600 Miglia ed è Ritrovata Funzionante

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 4    Media Voto: 4.3/5]

103533603_Adele_Devonshire-camera.news-largeVi è mai capitato di perdere in mare la vostra fotocamera o videocamera subacquea? Beh forse non tutto è perduto e, con un pizzico di fortuna, potrebbe essere ritrovata in tutt’altra parte del Mediterraneo o perfino del mondo, da qualcuno che magari riuscirebbe a rintracciarvi attraverso i social network. È esattamente quello che è successo ad una donna inglese, Adele Devonshire, che smarrì la sua Fujifilm scafandrata nel 2013, durante un’immersione al largo delle coste scozzesi, a causa della rottura di un moschettone in plastica.

La settimana scorsa ha visto pubblicate alcune sue foto su un gruppo Facebook chiamato “Lost at Sea”, scoprendo così che la sua compatta si era spiaggiata qualche giorno prima sulle coste di un’isoletta svedese, e qui è stata raccolta da Lars Mossberg che si era attivato per rintracciarne il proprietario. Oltre 600 miglia di “navigazione” percorse in pieno oceano, in tre anni, hanno segnato molto lo scafandro in plastica ma la macchina era invece del tutto illesa, si è persino accesa senza necessità di essere ricaricata!

Un caso sicuramente eccezionale ma non unico: nel 2007 capitò all’americana Lindy Scallan di perdere la sua amata fotocamera subacquea durante una vacanza alle isole Hawaii. Venne ritrovata 6 anni dopo da un impiegato della China Airlines a Taiwan, quindi a circa 5000 miglia di distanza. A Lindy venne persino offerto un viaggio gratuito dalla compagnia aerea per andarla a riprendere ma dovette rinunciare per motivi di lavoro.

Insomma, la speranza è l’ultima a morire!

viaggiofotocam

Cam Subacquea Persa, “Viaggia” per 600 Miglia ed è Ritrovata Funzionante scritto da Redazione Apnea Magazine media voto 4.3/5 - 4 voti utenti

Tags: , ,

Category: News

Leave a Reply