Home » News » News Pesca in Apnea » Bruno De Silvestri si aggiudica il campionato di II Categoria

Bruno De Silvestri si aggiudica il campionato di II Categoria

| 18 settembre 2005 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

foto Con una prova di forza ed astuzia, una gara sempre disputata sul filo dei 30 metri ed un carniere di ben 13 pesci, il sardo Bruno De Silvestri si laurea Campione Italiano di seconda Categoria: una prima frazione di contenimento ed una seconda all’attacco hanno sancito il suo trionfo!

La seconda giornata è iniziata con circa 40 minuti di ritardo a causa di un violento temporale che si è abbattuto sugli atleti a centro campo gara, che, per questa seconda giornata, andava da Punta delle Oche fino a Cala Fico.

Come il giorno precedente c’era ancora un’onda piuttosto lunga e molta schiuma nel sottocosta, ma quello che ha sorpreso e sfiancato buona parte dei concorrenti è stato un fiume di corrente che andava da NE verso SW; la temperatura dell’acqua era discreta fino a 20m, oltre i quali l’acqua era gelata.

Il pesce nervoso e decisamente scarso rispetto a ieri ha messo a dura prova le capacità degli atleti, molti dei quali hanno sudato le proverbiali “sette camicie” per fare carniere. Un esempio su tutti: Fabio Antonini con due bei saraghi si aggiudica il 15esimo posto parziale ed il 3° finale.

Grande prova di giornata di Paolo Cappucciati, che si piazza alle spalle di De Silvestri ed insieme al 14° posto di ieri torna con pieno merito in prima categoria; bella la prova di Lo Vicario, terzo parziale, ed il recupero insperato di Pisci.

E che dire del tordo di Gallinucci o l’unico pesce del diciannovenne Rosalba, che valgono la qualificazione? Oppure il pesce di Palazzo, che a 58 anni ottiene il 15° piazzamento finale, ultimo posto utile per la promozione? Tutti questi risultati la dicono lunga sulle oggettive difficoltà della prova ed è per questo che il risultato di Bruno De Silvestri sa di strapotere.

C’è stato un altro concorrente che merita una lode per aver lottato 4 ore sui suoi posti contro il fiume di corrente: è Daniele Colangeli, che, dopo aver trovato deserte delle zone sembrate valide in preparazione, riesce a rimanere lucido e concentrato inventandosi una corvina, un bel tordo ed una preziosa murena.

Escono nomi illustri come Vincenzo Solli e Giacomo Gravina, che con una preda a testa non riescono a recuperare il ritardo della prima giornata.

Un discorso a parte lo meritano Andrea Calvino ed Enrico Volpicelli. Il primo con un dentice di un chilo circa si risolleva da una giornata che pareva diventata un incubo; questo ragazzo merita il secondo posto finale e merita anche la prima categoria, sia per le indubbie doti, sia per la sua umiltà. Volpicelli dopo anni di onorata carriera centra il suo obbiettivo anche grazie a tanta bravura e quel pizzico di fortuna che lo non sempre lo ha accompagnato in precedenza: Bravo!

Infine, scorrendo la classifica finale ci si accorge d’interessanti “novità” che rispondono ai nomi di Corsini, Figlioli, Aiello, La Penta e Lambertini. Sedicesimo e primo degli sfortunati Grossi, al quale auguriamo di tornare presto nelle sfere alte del nostro amato sport.

Classifica seconda giornata:

Posizione ‘ Nome ‘ Punti ‘ Prede

1 De Silvestri 14.726 12+1
2 Cappucciati 8.040 7
3 Lo Vicario 7.076 6
4 Corsini 6.060 5
5 Lambertini 5.260 5
6 Pisci 4.968 4
7 Graziani 4.338 3
8 Atzori 4.044 2+1
9 La Penta 3.784 3
10 Grossi 3.640 2
11 De Luca 3.594 3
12 Farris 3.416 2
13 Pappacena 3.370 3
14 Colangeli 3.314 2+1
15 Antonini 2.742 2

Classifica finale:

1 De Silvestri 185,41 %
2 Calvino 112,70
3 Antonini 101,38
4 Colangeli 95,62
5 Corsini 92,73
6 Cappucciati 87,17
7 Lo Vicario 84,79
8 Gallinucci 65,12
9 Volpicelli 65,12
10 Rosalba 60,96
11 Figlioli 60,62
12 Aiello 55,79
13 Pisci 55,46
14 Lambertini 54,39
15 Palazzo 51,05

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply