Home » Pesca in Apnea » Agonismo » Assoluti di pesca: ci siamo!

Assoluti di pesca: ci siamo!

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

A pochi giorni dall’inizio del Campionato Italiano assoluto di pesca in apnea si rinnova l’ormai consueto appuntamento di Apnea Magazine con le interviste ai protagonisti della gara.
Due domande secche per cercare di capire dai diretti interessati come sarà l’appuntamento più importante del calendario nazionale:

1) Chi vincerà questo assoluto?
2) Che tipo di gara si prospetta?

Ecco le risposte.

In senso orario: Antonini, Borra, Bardi

Marco Bardi (direttore sportivo della Nazionale italiana)
1) Vincerà chi avrà la capacità tecnica e conoscitiva per poter sfruttare al meglio la zona o un posto.
2) Credo che potremo assistere ad una gara combattuta a suon di pesce bianco. E’ un campo gara difficile, ma che può regalare anche soddisfazioni.
Vedo una gara aperta nella quale sarà determinante interpretare bene ogni dettaglio.

Roberto Borra (direttore di gara)
1) Non faccio pronostici per ovvie ragioni legate al mio ruolo.
2) Spero che sia una bella gara, su fondali difficili e con pesce molto mobile; 40 concorrenti sono molti e può accadere qualsiasi cosa.
Speriamo che vada tutto per il meglio, che ci si possa divertire e che vinca il migliore.

Antonini
1) Vince Riolo!
2) Conoscendo bene la pesca nel grotto credo che la preparazione non sia determinante in quanto il pesce si muove parecchio, la differenza la farà il ritmo, più si pinneggia e più tuffi si faranno maggiori saranno le possibilità di fare un buon risultato. Considerato che nel 2001 la terza giornata fu vinta con 13 pesci, potendo effettuare gli spostamenti con il gommone, credo che quest’anno per vincere potrebbero bastarne 8 a giornata.

Arrigo
1) Spererei in una sorpresa ma dico Riolo.
2) Non conosco assolutamente la zona e non saprei che tipo di gara possa essere. Spero combatutta.

In senso orario: Barteloni, Bellani, Bisulli, Calcagno

Barteloni
1) Riolo o Mancia ma potrebbe anche venir fuori qualche sorpresa.
2) Non ho mai pescato nella zona del campionato e non ho chiesto informazioni in giro; come è mia abitudine imposterò la gara razzolando a buon ritmo sul grotto.

Bellani
1) Mancia
2) Credo che sarà una gara molto combattuta e con pesce bianco scarso.
Ci potrebbe comunque essere la sorpresa, perché con 40 concorrenti qualcuno può trovare una tana zeppa.
Inoltre bisognerà cercare pesci di specie diversa che possono fare la differenza.
Penso che con 7/8 pesci a giornata rimani tra i primi 10.

Bisulli
1) Bellani
2) Penso che ci troveremo a pescare con mare mosso e che i piani di molti concorrenti potrebbero saltare.
Credo inoltre che ci sarà la cattura eclatante e diverse sorprese. Vedremo un po’.

Calcagno
1) E chi volete che vinca? Riolo, no!
2) Questa è la gara dei Palermitani, tutto è pronto per il successo “di massa”.
Poi per gli altri sarà solo questione di grammi e lotta serrata a denti stretti.
Però, ritengo che sarà possibile anche qualche sorpresa, da parte mia sono tranquillo e pronto.

In senso orario: Calvino, Cappucciati, Claut e Colangeli

Calvino
1) Credo che vincerà Mancia.
2) Riguardo la gara ho la sensazione che troveremo tempo brutto (non so perchè) e il Campionato si deciderà in bassofondo.

Cappucciati
1) Credo che vincerà Riolo. E’ il miglior preparatore che esista e poi gioca in casa, è sicuramenti il favorito.
2) Prevedo una gara difficile nella quale bisognerà tener conto anche delle condizioni meteo.
Ho fatto 2 campionati in loco ed il pesce bianco è raro e smaliziato; sarà importante la tattica di gara e le specie che formeranno il carniere.
Ho poco allenamento per il molto lavoro estivo ma andrò giù 10 giorni prima per mettermi in sesto.

