Home » News » News Nuoto Pinnato » Belgrado Europei Giovanili Nuoto Pinnato: Day 3 Oro, Argento e Tre Bronzi

Belgrado Europei Giovanili Nuoto Pinnato: Day 3 Oro, Argento e Tre Bronzi

| 16 luglio 2009 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

foto Belgrado – Dal nostro inviato Nicola Negrello il resoconto della terza giornata di gare Chiude in bellezza per i colori azzurri la tre giorni di piscina dei Campionati Europei Giovanili di Nuoto Pinnato. Roberta Mastroianni ha infatti illuminato la vasca di Belgrado dominando la finale dei 200 np. E per l’Italia sono poi arrivati anche un argento e tre bronzi!
Nella prima gara in programma è arrivata la personale tripletta di Eirini Deligianni (Grecia), senza rivali anche nei 50 apnea, vinti in 17.00 davanti alla connazionale Apostolidi (17.65) e a Roberta Mastroianni (17.89) che prima di cogliere l’oro nei 200 si prende la soddisfazione di cogliere anche questo bronzo con il nuovo record italiano di 3a cat. Quarta di un soffio l’altra azzurra, Laura Battilani (17.95). La Grecia domina anche al maschile con Sismanidis (15.62), oro col sospetto di una falsa partenza davanti al russo Zaplatkin (15.71) e al bielorusso Gavrilov (15.72).
I 200 np sono come detto l’apoteosi di Roberta Mastroianni che arriva anche al record italiano assoluto con lo strabiliante 1.34.44 e lascia a quasi due secondi la polacca Rogalska (1.36.31) e a tre la russa Meteleva (1.37.61). In finale anche Federica Longo Vaschetti che si piazza settima con 1.41.69. Nelle bipinne l’ungherese Petra Senanszky non è da meno e con 1.49.12 stabilisce il nuovo primato mondiale, salendo sul primo gradino del podio davanti alla connazionale Stier (1.52.14) e alla finlandese Laukkanen (1.52.34). Quinta Giorgia Di Credico con 1.55.06.
Nikolay Kriulko (Russia) è invece il vincitore dei 200 np maschili con 1.25.82 davanti a Balntouin (Grecia 1.26.43) e Grubnik (Ucraina 1.26.93). Non riescono a migliorarsi rispetto al mattino Kevin Zanardi e Luca Romano, sesto e ottavo con 1.29.94 e 1.31.18. Splendida la gara dei 200 pinne dove arrivano ben due medaglie per l’Italia grazie a Andrea Pegoraro e Matteo Polato, rispettivamente argento e bronzo con 1.40.96 (record italiano 3a cat) e 1.41.23. Solo il bielorusso Gavrilov riesce a fare meglio dei due azzurri stabilendo peraltro il nuovo limite mondiale giovanile con 1.40.57.
Gli 800 np sono ad appannaggio dell’ucraina Fedorchuk (7.27.55) che supera la concorrenza della francese Aze (7.31.46) e della russa Kalashnik (7.32.11). Ottima nona la giovanissima Debora Chiarello (7.53.82 record italiano di 1a cat). Tra i maschi strepitosa la prova di Szolcsak a tre decimi dal record mondiale giovanile detenuto da Stefano Figini. 6.29.89 il tempo dell’ungherese, argento a Odynokov (Ucraina 6.33.38) e bronzo (Ungheria 6.38.50). Tredicesimo Jacopo Razzi (7.12.26).
Nella staffetta 4×100 femminile arriva il terzo bronzo di giornata per l’Italia grazie ancora a Roberta Mastroiani e a Federica Longo Vaschetti, Laura Battilani e Benedetta Marcarelli. 2.56.75 il tempo delle azzurre dietro a Russia (2.52.47) e Grecia (2.55.29). Niente da fare per i maschi (2.40.56) che si fermano al quinto posto nella prova vinta dalla Grecia (2.32.06) davanti a Russia (2.34.23) e Ucraina (2.34.61).

Domani le gare si spostano presso il lago di Belgrado dove è in programma la staffetta 4×3000 np.

Tags: , , , , ,

Category: News, News Nuoto Pinnato

Leave a Reply