Home » Pesca in Apnea » Agonismo » Aspettando Vigo: ecco la nostra Nazionale!

Aspettando Vigo: ecco la nostra Nazionale!

| 28 marzo 2012 | 1 Comment
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Mancano poco più di tre mesi alla cerimonia inaugurale del Campionato del Mondo di pesca in apnea CMAS e tutte le Nazionali che saranno impegnate a Vigo stanno definendo la loro composizione e i dettagli della trasferta.

Ovviamente l’attenzione di tutti i tifosi italiani è rivolta ai nostri portacolori che in Spagna faranno di tutto per riportare la nostra squadra alla grandezza di un passato che, anno dopo anno, sta purtroppo diventando sempre più remoto.

Certo l’Oceano non ci è stato quasi mai amico ma in Galizia, dove la nostra Nazionale ha già fatto un sopralluogo lo scorso anno alla vigilia del Campionato Euroafricano disputato in Portogallo, potrebbe forse riservarci qualche piacevole sorpresa.

Intanto, come di ha confermato il Direttore Tecnico Pietro Milano, la squadra è già fatta ed anche i programmi di massima per la trasferta sono stati definiti.

I titolari della spedizione Mondiale, Settimi, De Silvestri e Felice, sul podio del Campionato italiano 2011 (foto S. Rubera - Apnea Magazine)


A meno di imprevisti o ripensamenti dell’ultima ora i titolari per il mondiale saranno i primi tre classificati all’ultimo Campionato Assoluto di Marsala: Bruno De Silvestri, Andrea Settimi e Concetto Felice; il ruolo di riserva ufficiale sarà affidato a Franco Villani, che farà anche da assistente a Felice.
Completeranno la squadra Stefano Claut, che negli ultimi anni ha raggiunto un ottimo affiatamento con De Silvestri, e Nicola Smeraldi che darà una mano a Settimi.

Per le sue scelte il Direttore Tecnico ha tenuto conto non solo della propensione degli atleti per una determinata tecnica di pesca o strategia di gara ma soprattutto della capacità di adattarsi in fretta alle condizioni del mare, alle caratteristiche dei fondali ed al comportamento delle possibili prede.

Anche per questo Mondiale infatti l’obiettivo è quello di puntare tutto sulla classifica a squadre, proposito quanto mai ambizioso se si considera il gruppo degli avversari con spagnoli e portoghesi in testa ma anche i croati, campioni in carica, o i greci.

Per quanto riguarda l’organizzazione della logistica, analogamente a quanto fatto per l’Euroafricano dello scorso anno, la nostra spedizione partirà sicuramente in macchina con due gommoni al seguito; in questo modo i nostri atleti avranno a loro disposizione imbarcazioni sicuramente affidabili e una strumentazione elettronica, GPS e ecoscandaglio, che ben conoscono.
Altro aspetto da non trascurare riguarda il fatto che durante la gara saranno i nostri stessi atleti a guidare i gommoni, condizione che può risultare determinante per effettuare spostamenti rapidi senza per altro correre il rischio di incomprensioni con la lingua.

Villani, riserva ufficiale, Claut e Smeraldi completano la squadra che partirà per Vigo (foto S. Rubera - Apnea Magazine)


Nelle prossime settimane, comunque, lo staff federale valuterà l’opportunità di far viaggiare in aereo i titolari per risparmiare loro lo stress di un lungo viaggio che, anche se venisse in parte affrontato con traghettamento via mare, resta sicuramente pesante da affrontare.

Al momento la terza imbarcazione sarà noleggiata direttamente all’arrivo in Spagna anche se fino all’ultimo si cercherà di trovarne un’altra da portare dall’Italia; in questo modo, oltre a poter contare su mezzi sicuramente efficienti, evitando spiacevoli sorprese che potrebbero verificarsi con le imbarcazioni fornite dall’organizzazione, si potrebbero risparmiare risorse economiche da reinvestire su una permanenza seppur di qualche giorno più lunga a tutto vantaggio della preparazione.

Come dimostrato anche dalle ultime competizioni internazionali, infatti, una esplorazione attenta dei campi gara diventa determinante per il risultato finale soprattutto se, con le opportune condizioni meteo marine, la gara dovesse essere imposta sulla pesca a segnale ma anche nel caso in cui si dovesse pescare a libero sarà fondamentale individuare le zone dove si concentra il pesce.

Secondo Milano, infine, l’esito della gara potrebbe dipendere dai pintos, i grossi tordi simili ai nostri marvizzi di cui la zona è molto ricca, che hanno caratterizzato i carnieri dell’ultimo Campionato assoluto spagnolo, disputatosi proprio a Vigo agli inizi di luglio del 2011.

Tags: , , , , , , , , , ,

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Commenti (1)

Trackback URL

Leave a Reply