Cascione
1) Penso proprio che vincerò io!
2) Si pescheranno saraghi e corvine in tana in un fondale medio profondo. Da tenere sott’occhio saranno sicuramente gli atleti locali primi fra tutti Riolo e Mancia.

Catania
1) Vincerà il concorrente più in forma; il mare di Terrasini è veramente difficile e chi, con troppa facilità, pronostica una vittoria sicura per Mancia o Riolo potrebbe sbagliarsi.
2) In gara ci vorrà una tattica attentissima, studiando con grande precisione il percorso da compiere alla ricerca del pesce tenendo sempre un ritmo di pesca molto alto.

Claut
1) Riolo perchè sicuramente conosce il posto e, secondo me, essendo un gran preparatore sarà dura batterlo.
2) Non ho mai pescato in Sicilia; dalle poche informazioni di cui dispongo dovrebbe essere un fondale bello in cui le tane però tengono pochi pesci quindi. Così su due piedi penso che per far bene bisognerà puntare più sul razzolo misto che sulla ricerca di una pietra isolata con tanti pesci. Poi non è del tutto da scartare la carta dell’acqua bassa, però senza preparazione è un po’ difficile valutare.

Colangeli
1) La gara è aperta ma è normale che Mancia e Riolo siano favoriti perché hanno una maggiore conoscenza del posto e, con poca preparazione, è difficile compensare le conoscenze dei locali.
2) Da quello che si dice sarà una gara sul filo del rasoio, con pochi pesci… e il coltello fra i denti. Ormai un po’ tutte le gare si risolvono con saraghi e tordi, credo dai 15 in giù considerando che da quelle parti è ancora molto diffusa la trainetta.

In senso orario: De Silvestri, Gallinucci, Mancia, Parisi

De Silvestri:
1) Vincerò io!
2) Una gara dove il fattore fortuna sarà determinante, speriamo d’averne un po’… di fortuna.
Se dovessi retrocedere penso che mi ritirerò, comunque sono agguerritissimo.

Gallinucci
1) Non saprei, penso che la gara sia molto aperta.
2) Poco pesce, ci vorrà la giusta tecnica ed una preparazione sopraffina per cercare di trovare una zona buona che ti possa permettere buone catture.
Più specie di pesce saranno determinanti e si lotterà sul grammo.

Lo Prete
1) Vince Riolo.
2) Per la gara la strategia e la tattica saranno determinanti; occorrerà pianificare attentamente gli spostamenti a nuoto cercando di mantenersi sempre sulle zone più interessanti.

Madeddu
1) Vincono Mancia o Riolo.
2) Bisognerà tenere un gran ritmo perché non credo ci sia molto pesce in giro, tuttavia un eventuale cambio radicale delle attuali condizioni meteorologiche potrebbe stravolgere la situazione.

Mancia
1) Riolo
2) Facendo una battuta direi “Marsala 2, la vendetta”; come nel 2004 infatti non ci sarà molto pesce in giro e mi aspetto marcature asfissianti sui favoriti.

Mazzu
1) Secondo me i favoriti sono Riolo e Mancia, con il secondo leggermente avanti.
2) Si pescherà sicuramente a quote maggiori rispetto a quelle della semifinale di S. Foca; come sempre in gara la tecnica sarà quella della pesca in tana ma, considerato anche il periodo, potrà venir fuori qualche cattura particolare.

Micaletti
1) La vittoria è un affare tra Riolo e Mancia.
2) Non conosco affatto la zona, così sono andato a rileggere le vecchie cronache del campionato 2001 per cercare di farmi un’idea; credo che imposterò la gara sul ritmo pescando intorno alla batimetrica dei 20 metri, non ci sarà tanto pesce quindi penso che con 5 o 6 pesci a giornata si possa rimanere nei primi 10.

Parisi
1) Mancia
2) Penso che sarà un Campionato impegnativo sia dal punto di vista psicologico (sembra che ci sia poco pesce) sia dal punto di vista atletico (di conseguenza bisognerà sommozzare con buona frequenza).
Suppongo che i pinnuti saranno un po’ più fondi visto il periodo e ritengo che due buone partenze nelle due frazioni possano risolvere parecchi patemi.
Importantissime saranno le specie catturate.

In senso orario: Petrini, Petrollini, Praiola e Ramacciotti

Petrini
1) Premesso che non parteciperò alla competizione visto che dovrò operarmi alla spalla, non saprei davvero chi dare per favorito.
2) La gara si deciderà pescando al razzolo intorno ai venti metri a pesce bianco; comunque visto l’alto numero di partecipanti potrebero esserci sorprese.

Petrollini
1) Riolo.
2) Credo che sarà una gara difficile anche se i campi gara sono belli e con roccia per tutti.
Ci sarà poco pesce e bisognerà pescare un pezzo qua ed uno là; scarseggeranno anche i tordi che in Sicilia vengono pescati con regolarità dato il pregio delle carni.
Bisognerà fare una preparazione accurata senza tralasciare nulla di nulla, questo per me è fondamentale.

Praiola
1) Mancia o Riolo
2) Ho partecipato al Campionato del 2001 e ricordo poco pesce. Sarà grotto e razzolo a pesce bianco e credo che 5 o 6 pesci a giornata possa essere una valida prestazione.
Poi, come tutte le gare, ci sono variabili ed imprevisti.

Ramacciotti
1) Riolo e Mancia
2) Penso che ci saranno delle sorprese, dopo parecchi anni si disputa un assoluto a settembre e quindi avremo pesce più fondo.
Ritengo importante la specie e sopratutto andranno valutate bene le tattiche di gara nelle quali inserirò delle variabili.

In senso orario: Riolo, Sirchia, Volpe, Volpicelli

Riolo
1) Vince Sandro Mancia!
2) So che nessuno ci crederà ma non pesco in quella parte di litorale dal campionato 2001 che per altro si disputò a giugno e con una formula completamente diversa. Credo comunque che per vincere serviranno 10 pesci a giornata mentre per rimanere tra i primi 10 potrebbero bastarne 4.

Saffioti
1) I favorito sono sicuramente Riolo, Sirchia e Mancia
2) Sarà difficile trovare pesce e la strategia di gara sarà determinante visto che le tane sono poche e distanti tra loro. Si pescherà a profondità impegnative, oltre i 20 metri alla ricerca di corvine e cefali. Per confermarsi nei 10 ci vorranno almeno 6/7 pesci in peso per ciascuna delle due giornate.

Sirchia
1) Ci sono almeno 15/20 concorrenti molto competitivi ed in grado di aggiudicarsi il titolo, sarà una gara di altissimo livello.
2) Si pescherà in una zona molto battuta quindi risulterà fondamentale capire, in base alle condizioni che ci saranno il giorno della gara, come si muove il pesce e dove debba essere cercato. La tecnica potrebbe essere quella del razzolo nel grotto ma anche qualche aspetto potrebbe dare i suoi frutti soprattutto se in preparazione si troveranno pesci di passo in caccia.

Villani
1) Riolo.
2) Credo che si pescherà a pesce bianco sui 20 metri e con ritmo; sarà importante iniziare bene e cercare di rimanere in “zona buona”.
Per il resto sarà battaglia e probabilmente potrebbero esserci sorprese.

Massimiliano Volpe
1) I mostri sacri si ripeteranno sempre: Riolo, Mancia.
2) Si pesca nel grotto, più che altro saraghi; nel 2001 c’erano anche cernie, ma non valgono più… per cui saraghi entro i 20 metri.

Volpicelli
1) Mancia e Riolo.
2) Credo che sarà una gara impostata sul medio fondo e ritengo quindi che il ritmo sia importante.
Importantissimo sarà catturare più specie e penso che con 5 pesci a giornata si possa restare dentro.
Da parte mia ce la metterò tutta.

Tags:

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply